Eventi
Oltre 400 “vetrine” riempiranno Porto San Giorgio in occasione della Fiera di domenica 22. Cecati: “Esplosione di richieste”

Gianraffaele Cecati, dirigente settore Commercio, ha esordito con un excursus riguardante la storia della Fiera di San Giorgio. “La fiera è nata nel 1988, quindi siamo alla trentunesima edizione, su idea della Confcommercio e poi sposata dal sottoscritto. Siamo partiti in quell’anno e nel giro di due/tre mesi abbiamo organizzato il tutto grazie all’esperienza degli ambulanti e con grande coraggio e soprattutto senza l’aiuto delle tecnologie odierne.”

Oltre 400 “vetrine” riempiranno Porto San Giorgio in occasione della Fiera di domenica 22. Cecati: “Esplosione di richieste”

“Nel 1990 – ha continuato Cecati – sono stati acquistati i primi tre computer e le prime tre stampanti con i soldi della Fiera. L’obiettivo? Informatizzare la manifestazione stessa, che negli anni è diventata una tradizione molto sentita. La richiesta, da parte degli operatori e degli espositori, quest’anno è davvero esplosa. Abbiamo dovuto dire di no a diversi di loro, addirittura se avessimo avuto un altro viale avremmo potuto riempirlo. Espositori che saranno sia in Viale Buozzi sia in Via Oberdan.”

Parlando di numeri, la Fiera di San Giorgio conterà 64 spazi espositivi e 27 ditte espositrici, 327 saranno gli spazi per gli ambulanti di cui 263 con concessione a lungo termine e 64 con la concessione annuale. A questi si aggiungeranno 8 associazioni senza scopo di lucro.

“Viale Don Minzoni – ha proseguito Cecati - ospiterà una mostra di prodotti alimentari di Campagna Amica; prodotti che non andranno a cozzare ovviamente con il discorso della fiera che, come settore merceologico, non è prettamente alimentare.”

Il Sindaco Nicola Loira ha commentato: “Alla stregua del mercato settimanale, che è uno dei più prestigiosi della Regione, grazie anche al luogo in cui si svolge, anche la Fiera di San Giorgio, felice intuizione del funzionario Cecati e della Confcommercio, oggi è un momento centrale e importante della nostra Regione. Porto San Giorgio diventa straordinariamente attrattiva sul panorama regionale e questo coincide con un momento di festa per la Città. Ciò che voglio sottolineare è che dietro la Fiera di San Giorgio c’è un lavoro incredibile e quindi va dato atto a tutta la macchina organizzativa.”

“Giancarlo Cameli – ha proseguito il dirigente – ha contribuito a creare un programma che soddisfa tutte le esigenze organizzative della Fiera di San Giorgio. In base alla Bolkestein, feci un bando nel dicembre 2016 per il rilascio delle concessioni dodecennali e dopo la verifica delle varie domande arrivate, molte vista l’appetibilità della Fiera, è stata eseguita una graduatoria. Stiamo ora rilasciando, a chi aveva la concessione pluriennale, 263 concessioni dodecennali, che verranno attuate nel 2021. Le altre 64 sono concessioni ex annuali: in due giornate abbiamo invitato 32 operatori per volta a scegliere i posteggi e, sempre in base alla graduatoria, abbiamo rilasciato anche a questi 64 la concessione dodecennale che, per loro, parte già da quest’anno.”

“Quest’anno per la prima volta ho richiesto tre ambulanze: due della Croce Azzurra di Porto San Giorgio e una della Croce Azzurra di Sant’Elpidio a Mare. Dall’anno scorso ci siamo anche spinti, con la promozione pubblicitaria, verso Civitanova Marche oltre a tutti i comuni del Fermano. L’idea è quella di arrivare anche in Umbria.” Ha continuato Cecati

“Il bilancio della Fiera quest’anno supererà il record dei 35mila euro, di cui 25mila netti – ha spiegato Cecati. Non dimentichiamo i controlli sull’abusivismo che, grazie alle forze dell’ordine, manterranno il regolare svolgimento della manifestazione. Ci tengo inoltre a ringraziare l’ufficio tecnico, perché grazie a questo è possibile mettere in atto una manifestazione di questa portata.”

Letture:1584
Data pubblicazione : 20/04/2018 13:15
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications