Eventi
Fermo. 36 anni e...non sentirli! Torna la "magia" del mercatino, dal 1983 l'appuntamento fisso dei giovedì estivi

“E' un evento che è parte della nostra infanzia per ciò che rappresenta, un evento nel quale una città si presenta e si apre nella sua capacità aggregativa, nella sua bellezza e nel suo fascino. Una magia resa possibile ogni anno dall'impegno del comitato promotore e da un grande lavoro di squadra. Commercianti, turisti, sistema museo, tutti sanno che c'è da dare quel quid in più per far sì che il giovedì sia un giorno indimenticabile: questo è il senso del mercatino”. E' con queste parole all'insegna del sentimento e dell'emozione che Francesco Trasatti, assessore al turismo e alla cultura del Comune di Fermo, ha aperto la conferenza stampa di presentazione della 36esima edizione della “Mostra mercato dell'antiquariato e dell'artigianato”, il celeberrimo mercatino che dal 1983 anima tutti i giovedì di luglio e agosto nel centro storico di Fermo.

Fermo. 36 anni e...non sentirli! Torna la

“Ciò che contraddistingue questa manifestazione è l'attaccamento di tutti noi nei suoi confronti – aggiunge Daniela Del Bigio, presidentessa del comitato organizzatore –. Per noi gli espositori non sono numeri, ma persone che vengono accolte e abbracciate come amici che nel corso dell'anno vivono fuori e poi tornano qui l'estate. Cominciamo questa nuova edizione con la sicurezza che ci deriva dalla tradizione e ci inseriamo in una città in fermento dopo un inverno pieno di iniziative”.

 

A Bibi Iacopini, direttore del comitato organizzatore e memoria storica della manifestazione, il compito di fornire qualche numero. Saranno 202 gli espositori (una cinquantina dei quali provenienti dal Fermano), di questi 65 (12 i nuovi) del settore antiquariato-vintage-collezionismo e 124 (24 i nuovi) del settore artigianale, cui si affiancheranno anche quelli del mercatino etnico e di quello dei bambini. “Gli espositori vengono da tutta Italia, molti di loro si fermano in zona e ci restano per due mesi, il che genera naturalmente un indotto positivo per le strutture ricettive del territorio, oltre che naturalmente per gli esercizi commerciali del centro storico, che il giovedì fanno sempre affari d'oro – spiega Iacopini -. Di mercatini in giro ce ne sono molti, ma ciò che riusciamo a creare a Fermo è qualcosa di unico anche perché si estende su nove appuntamenti: per certi aspetti è come se fossero nove notti bianche”.

 

Anche perché, come evidenziato con una battuta significativa dallo stesso Iacopini, “il mercatino è come se fosse un optional, ma in senso positivo: abbiamo sempre detto che la nostra manifestazione deve essere un contenitore”. Un contenitore che si riempie di tante, interessanti iniziative collaterali, a cominciare da quelle promosse dalla Biblioteca civica, su tutte “Biblioteca con vista”, con i visitatori che potranno entrare dentro i locali della Spezioli, ascoltare le presentazioni editoriali che si terranno ogni giovedì e anche affacciarsi dalla loggetta recentemente restaurata dall'amministrazione comunale. Sempre all'interno della Biblioteca verrà proposta anche la mostra “C'era una volta e mai più”, che raccoglie numeri unici di riviste che poi non hanno avuto più seguito. Confermati inoltre i laboratori per bambini, che verteranno sul creare piccoli numeri di giornale e riviste.

 

Tra i partner del mercatino figura per il terzo anno consecutivo anche il Conservatorio Pergolesi: “Vogliamo portare il nostro piccolo contributo ad una grande manifestazione di Fermo e del Fermano, mettendo in evidenza alcune delle migliori performances del nostro anno accademico – commenta il presidente Carlo Verducci – e intervenendo su una realtà significativa della città, sia dal punto di vista storico che da quello urbanistico, come il Chiostro dei Carmelitani”.

E' proprio in questa location, infatti, che giovedì scorso ha preso il via “Degustazioni musicali”, la rassegna in collaborazione con Slow Food Condotta del Fermano che andrà avanti per altri tre giovedì e lascerà poi spazio ai ragazzi del Tangram Festival, che nei successivi quattro appuntamenti proporranno un'iniziativa con musica e piccole degustazioni multietniche.

Oltre al Chiostro dei Carmelitani, durante la manifestazione rimarrà aperto anche Palazzo Erioni Falconi, che ospiterà un'esposizione e un allestimento di due artisti, mentre l'Oratorio di Santa Monica sarà visitabile anche in orario serale e non solo pomeridiano. Infine, alle Piccole Cisterne dal 4 al 22 luglio ci sarà una mostra il cui tema si sposa perfettamente con quello del mercatino: in esposizione, infatti, ci saranno antichi strumenti per la scrittura ad inchiostro del collezionista Enzo Ercoli.

Non poteva poi mancare una chicca per il giorno dell'inaugurazione: a partire da giovedì 5 luglio, infatti, altre quattro opere arricchiranno ulteriormente la Mostra del Quattrocento in pieno corso di svolgimento a San Filippo Neri, opere che provengono da Urbino, Falerone e San Ginesio.

Da segnalare, infine, che sarà disponibile come sempre la navetta gratuita dai maxiparcheggi verso il centro, così come verrà confermato anche il servizio di collegamento dai campeggi di Marina Palmense al costo di 3,00€ per andata e ritorno.

 

Letture:1888
Data pubblicazione : 02/07/2018 13:31
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications