Eventi
Biagiola ai fornelli, degustazioni e approfondimenti per un evento da non perdere: a Porto San Giorgio arriva il festival della tradizione gastronomica marchigiana

E' un'altra novità dell'estate sangiorgese, una manifestazione ricercata che si presenta alla città e al territorio con attese importanti: sabato 14 luglio, nella suggestiva cornice di Rocca Tiepolo, si terrà la data zero del primo Festival della Tradizione Gastronomica marchigiana, un evento pensato per riflettere sulla tradizione, termine abusato e talvolta travisato sia nel linguaggio pubblico sia nella ristorazione.

Biagiola ai fornelli, degustazioni e approfondimenti per un evento da non perdere: a Porto San Giorgio arriva il festival della tradizione gastronomica marchigiana

Si tratta di una cena degustazione di cinque portate firmata da uno dei più autorevoli chef marchigiani, Michele Biagiola, insignito nel 2005 dell'ambita stella Michelin e recentemente premiato tra i migliori 70 ristoranti con pizza al mondo.

A sgombrare il campo da possibili equivoci ha pensato Tito Vagni, collaboratore della guida “I ristoranti d'Italia” de L'Espresso e direttore artistico del festival: “Questo evento si vuole subito liberare da quell'aura di sagra che generalmente circonda i festival legati al cibo – spiega -. La nostra ambizione è infatti quella di realizzare un evento di cultura gastronomica”.

E infatti le cinque portate della cena saranno presentate con alcuni cooking show condotti da giornalisti enogastronomici di fama nazionale, mentre contestualmente verrà allestita anche un'area talk con un vero e proprio salottino pensato per ospitare interventi che si susseguiranno in maniera regolare e che saranno mediati dalla giornalista Agnese Testadiferro.

 

Rocca Tiepolo è uno dei luoghi più belli e suggestivi non solo della nostra città ma dell'intero territorio – osserva il sindaco di Porto San Giorgio Nicola Loira – deputato di solito ad eventi culturali e questo festival a suo modo rientra in questa classificazione: cucina, buon cibo e rapporto con il territorio sono infatti tutti elementi di una cultura e di una consapevolezza che si sta sempre più affermando e che anche come Comune teniamo molto a sostenere”.

Un'iniziativa la cui organizzazione va avanti ormai da mesi e che, nelle intenzioni dell'amministrazione, potrebbe connotare la città da qui ai prossimi anni: “E' un appuntamento che vedrà la partecipazione di personaggi e chef illustri – rimarca l'assessore al turismo Elisabetta Baldassarri - che, attraverso degustazioni di prodotti del nostro territorio, in realtà faranno fare un viaggio ai presenti nel mondo della cultura e dell'enogastronomia marchigiana. L'auspicio è che questo festival possa assumere velocemente una rilevanza extracomunale e regionale”.

 

Il festival, organizzato da Vagni e da Paolo Concetti, presidente di Slow Food Condotta del Fermano, è patrocinato, oltre che dal Comune di Porto San Giorgio, anche da Slow Food Marche del Presidente Ugo Pazzi e dal Consorzio Vini Piceni, che proporrà una selezione di vini per accompagnare i piatti preparati da Biagiola. Quali piatti? Su questo gli organizzatori preferiscono mantenere il riserbo puntando sull'effetto sorpresa: quel che è certo è che il costo della cena e dell'evento, riservati ad un massimo di 100 persone (per prenotazioni contattare il 3315922270), è di 50 euro.

La gastronomia ormai è uno dei grandi territori dell'intrattenimento di massa – spiega il direttore artistico commentando il senso del festival – e abbiamo voluto creare un modello più specifio possibile per questa regione. Tanti chef locali mi hanno chiesto per anni di organizzare qualcosa per dare risalto alla gastronomia marchigiana: a Porto San Giorgio e più in generale in tutte le Marche viviamo un momento di particlare vitalità ed era quindi giusto dare risalto a questo modo particolare di interpretare la tradizione”.

Sponsor principale della manifestazione sarà il Circuito Marchex che, come spiegato dalla direttrice Sabrina Poggi, si occupa proprio di raccogliere la tradizione locale mettendo in rete imprese del territorio e facendo sì che possano scambiarsi servizi senza utilizzare moneta.

Infine, spazio anche per una curiosità: il logo dell'evento, che raffigura un picchio con una forchetta e un cavatappi, è stato progettato e realizzato dal grafico di Jovanotti, Giacomo Giovannetti della Upupà e Colibrì.

 

Letture:3671
Data pubblicazione : 04/07/2018 13:39
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications