Eventi
Fermo, un weekend da capitale del sassofono: tutto pronto per il 23esimo stage internazionale, seminari e concerti da domani a domenica

Torna da domani fino a domenica lo “Stage internazionale del Saxofono”, uno dei più importanti appuntamenti al mondo dedicati a questo strumento, giunto alla 23esima edizione.

L'organizzazione, come al solito, è curata dal Conservatorio di Fermo e dall'Associazione Saxofonisti Italiani: “Un'operazione collegiale, un fiore all'occhiello del Pergolesi – lo definisce il Presidente Carlo Verducci, che poi aggiunge -: questo stage è un po' come il vino di qualità, andando avanti negli anni acquista di pregio. E' un'iniziativa bella e importante che coinvolge tutta la città, un momento di grande rilevanza culturale e al tempo stesso di promozione per Fermo e tutto il territorio”.

Fermo, un weekend da capitale del sassofono: tutto pronto per il 23esimo stage internazionale, seminari e concerti da domani a domenica

L'affetto che i vertici del Conservatorio nutrono nei confronti di quest'appuntamento è evidente già dalle parole usate per descriverlo. Il direttore Nicola Verzina, ad esempio, nel tessere le lodi del suo predecessore Massimo Mazzoni e di Lucy Derosier, i veri promotori dell'evento, lo ha descritto come un “figlio ormai più che maggiorenne”, prima di sottolineare la straordinaria opportunità che esso rappresenta per gli allievi del Pergolesi: “La valenza principale dello stage è legata al suo essere in primis un momento di aggregazione – sono le sue parole -. Non si tratta di semplici concerti di musicisti importantissimi, ma di un'occasione di incontro tra i docenti e studenti provenienti da ogni parte d'Italia e dall'estero: uno scambio di competenze, di punti di vista e di ascolto di musiche nuove”.

 

Un'edizione che, secondo Mazzoni, si annuncia particolarmente ricca, abbinando in maniera mirabile la parte didattica e artistica. Tanti i musicisti di spicco che si esibiranno, a cominciare dallo spagnolo Alfonso Padilla, dal francese Frédéric Basquin e dall'inglese Naomi Sullivan, grazie alla quale si è aperta una collaborazione con il Conservatorio di Birmingham sfociata in una nuovo possibile luogo di Erasmus per i ragazzi del Pergolesi.

Di assoluto rilievo anche la figura di Mauro Mazzi, sassofonista della Scala e in tutto il mondo, che verrà a Fermo con il jazzista Achille Succi proponendo l'interessante spettacolo “Bach in Black”.

Ma ci sarà spazio anche per giovani talenti, come Salvatore Castellano e Simone Moschitz, ovvero gli ultimi due vincitori del Premio del Conservatorio “Verdi” di Milano, oltre che per Francesco Loicano, musicista barese di grande spessore artistico e tecnico.

 

Gli spettacoli si svolgeranno all'Auditorium Billè del Conservatorio Pergolesi, con l'eccezione del Sonora Junior Sax di sabato sera alle 21:15, che avrà invece luogo nella suggestiva cornice del Teatro dell'Aquila, che quindi il Comune di Fermo torna a concedere per la rassegna al Conservatorio dopo che il sisma ha messo fuori causa l'Auditorium San Martino.

La Sonora Junior Sax è un ensemble di 70 giovani sassofonisti provenienti dalla Campania che, insieme ad alcuni tutor, eseguiranno brani del loro repertorio e faranno anche da accompagnamento alle esibizioni dei prestigiosi solisti già menzionati.

 

Fondamentale per la riproposizione del festival negli anni è comunque il contributo del Comune di Fermo e della Fondazione Cassa di Risparmio: “Senza di loro al nostro fianco – ammette candidamente Verducci – quest'evento non potrebbe avere ancora vita”.

Una collaborazione, quella che vede protagonisti in particolare l'ente comunale e il Conservatorio, che si è recentemente concretizzata anche nell'entrata di quest'ultimo nella Fondazione Rete Lirica delle Marche: “Il Comune appoggia con convinzione il Conservatorio perché ci crede – spiega -. Con loro c'è una cucitura continua, un lavoro costante che ci vede uniti nella volontà di superare ogni avversità: cerchiamo di mantenere la barra dritta e di andare avanti”.

 

Ma l'attività pre natalizia del Conservatorio non si esaurirà nello stage internazionale del sassofono: martedì 18, infatti, il prof. Giacomo Fornari, direttore del Conservatorio di Bolzano, terrà alle 16 una conferenza su Mozart. Il giorno successivo, poi, sarà la volta del Concerto di Musica antica curato dalla classe di canto rinascimentale e barocco, mentre giovedì 20 spazio al concerto di musica contemporanea con musiche dei docenti e compositori del Pergolesi: un appuntamento ormai tradizionale, quest'ultimo, basato sempre sul rapporto tra musica e poesia e che quest'anno è specificamente dedicato al tema del “popolare”.

Letture:1139
Data pubblicazione : 13/12/2018 13:11
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications