Attualità
Chiude la storica trasmissione radiofonica 'Con Parole Mie' di Umberto Broccoli. Saturnino Di Ruscio: “Ha contribuito a portare le Marche e Fermo alla ribalta nazionale. Grazie!”

Ho appreso da un amico dell’improvvisa chiusura della rubrica radiofonica “Con Parole Mie” trasmessa su Radio Uno Rai condotta da Umberto Broccoli. Di fronte a tale scelta lo stupore sorge spontaneo ed induce ad indagarne le ragioni. Da Sindaco ho ospitato a Fermo per circa sei anni, durante il periodo estivo, la trasmissione radiofonica di Broccoli che ha contribuito a portare alla ribalta nazionale la città di Fermo, la Provincia di Fermo, le Marche e… i Maccheroncini di Campofilone!

Chiude la storica trasmissione radiofonica 'Con Parole Mie' di Umberto Broccoli. Saturnino Di Ruscio: “Ha contribuito a portare le Marche e Fermo alla ribalta nazionale. Grazie!”

Ricordo che alcuni fa Broccoli aprì la sua prima puntata a Fermo, con un omaggio a Joyce Salvadori Lussu nel decimo anno dalla sua morte, recitando insieme ad uno dei suoi collaboratori una poesia di Nazim Hikmet, autore come è noto caro alla Lussu che ne ha tradotto le Poesie d’Amore ed altre opere in italiano. Nessuno a Fermo si era ricordato di quell’anniversario!

Durante le diverse edizioni estive della trasmissione radiofonica, i turisti arrivavano da ogni parte d’Italia - dalla Sicilia e dalla Sardegna- per soggiornare a Fermo e godere della magia di quelle serate all’ aula magna della Facoltà di Beni Culturali. Dopo quelle serate estive fermane, Broccoli è stato ospite anche delle città di Osimo e, durante la scorsa estate, di Recanati. La prossima estate era in programma la presenza del conduttore con le sua trasmissione a Porto San Giorgio, sotto la “regia” della Regione Marche. Di recente è tornato sia a Recanati che a Porto San Giorgio ed all’ultima edizione del Festival Tipicità per presentare con successo il suo ultimo volume “Luoghi Comuni: da Catullo a Battisti il gioco eterno delle passioni”.

Sembra che il nuovo direttore di rete sia in cerca di pubblicità.. Forse non era abbastanza quella procurata nelle Marche durante il periodo estivo? Le trasmissioni radiofoniche di Broccoli potevano contare sulla pubblicità di brand famosi -come Nero Giardini, Brosway, ecc.- ma forse non bastava? Magari qualche scelta “sensazionale” come questa di chiusura di una delle trasmissioni più ascoltate del palinsesto, assicura una pubblicità di impatto più forte ed immediato…

L’amara riflessione è che si è completamente persa in questi anni l’originaria funzione dei mezzi di comunicazione: la radio e la tv nati ed utilizzati negli anni Sessanta per contribuire in clima di crescita del Paese alla costruzione dell’identità culturale del popolo italiano, alla sua educazione e formazione culturale, sociale e di costume – il pensiero corre al maestro Alberto Manzi con la sua celebre trasmissione “Non è mai troppo tardi”, ricordato di recente in uno sceneggiato televisivo - oggi sono diventati altro.. programmi radiotelevisivi diseducativi propongono spesso il peggio del peggio, modelli negativi e fuorvianti, conditi anche di volgarità, speculare ad un nuovo imbarbarimento dei costumi ed allo svuotamento di valori e contenuti etici. In tutto ciò non è trascurabile ricordare che paghiamo anche il canone… In questo contesto una trasmissione come “Con Parole Mie” diventa un’ eccezione pericolosa, un confronto troppo elevato nei contenuti e nelle forme che risulta più semplice eliminare che emulare! Con impareggiabile maestria Broccoli, di trasmissione in trasmissione, mescola parole, musica e pensiero, riuscendo ad avvicinare il grande pubblico ai classici da cui trae, con naturale semplicità ma senza mai essere banale, riflessioni eterne sulla natura umana, suoi suoi sentimenti, sulla sua essenza. Broccoli affascina, coinvolge, insegna ma mai dalla cattedra, piuttosto all’anima. Ma se le eccezioni spingono in alto, meglio allora omologare.. spesso, purtroppo, verso il basso. Mala tempora currunt direbbe forse Broccoli, con arguta ironia, citando ancora una volta gli amati classici…

Citando e parafrasando, vorrei concludere con una riflessione non mia, ma del filosofo scozzese Alasdair Maclntyre – tratta dal suo celebre saggio di teoria morale “Dopo la virtù”, edito nel 1981 che trovo particolarmente consona al tempo presente: “ Ciò che conta, in questa fase, è la costruzione di forme locali di comunità al cui interno la civiltà e la vita morale e intellettuale possano essere conservate attraverso i nuovi secoli oscuri che incombono su di noi. E se la tradizione della virtù è stata in grado di sopravvivere agli orrori dell’ultima età oscura, non siamo del tutto privi di fondamenti per la speranza. Questa volta, però, i barbari non aspettano al di là delle frontiere: ci hanno governato per parecchio tempo. ..stiamo aspettando: non Godot, ma un altro San Benedetto, senza dubbio molto diverso”.

Un grazie di cuore ad Umberto Broccoli ed a tutto il staff, con l’augurio “Con Parole Mie” che non finisca qui!

Letture:19913
Data pubblicazione : 05/04/2014 10:27
Scritto da : Saturnino Di Ruscio
Commenti dei lettori
136 commenti presenti
  • vincenzo

    19-08-2018 15:27 - #136
    vedo che a 4 anni di distanza,chi ha confidato in un calo di emotivita',aveva maledettamente ragione,segno che in questa italietta,cosi' provinciale,continuano a vincere gli ignoranti(nel senso di ignorare) e i raccomandati.In compenso la programmazione estiva di radio 1 è costellata di anacronistici e deludenti programmi di canzoni,segno che anche il preparato ed esperto Jhon Vignola sta per essere messo in soffittaUn saluto di stima al Prof. Broccoli
  • lorenza

    22-09-2016 16:15 - #135
    A distanza di quasi due anni e mezzo,con il recente cambio della direzione e della sua sciagurata decisione di cancellazione del programma stiamo scrivendo al nuovo direttore di radio 1 dott. Montanari per chiedergli di ripristinare Con parole Mie. La bellezza delle parole è inossidabile rispetto al tempo che passa. Tutto quanto si legge su questa pagina, sotto questo articolo, è la testimonianza dell'affetto immutato verso la trasmissione, di quanto ci manchi e della voglia di riascoltarla. Non ci arrendiamo.
  • Giuliano Palumbo

    03-09-2016 12:03 - #134
    Ho amato e ancora amo enormemente le trasmissioni condotte dal professor Broccoli, la chiusura dei suoi programmi da parte di radiouno equivale ad un tradimento infame, per fortuna ho scaricato circa duecento puntate tra Con parole mie e In Europa che spesso mi riascolto.
  • torre francesco

    24-04-2016 12:37 - #133
    non si è mai spenta in me la nostalgia per la trasmissione, l'unica consolazione e che avendo smesso di ascoltare radio uno, mi sono dato all'ascolto di radio tre che non è niente male. Sempre pronto a ritornare al mio primo grande amore" i testi della dottoressa Cavaliere narrati magistralmente dal professor Broccoli" . RIDATECELI ALLA RADIO
  • Herman Corradetti

    23-03-2015 02:24 - #132
    I had been listening to "Con parole mie" for many years. The reason for listening is obvious, as the transmission conveyed every day much pleasure to its listeners and enriched people's lives. Unfortunately, I was not able to listen for almost two years due to a serious illness. And now I found out that the program was cancelled. This is simple insanity. I am sure that the program has been shelved forever. Another nail in the Italian coffin.
  • lussy 45

    26-12-2014 04:19 - #131
    ridateci "con parole mie" - grazie al prof. Broccoli per tutto quello che mi ha insegnato con la sua trasmissione.. Mi manca immensamente!
  • Sarino

    22-12-2014 06:14 - #130
    Come l'Italia nostra tutta, anche Roma è stravolta dallo scandalo. Nulla di nuovo ne di pulito, sotto l'italico cielo. La corruzione è di tutti ed il danaro non puzza a nessuno, dalla cosidetta destra, alla sinistra.Nessuno ci salverà. Mancano a tanti. i colti, carezzevoli e nostalgici interventi del Professore Broccoli. Questi non appartengono più a questo nostro ultimo mondo. Buon Natale Professore! con Sagunto anche Roma è bruciata.
  • susanna bernardini

    09-11-2014 16:15 - #129
    Mi associo a tutti i commenti dispiaciuti che ho ritrovato in questa pagina."Con Parole mie" era una trasmissione colta,intelligente, assolutamente fuori dal coro, se il coro è il nulla e l'ignoranza dei servizi radiofonici di oggi. Per me che, come molti, feci decenni fa il liceo classico, sentire Broccoli era il ritrovare immenso e improvviso l'amore per qualcosa da ragazzi forse sopportato, ma, appena usciti dall'imposizione del liceo, affettuosamente e gelosamente amato.La malinconia dolcemente permeante ogni ricordo da Broccoli citato è la mia malinconia,e il sentirlo mi accomunava in una analogia di pensiero unica.Ci manchi , enormemente.Spero che nelprossimo anno capisca qualcuno il danno fatto.Intanto, qualcuno pubblicherà un cofanetto delle registrazioni di tutte le sue puntate?Mi prenoto.
  • carmen modena

    27-10-2014 20:56 - #128
    Mi associo a tutte quante le considerazioni espresse sul prof. Broccoli. Credetemi a distanza di ormai diversi mesi, sento sempre di più la mancanza di parole così come ce le faceva giungere il prof. Broccoli. Ci manca molto,, come è veramente vuoto tutto quello che ci proponete ora! Grazie e distinti saluti
  • Patrizia

    23-10-2014 14:17 - #127
    Sono una docente di storia e filosofia a cui la trasmissione "Con parole mie" manca tantissimo. Mi teneva compagnia in modo intelligente quando rientravo a casa. Un'occasione preziosa per crescere, scoprendo aspetti nuovi e curiosi della nostra meravigliosa e ricchissima cultura. Ho spinto spesso i miei studenti ad ascoltare in podcast alcune puntate, utili per comprendere megli alcuni argomenti che stavamo affrontando in classe. Ora alle 14 (mitica ora della trasmissione) cambio canale radiofonico. Con molta tristezza e rimpianto.
  • Paola levorato

    26-09-2014 16:15 - #126
    Ridateci "Con parole mie", è una trasmissione salva vita.
  • massimo serravalle

    16-09-2014 17:48 - #125
    incredulo e dispiaciuto
  • massimo

    01-09-2014 12:45 - #124
    Non volevo crederci, ho pensato ad una sospensione estiva, poi ho cercato..e capito. Che peccato chiudere una trasmissione come questa, dove buon gusto, intelligenza, ricordi,letteratira, musica andavano a braccetto..povera RAI, sempre più commerciale e sempre meno portatrice di cultura..e vale pure per la TV
  • Walter

    30-08-2014 06:26 - #123
    Da anni qui in america mi scaricavo i podcast della trasmissione, l'unica ch e mi facesse sentire a casa: se RAIRADIO1 vuole solo musica inglese me la ascolto qua. Se non riprendono all'autunno spero che affondino come si meritano. Non venite a piangere che perdete ascolti poi o fare gli scioperi perche vi vogliono licenziare: siete un mandria di **************************************
  • giulia

    27-08-2014 11:55 - #122
    mi associo al dispiacere e alla indignazione per la soppressione della mitica trasmissione "con parole mie." giulia
  • Sarino

    14-08-2014 10:03 - #121
    Anche questa Estate, mi attendevo, per mio consueto rinfrancante appuntamento estivo, con le emissione da Radio 3, il Wagner da Bayeruth e da Radio 1 che non seguo mai il Professor Broccoli con il suo frizzante "bicchier di spuma pronto ". Rai 1 dicevo che non seguo mai: " troppe notizie di borsa; troppa insopportabile pubblicita; troppo allineamento con il potere dominante; troppo inglese; e totalmente,canzoni e musica anglosassone a tutte le ore; solo PALLONE ed a sera, Pallone o Audio di corruttrici ,"finzioni televisive". Wagner è stato sopraffatto dagli onnipresenti PROMS pomeridiani. Il Professore Broccoli, ha dovuto metter da parte, in Radio 1, con slitte e corriere e vari altri mezzi, con tutti NOI ascoltatori, di canone paganti, ..... Lucrezio; Tacito; Cesare; Cicerone; Catullo; D'Annunzio.....I suoi affettuosi e didattici interventi, il suo confessarsi e l'erudirci, la disincantata bonomia del Signore "consapevole", "dolorante" e Colto, il suo amore per l'Italia, qualche briciola di non condivisibile "speranza", i suoi "Aiutanti", "i frati indovino", il caro Bernardini, la corriera Fiat 626 e tutta una Italia che ancor vive ma Ohimè, vegeta soltanto, una Italia da "rottamere", una Italia suicida. Che cosa dire? Abbiam ancor da vivere questo ultimo tempo di rovina e, cadendo, bello sarebbe Professore Broccoli, cader con l'arme in mano, guardando in faccia il volto del "nemico". NOI non possiamo che, dirvi Grazie !!! speravate in questi lustri di salvarci. Nessuno lo può ormai. Il barbaro nemico, lo abbiamo già in casa. Addio Sarino La Placa. Palermo 14 Agosto 2014
  • Michele

    07-08-2014 10:06 - #120
    ...è paradossale che la Dott.ssa Tarantola, Presidente della RAI, stia chiedendo alla stessa Rai le motivazioni della sospensione di Con Parole Mie...........mi suona da presa in giro!
  • Sandro

    05-08-2014 11:11 - #119
    Mi aggiungo allo stupore, anche se non ero un ascoltatore assiduo, ogni volta che mi capitava di seguire la trasmissione ne rimanevo piacevolmente attratto e incantato! Cui prodest? !
  • maris parravicini

    31-07-2014 12:06 - #118
    Prof. Umberto Broccoli buongiorno amici ciao giorni bui questi che sono il dopo di "conparolemie": Perchè la trasmissione è finita su un binario morto? E' stato un colpo basso inferto dal potere, una pugnalata nell'anima, nel pensiero "I cani hanno sbranato Atteneo, perchè non hanno riconosciuto" la qualità fisica, morale della trasmissione. : Hanno eliminato una grande bellezza, decisione di non senso. I sepolcri imbiancati hanno avuto la meglio Il condottiero dei valori è stato sopraffatto dalla bruttezza, guardato con ostilità: Il genio del vertice rai deve chiedere lumi ai sette saggi: perchè con tutte le forze avverse al bello ha voluto calare il sipario su "conparolemie" Non è dato sapere? Premio Oscar alla balordaggine dei nuovi poteri In compenso ci rovescia addosso il troppo del nulla di un'ora e mezza di king kong. Pollice verso per questa povera , piccola scelta.
  • lorenza

    24-07-2014 15:45 - #117
    Abbiamo ricevuto risposte dal Segretariato della Presidenza della Repubblica, dalla presidente Rai Tarantola e, da ultimo, ieri, una Conparoliana del gruppo ha ricevuto una comunicazione telefonica dalla Segreteria della Presidente della Camera Boldrini. Tutti queste autorevoli istituzioni stanno chiedendo le motivazioni e le "autonome valutazioni"alla Rai della sospensione di Con Parole Mie e un seguito di competenza per queste nostre richieste. Chi vuole può iscriversi al gruppo CON PAROLE MIE e firmare la petizione per richiederne la messa in onda. Chi lo desidera, può aiutarci in questa civile protesta. Grazie.
  • giovanna rossi

    24-07-2014 00:07 - #116
    sono ormai più di tre mesi che Con parole mie è stata soppressa. Anch'io non ascolto più raiuno e pensare che, prima Luzzi e Bassignano e poi Broccoli sono stati un appuntamento fisso per me per 10 anni. Ma cosa sta succedendo? Sono sconcertata oltre che amareggiata.
  • Sophie Lys

    22-07-2014 22:59 - #115
    La trasmissione "Con Parole Mie" è stata soppressa, sono triste ed indignata. Ringrazio il Prof. Broccoli per avermi donato momenti di pura gioia attraverso una trasmissione ricca di cultura e condotta con intelligenza esemplare.
  • Mariella Caroli

    11-07-2014 16:54 - #114
    10 e lode al commento di Maria Elisa. Anch'io ho abbandonato l'ascolto di radio rai come già avevo promesso il 9 Aprile. Non intendo mandare all'"ammasso" il mio cervello. VOGLIO CULTURA.
  • Antonio

    09-07-2014 16:21 - #113
    Ascoltavo "CON PAROLE MIE" da sempre . Era una trasmissione lontana dalla superficialità,dalla volgarità che imperano in quasi tutte le trasmissioni attuali.Se ne sente la mancanza e mi auguro che sia ripristinata.
  • Maria Elisa

    07-07-2014 17:44 - #112
    Cara Mamma Rai, è proprio vero che la vecchiaia è una brutta malattia! E tu, lasciamelo dire, stai invecchiando proprio male! Ti seguivo notte e giorno, ma via via mi sono trovata costretta a sostituirti con Radio24, perché in molti orari mi avevi tolto quello che mi piaceva ascoltare. Hai cominciato con eliminare Emanuela Falcetti, Luzzi e Bassignano, Nicoletti, la Bonaccorti ed ora, cosa veramente incredibile, pure Umberto Broccoli. Le sue trasmissioni sono sempre state bellissime, piacevoli, colte e dotate anche di un ottimo senso di humour. Cara Mamma, vuoi mandare il cervello dei tuoi figli all’ammasso, immergendoli in un miscuglio fatto di calcio e canzonette! Per me Radio1 è morta. Ma sai cosa ti dico? Meglio restare orfani, che avere una mamma come te!
  • teodosio da Pietragalla

    30-06-2014 19:44 - #111
    Reputo la soppressione della rubrica "CON PAROLE MIE" una mossa ardita e forse inconsapevole. Ne chiedo con forza il ripristino. Il nuovo non si realizza eliminando ciò che è valido ed efficace, ma rinvigorendolo e meglio contestualizzandolo. Broccoli con grande capacità evocativa, con suggestive e spesso commoventi parole ci ha presentato episodi tratti dalla letteratura facendoli rivivere così come li abbiamo vissuti nei banchi di scuola e riferendoli spesso a situazioni contemporanee. Di grande pregio formativo la divulgazione di testi complessi resi con semplicità per raggiungere una vasta platea di ascoltatori.
  • Marilena buccella

    25-06-2014 09:29 - #110
    Sembra impossibile che abbiano potuto chiudere una trasmissione così bella, per me e per tanti che conosco una perdita vera e propria, un vuoto ... Perché? Quando le cose funzionano non si devono distruggere ma far crescere
  • Fabio Fabbri

    22-06-2014 00:30 - #109
    io sono contento che abbia chiuso, una delle peggiori trasmissioni radiofoniche di sempre: ciarpame!
  • ettore bisignani

    21-06-2014 22:49 - #108
    acoltavo con parole mie e ..in europa... da sempre , era un appuntamento, un impegno con il Prof. Broccoli tanto familiare ed amico . E' molto grave la loro eliminazione, sostituiti con tanta volgarità e banalità , Erano pochi minuti , non davano fastidio, anzi......, era come incontrare un amico dal quale apprendere in amabile compagnia. Tutto senza spiegazioni, senza un perchè , bravo direttore come fa a lavorare in conscienza senza tenere conto del parere degli ascoltatori per i quali ..............dovrebbe (????) lavorare ?.
  • Giovanni Boattini

    14-06-2014 22:50 - #107
    Questa sera i commenti sono arrivati a 103: che senso ha aggiungere il numero 104? Sento tuttavia forte l'esigenza di unire la mia protesta a quella dei tanti ascoltatori delusi dalla brusca e miope decisione del direttore Mucciante di privarci di uno dei pochi spazi della programmazione radiofonica che stimolava la fantasia e faceva sentire il gusto dissetante della cultura non imposta ma declinata secondo la sensibilità di ciascuno . Questa notte gioca l'Italia, tutti tifiamo per la nostra Nazionale ma anche per i valori di civiltà e di rispetto che professionisti seri come il professore Broccoli e i suoi collaboratori hanno per tanto tempo portato avanti . VINCI ITALIA E CREDI NELLA CULTURA!
  • Pietro Di Cecco

    08-06-2014 09:09 - #106
    S.I.R.T.I = Sembra Impossibile Riunire Tanti Incompetenti (alla RAI). Ridateci "CON PAROLE MIE" condotto da Umberto Broccoli. Una tra le più belle trasmissioni di RAIUNO.Pago l'abbonamento alla Rai dal 1957 (58 anni).Ho il diritto di reclamare !
  • Dino scialino

    07-06-2014 10:56 - #105
    E uno schifo. Stanno rovinando un paese .gli abbonati non contiamo proprio niente? Ridateci Broccoli e vergognatevi
  • Lorenza Mastroianni

    05-06-2014 15:46 - #104
    Se lo volete, potete dar forza alla nostra civile protesta scrivendo alla Presidente Rai (ufficiostampa@rai.it) e, per chi non ne fa ancora parte, iscriversi anche al gruppo fb CON PAROLE MIE Gentile Presidente Tarantola, con oggi sono trascorsi due mesi da quando, il programma radiofonico Con Parole Mie, condotto dal prof. Broccoli e il suo professionale staff, è stato cancellato dal palinsesto Rai. Seguiamo con interesse gli incontri, le tavole rotonde che si stanno svolgendo in questo periodo sulla questione del rinnovo della Convenzione Rai 2016 e di dare più qualità al servizio pubblico. Auspichiamo che le parole pronunciate in queste autorevoli sedi, non restino lettera morta: “ le iniziative, a garanzia di quelli che ho definito prodotti a rilevanza sociale come universalità dei contenuti, valorizzazione dell’identità e della cultura nazionale, non necessariamente redditizie, costituiscono un dovere del servizio pubblico” Queste Presidente sono sue parole pronunciate nell’ambito dell’evento organizzato in occasione della settimana delle Scienze della Comunicazione, promossa dall'Ufficio della Pastorale Universitaria del Vicariato dal titolo “La Convenzione Rai 2016. un nuovo patto con gli italiani” . Anche il Presidente del Consiglio Renzi è orientato verso la direzione di un potenziamento della qualità del servizio pubblico. La qualità passa attraverso la diffusione della cultura. Programmi culturali come Con Parole Mie aiutano la Rai a perseguire i suoi obiettivi di innalzamento degli standard qualitatativi. Come ha detto giustamente, nella stessa tavola rotonda, G. Maria FARA Presidente Istituto Eurispes “Il servizio pubblico ha perso credibilità e autorevolezza perché ha rinunciato al ruolo che le era stato affidato, quello di agenzia di senso di orientamento per la crescita del Paese nel dopoguerra, dalla distruzione all’industria alla funzione pubblica. Col tempo la Rai non è stata all’altezza del compito come qualità mentre segue, nelle sue perversioni, il mercato privato, la differenza è poca. Sciacallaggio, volgarità, maleducazione anche nei talk show, non solo negli spettacoli. Posso accettare il trash dal mercato ma non dall’Azienda Pubblica che deve informare, educare, intrattenere. Educare per riflettere sui contenuti, i Mass Media non sono né buoni né cattivi, dipende da quello che ci metti dentro. La Rai deve ricominciare a riflettere sul piano etico, non che debba imporre ideologie ma riflettere sull’etica, ciò che è bello della vita: bello – brutto, buono – cattivo. L’auspicio è che la Rai torni ad essere autorevole agenzia di formazione pubblica”. E ancora il dott. Catricalà quando dice che “la Rai deve essere diversa e ha bisogno, tra le altre televisioni, di Forza Culturale… I programmi culturali e l’informazione derivano dal canone.. Se c’è una specificità della Rai difendiamola adesso, come Rai: ci presenteremo meglio al rinnovo della concessione del 2016” Gentile Presidente, la nostra richiesta è accompagnata dall’urlo di una civile protesta che continua in modo vigoroso e che stiamo portando avanti da due mesi, da quando cioè è stata PRESA LA DECISIONE DI CANCELLARE CON PAROLE MIE e di non venire incontro così alle richieste di oltre 2800 membri del gruppo fb CON PAROLE MIE, e di tutti gli altri estimatori del prof Broccoli non utenti di fb, che da subito hanno fatto presente questa esigenza come cittadini e come contribuenti del canone Rai. Continuando a seguire e informarci sui vostri incontri sul tema, inviandole nel frattempo anche i nostri bollettini del nostro canone pagato, noi confidiamo nell’autorevolezza del suo intervento in merito, perché una Rai che voglia garantire il servizio pubblico inteso come servizio per i cittadini, DEVE tener conto di richieste di offerta culturale, elemento fondamentale per un servizio pubblico che riflette sui contenuti in vista del rinnovo convenzione. Grazie per l’attenzione che vorrà dedicarci. Lorenza Mastroianni da Massa Carrara Membro Gruppo fb CON PAROLE MIE
  • giuseppina

    04-06-2014 20:13 - #103
    Perchè impedire di parlare a chi ha tanto di bello e di buono da dire? Sono passati due mesi e "Con parole mie" non è ancora stata ripristinata. Per favore fatele un posticino da qualche parte, ma ridatecela. Per favore. Grazie.
  • Dario

    04-06-2014 15:20 - #102
    Che tristezza , veramente un peccato con le sue parole ti trasportava in un viaggio tipo la puntata dedicata a Pachino oppure quando parlò delle ante socchiusa di un balcone parole semplici da sognare ma come si sa le cose belle non durano ma sicuramente qualcuno di più intelligente si accorgerà di tutto questo e presto lo aascolteremo buon giorno Professore . Dario
  • Angelo

    03-06-2014 18:21 - #101
    E' stata una vergogna per la Rai aver chiuso una trasmissione che rappresenatva una parentesi storico-culturale,in um mixer di programmi musicali stancanti e poco accattivanti, GRAZIE Prof:Broccoli per tutto quello che ci ha regalato con le sue trsmissioni:.Spero che qualche radio privata possa darci la possilità di ascolarlo di nuovo:-
  • massimoserravalle

    02-06-2014 08:56 - #100
    ringrazio per tutto ciò che ho imparato ascoltando questa trasmissione ora devo lasciare spenta la radio in quanto il livello è basso. Salomone diceva in proverbi capitolo 1 verso 5 : il saggio ascoltera e guadagnera più istruzione. il punto è cosa ascoltare?
  • GIOVANNI PESSOTTO

    30-05-2014 19:16 - #99
    Penso che mucciante vorrebbe inserire un programma di musica e non guardato in faccia a nessuno e considero Broccoli un rudere da "rottamare" speriamo che se ne accorgano in RAI
  • Michele

    28-05-2014 17:38 - #98
    propongo di chiedere in massa spiegazioni al Sig. MUCCIANTE, attuale direttore di RADIO 1. Cosa ne pensate cari affezionati? Ma si possono richiedere gli atti (la trasparenza!) sulal improvvisa chiusura del programma? E la Direttrice Generale che tanto disprezza la TV spazzatura dove è andata a finire? NON MOLLIAMO!
  • Irene B

    26-05-2014 14:10 - #97
    Aggiungo anch'io la mia voce di rammarico ... Non ero una assidua ascoltatrici ma e' da un po' che mi chiedevo come mai non riuscivo piu' a beccarlo ... mi mancava ... Allora ho cercato sul web informazioni e trovato la notizia della CHIUSURA di questo programma! NON CI POSSO CREDERE ... NON HO PAROLE.
  • hal9000

    24-05-2014 15:03 - #96
    Ho aspettato un mese abbondante per scrivere due parole sulla soppressione di questa trasmissione. Ho aspettato tutto questo tempo perchè mi sono chiesto - a caldo - se magari col passare delle settimane il senso di disagio e di amarezza provocato dal mancato ascolto quotidiano (ci metto anche In Europa del sabato mattina) delle voci, dei suoni, delle musiche e delle atmosfere che quella magica trasmissione riusciva a infondermi, si sarebbe attenuato. Non è andata così, anzi, col disagio è proporzionalmente cresciuto in quese settimane anche il senso di rabbia e di frustrazione nel non poter più contare sull'apporto intelligente, competente e così ricco di calore umano che il professor Broccoli sapeva trasmettere penso a tutti noi. Perciò vorrei dire a chi ha così celermente e stupidamente cancellato dal palinsesto di Radio 1 una trasmissione bella e giovane come questa che - nel contempo - ha cancellato anche un ascoltatore storico dallo share (si dice così?) di tutta la testata. Magari gli interesserà poco al novello, supponente e scarsamente lungimirante neo-direttore di Radio 1 di questa mia affermazione, ma noto con piacere che tanti altri radioascoltatori la pensano come me, e allora il numero forse può cambiare di prospettiva al fatto. Al medesimo direttore vorrei anche dire che fra vent'anni tutti coloro che hanno avuto il piacere e l'onore di ascoltare le migliaia di puntate di CON PAROLE MIE si ricorderanno senza ombra di dubbio il nome del suo valente conduttore, il professor Umberto Broccoli. Di contro, nessuno credo avrà memoria di quello dell'attuale direttore di Radio 1. Addio
  • Cinzia Castelli

    23-05-2014 11:34 - #95
    Che tristezza: giorno dopo giorno non riesco più ad accendere la radio. Dalla mia nascita RadioUno Rai è stata il sottofondo di ogni giornata, ma senza la voce del Professor Umberto Broccoli il senso della radio è smarrito. Una cancellazione dal palinsesto assurda e ingiustificabile. Perché, Mucciante? Perché, Tarantola? Perché, Gubitosi?
  • claudio

    20-05-2014 14:10 - #94
    Ed è molto triste constatare che una trasmissione sempre nuova, stimolante, venga chiusa nel quasi silenzio delle istituzioni. Servizio pubblico significa che la logica share deve valere fino ad un certo punto. Tuttavia in questo caso osservo che la trasmissione, a parità di genere, è terza classificata come podcast. Quindi non si può nemmeno accampare il calo di ascolti... Semplicemente vergognoso che proprio quel servizio pubblico non valuti la qualità di una trasmissione che viene fatta ascoltare anche nelle scuole...Spero che la Presidente Tarantola intervenga..
  • Gabriele Pericci

    19-05-2014 07:52 - #93
    Hanno spento "Con parole mie": sono senza parole. Gabriele Pericci
  • Michele

    17-05-2014 11:41 - #92
    Accogliamo l'invito del sig. antonio e teniamo spenta la radio nella fascia oraria scippata a con parole mie. La Direzione ci dovrà spiegare il perchè della soppressione. grazie
  • maria celeste giacobbe

    17-05-2014 10:50 - #91
    Togliendo la trasmissione "con parole mie" avete abbattuto una delle colonne di radio 1, che non è mai caduta così in basso. L'abbonamento, che pago da tanti anni, non è più meritato. Sto ascoltando la trasmissione "In Europa" e neppure qui sento la voce del prof. Umberto Broccoli !!!
  • Guido Bianchetti

    17-05-2014 10:50 - #90
    La trasmissione "Con Parole Mie" è stata a mio parere una delle poche trasmissioni intelligenti della radio di Stato. Il garbo e la cultura del prof. Broccoli (che paragonerei, a livello letterario e musicale, all'opera divulgativa del prof. Angela a livello scientifico ed a quella del prof. Daverio, per quanto concerne le arti figurative, tanto che vagheggio un incontro tra i tre, per immaginare un'opera universale e multidisciplinare, a carattere divulgativo, da essi elaborata) avvicinavano al grande pubblico il pensiero dei massimi autori antichi e moderni. Solo la stoltezza di un sistema burocratico inefficiente e ignorante, i cui risultati di massificazione e abbassamento del livello culturale sono sotto gli occhi di tutti, può avere operato la scelta di sopprimere la bellissima trasmissione. VERGOGNA!!!!!
  • Paolo Augello

    16-05-2014 22:35 - #89
    E' un errore madornale chiudere una trasmissione così piacevole e distensiva e che nello stesso tempo ti arricchisce culturalmente.
  • Lorenza Mastroianni

    15-05-2014 10:14 - #88
    INVITO, TUTTE LE PERSONE SENSIBILI AI PROGRAMMI CULTURALI, COME COLORO CHE HANNO SCRITTO SU QUESTA PAGINA, DI ISCRIVERSI AL GRUPPO FB CON PAROLE MIE E DI FIRMARE LA RELATIVA PETIZIONE. CI SENTIAMO SUL GRUPPO, QUALORA LO VOGLIATE. GRAZIE.
  • luciano, 1946

    13-05-2014 22:35 - #87
    Rientrato da un periodo all'estero, la settimana scorsa ho acceso l'autoradio al solito orario pensando di ascoltare U.B. in "con parole mie". Mi imbattei invece nella nuova (?) trasmissione di Fiorello & Baldini. A un tratto, tanto per non smentirsi, qualcuno del gruppo pronunciò la parola (abbreviata) "M....". A quel punto Fiorello (il CAPO) pronunciò, con grande soddisfazione, quella parola (merda), provocando esultanza ed applausi. Non contento Fiorello precisò chiaramente: "è la prima volta che questa parola viene pronunciata per esteso in Rai, anzi su RAI 1!!!!". Seguirono fragorosi applausi. Pronunciò invece Ulisse nel canto XXVI: "FATTI NON FOSTE A VIVER COME BRUTI, MA PER SEGUIR VIRTUTE E CANOSCENZA"
  • Fumagali Laura

    13-05-2014 11:27 - #86
    Anch'io sono rimasta senza parole. Umberto era ormai diventato un amico, un punto di riferimento, illuminante e prezioso per la sua memoria storica capace di far affiorare ricordi sbiaditi della nostra storia italiana trasformandoli in vividi dettagli, della nostra televisione, della nostra musica, della poesia, ma possibile che i programmi che funzionano debbano essere eliminati per lasciare il posto al nulla: al posto della sua garbata parola la rozza cretineria che esce direttamente dalla bocca senza passare dal filtro del cuore! Vergogna!!
  • oscar zamuner

    12-05-2014 13:27 - #85
    Il Prof. Broccoli è una bella parte nella ns. vita, già , a toglierlo, ci aveva provato il Cav., ora altri ci sono riusciti : sulla loro tomba dovrà riportarsi tale vergogna! MAI PIU' PROGRAMMI SPAZZATURA, VERGOGNATEVI!
  • torre francesco

    11-05-2014 22:06 - #84
    quando ho saputo che sarebbe stata l'ultima trasmissione del prof. Broccoli, sul mio trattore mi sono venute le lacrima e ho pianto. Tanta compagnia e tanto mi ha insegnato in questi anni accompagnandomi dall'adolescenza fino ad essere padre di famiglia, tanti sono stati gli spunti che ho portato poi nelle discussioni con mia moglie e i miei amici.Dopo aver fatto fuori dalla radio OLIVIERO BEA, GIANLUCA NICOLETTI, EMANUELA FALCETTI avete avuto l'ardire di togliermi anche il mio il nostro prof. se volete crescere generazioni di cretini, ignoranti, corrotti, sleali e arrivisti. in questo modo ci riuscirete. piango oltre che con gli occhi con il cuore una parte di me è stata eliminata. saluto tutta la redazione in particolare la signora CAVALIERE PATRIZIA E IL MIO NOSTRO PROF.
  • Luisa Maranini

    10-05-2014 14:34 - #83
    Non ho parole. . mie per esprimere il mio sconcerto per la chiusura della trasmissione. Era un appuntamento interessante garbato raffinato. Ma forse proprio questi erano i difetti. ..
  • maria teresa crocicchia

    10-05-2014 11:42 - #82
    Ho appreso ora che ho appena ascoltato l'ultima puntata di "Con parole mie ". Dire che sono dispiaciuta non rende bene il mio stato d'animo. In un mondo dove imperano la superficialità, la maleducazione, le parole gridate, questa trasmissione entrava nelle nostre case con la delicatezza , la signorilità della voce di Umberto Broccoli. Ho imparato tante cose dalla sua competenza nel campo dell'arte ,della poesia, della letteratura, della musica. Quelle citazioni tra un servizio e l'altro, l'ironia dello scambio di battute con il maestro Bernardini , la sintonia con la sig.ra Micocci contribuivano a rendere la trasmissione interessante e anche divertente. So che recentemente c'è stato un cambiamento alla direzione di radio uno; con tutto il rispetto per il nuovo direttore , spero che l'ottimo lavoro fatto da Antonio Preziosi , che ha reso Radio uno un'eccellenza della nostra Rai, sia una fonte di ispirazione. I diversi programmi che si susseguono e che comincio a seguire dalle 5, 5 e mezzo di mattina hanno un comune denominatore: un modo pacato- pur nel rispetto dei tempi tecnici- di trattare gli argomenti una educazione verso gli ospiti ai quali è lasciato il tempo necessario per fare un ragionamento che si traduce in un rispetto verso noi ascoltatori e appassionati come me da una vita di un mezzo straordinario come la radio. Rinnovo tutto il mio apprezzamento a tutta la squadra di "con parole mie" p.s. vorrei esprimere un giudizio negativo sulla nuova trasmissione quotidiana King Kong. Non mi piace neanche la conduttrice.
  • Luisa

    10-05-2014 11:25 - #81
    Ho appreso oggi con grande dispiacere che verrà soppressa anche la trasmissione " In Europa ", che permetteva di tenerci in contatto, in qualche modo, con Umberto Broccoli. Non comprendo e non condivido la nuova politica editoriale di Radio Uno. Umberto Broccoli per tanti anni, oltre a farci compagnia, ci ha dato modo con le sue trasmissioni di riflettere, di imparare, di sorridere, di crescere. E lo ha fatto sempre con garbo, senza urlare, senza sopraffare, valorizzando al massimo anche i suoi collaboratori. Non ho più motivo di ascoltare Radio Uno. Sintonizzerò tutte le radio di casa mia su Radio Tre, sperando che Con parole mie e In Europa possano riprendere al più presto. Intanto, grazie mille, Umberto.
  • sofia trento

    10-05-2014 10:59 - #80
    come mi dispiace....adesso ho appena capito che non ci sarà più neanche "In Europa".....non ho parole...se la scelta è per Fiorello e Baldini....con tutto rispetto....non c'è paragone. è da una vita che "Con parole mie" e "In Europa" mi fanno compagnia...adesso la radio sembra VUOTA....che delusione....
  • giuseppina

    10-05-2014 00:10 - #79
    Una petizione esiste. E' stata lanciata da Lorenzo Repetto(.) ed è diretta alla Dirigenza Rai. Io l'ho firmata.
  • paola venturi

    09-05-2014 09:48 - #78
    Il ministro Franceschini dal Salone del libro di Torino ha dichiarato a proposito delle trasmissioni RAI «Avete fatto danno alla lettura, avete il dovere morale di risarcire. Fate più spot sulla lettura e usiamo i personaggi della fiction: non leggono mai, mettetegli un libro in mano». Una provocazione, che si accompagna a una proposta destinata invece alla scuola: realizzare un festival del libro di almeno tre giorni l’anno.Vista la sensibilità nello specifico settore di comunicazione culturale chiediamo un intervento del Ministro contro la soppressione di Con parole mie, raro esemplare culturale RAI sacrificato in nome dell'ennesimo contenitore vuoto!!!! La radio raggiunge davvero tutti ed è senza dubbio un ottimo veicolo culturale, forse anche più della scuola!!! Come possiamo fare per lanciare una petizione al ministro? Forse da questo stesso sito potete organizzarla e noi utenti firmare?
  • elena

    07-05-2014 16:27 - #77
    vorrei capire..... hanno liquidato il prof, broccoli e "con parole mie" per dare un posto a fiorello, (anzi alla replica di fiorello delle 8.30)? L'ho sentito ieri per la prima volta.... non ci posso credere.... l'imitazione della nonna di renzi è la quintaessenza della banalità, volgarità e vacuità. che pena!
  • annamaria

    06-05-2014 15:02 - #76
    Il mio commento condivide ll'amarezza delle persone che hanno descritto l'inopportunità di aver chiuso una trasmissione completa di cultura e leggerezza . vi rendete responsabili di aver eliminato un prezioso gioiello. In queste festività solo l'orribilante SPORT.....BRAVI
  • giuseppina

    05-05-2014 15:36 - #75
    Caro professor Broccoli, caro maestro Bernardini, cari tutti di "Con parole mie", quanta compagnia, quanto bene mi avete fatto! Vi scaricavo dal podcast, vi ascoltavo mentre facevo i lavori di casa e tutto diventava più lieve. Grazie. A chi è responsabile della soppressione della trasmissione chiedo di ripensarci...
  • ivana

    05-05-2014 13:32 - #74
    RIDATECI la trasmissione del bravo Umberto Broccoli che mi accompagnava con piacere da tanti anni. Adesso non mi sintonizzo più su RADIO RAI .......
  • ROBERTO FANTIN

    04-05-2014 00:24 - #73
    Gentile Redazione, mi permetto di segnalarVi un grave disservizio nazionale, causato da una sciagurata, discutibile e affrettata scelta aziendale RAI. Dal 7 Aprile 2014 è stata improvvisamente soppressa su RaiRadio1 una delle trasmissioni più seguite ed in assoluto la più scaricata dai podcast Rai: "Con parole mie", a cura del Prof. Umberto Broccoli, del suo Staff e regia del Maestro Luca Bernardini. Si tratta di una trasmissione in onda dal 1999 che ha contribuito a far conoscere autori classici dai greci ai giorni nostri, parlando di religione, storia, prosa e poesia, intervallando con ottime scelte di musica. Posso dire, senza dubbio di smentito, che si trattava di un moderno programma didattico di altissima qualità che attingeva al grande, unico e prezioso patrimonio delle Teche Rai, per riproporre i momenti della nostra storia di Italiani. Ha portato a Radio1 ascolti e pubblicità in quantità tale che è stato necessario aggiungere alcune pause alla trasmissione per far fronte a tutte le richieste degli sponsor, in un orario che non è certo considerato di punta. Ad inizio Aprile 2014, il neo Direttore Mucciante ha deciso di rielaborare il palinsesto eliminando alcuni programmi di intrattenimento culturale, tra i quali proprio "Con parole mie", a favore di musica e calcio, cambiando di fatto quello che era sempre stata la vocazione più colta di Radio1 ed uniformandosi a centinaia di emittenti private sulle quali è possibile trovare lo stesso tipo di trasmissione, con la sola differenza che per ascoltare Radio1 si paga un canone. Appartengo al Gruppo Facebook "Con Parole Mie", composto ad oggi da oltre 2800 persone ed è in continuo aumento e senza entrare nel merito delle motivazioni della scelta, abbiamo suggerito al direttivo Rai il reinserimento del programma in una qualsiasi delle tre reti radiofoniche, nella fascia ritenuta più opportuna, ma senza risposta. Cito dagli atti della Commissione di vigilanza servizi radiotelevisivi del 13 02 1997: ..... omissis c) Pluralismo culturale In ordine alle singole problematiche trattate devono emergere le diverse opzioni culturali presenti nel Paese. E nella stessa scelta dei temi, il servizio pubblico deve caratterizzarsi come capace di proporre questioni innovative e di interesse rispetto alle mode correnti riflesse dagli altri mezzi di informazione. Maggiore deve essere l'impegno della Rai, ad esempio, sui temi della conoscenza, della scienza, dell'ambiente, dell'innovazione tecnologica, dell'evoluzione dei diritti civili, dei diritti dei consumatori, dei temi relativi all'istruzione ed alla formazione, anche attraverso la collocazione di tali tematiche in fasce orarie di maggiore ascolto. ...... omissis Questo contenuti sono sempre stati privilegiati nelle puntate di "Con parole mie" ! In questi giorni gli ascoltatori di "Con parole mie", tra i quali mi annovero, stanno compostamente manifestando sul web il loro disappunto chiedendone il ripristino, poiché unica nel suo genere. Auspico pertanto una solidarietà ATTIVA della Redazione tutta, da sempre divulgatrice autorevole e credibile. Certo della vostra sensibilità a riguardo, ringraziandoVi dell'attenzione concessami, Vi invio i miei più Distinti Saluti e rimango a disposizione per qualsiasi integrazione.
  • Maria Falconieri

    03-05-2014 13:20 - #72
    Mi chiedo: come si fa a chiudere uno dei pochi programmi radiofonici che parla di cultura a tutto tondo e lo fa con leggerezza, accompagnando l'ascoltatore attraverso le epoche e le generazioni passate e presenti e cercando di spiegare i sentimenti che da sempre spingono l'uomo a migliorare se stesso e la societa' in cui vive? Comprendo la voglia di cambiare e di migliorare ma non comprendo le motivazioni che spingono a cancellare tutto quello che non è conforme ai modelli prevalenti della attuale societa'. Migliorare non vuol dire eliminare indiscriminatamente e, nello specifico, un programma che raccoglieva una buona fetta di ascolti e di consensi. Ringrazio il prof. Broccoli e il suo staff che mi hanno accompagnata in questi anni è spero vivamente di poterlo riascoltare!
  • DUTTO FRANCO

    02-05-2014 16:31 - #71
    ERA UNA TRASMISSIONE AMICA ALLE 14. HO ACCETTATO A MALINCUORE E CON SOSPETTO LO SPOSTAMENTO ALLE 15. ORA LA CHIUSURA. SONO SGOMENTO. NON POSSIAMO ACCETTARLO.
  • Andrea Censi

    02-05-2014 15:19 - #70
    Ricordo a tutti gli appassionati, che sul gruppo facebook "Con parole mie" è aperta una battaglia durissima contro la RAI e dunque contro la cancellazione del programma. Iscrivetevi e partecipate con noi, il gruppo sta crescendo di giorno in giorno, soprattutto da quando il programma è stato "sospeso", come ama dire l'ufficio stampa dell'emittente nazionale, aggiungendo che non è previsto un ritorno. Un vero autogol per la RAI stessa che ha solamente contribuito a creare solidarietà tra i radioascoltatori e ad aumentare il numero di quelli che hanno definitivamente chiuso con l'emittente di stato.
  • antonio marsico

    02-05-2014 13:18 - #69
    continuiamo a scrivere, a lamentarci della soppressione di "con parole mie"...ma chi legge questo "fastidio"? solo la direzione? e la direzione che fa? le lascia solo sul sito? o le inoltra a chi di dovere? qualcuno avrà prima o poi la benevolenza di farci sapere qualcosa? INTANTO CONTINUO A TENERE SPENTA LA RADIO DALLE 15 ALLE 16!!!!!
  • Vita Maria d'angelo

    01-05-2014 16:07 - #68
    La Rai 1 prima ha eliminato la Falcetti, ora ha chiuso il programma del Prof Broccoli, chi sarà' il prossimo? È' studiato a tavolino per abbassare la Cultura e agevolare la concorrenza? Questo Direttore sa di essere pagato con i nostri soldi ? Qualcuno per favore glielo può' ricordare? Rivogliamo le trasmissioni culturali.
  • LILIANA SIGNORATI

    30-04-2014 14:26 - #67
    Tutti i giorni aspettavo con impazienza le 15 per sentire le parole intelligenti del Prof. Umberto Broccoli. La trasmissione mi manca tantissimo. Deve essere ripristinata al più presto! Grazie Professore.
  • antonio marsico

    29-04-2014 10:05 - #66
    a quando una risposta?????? non ne siamo degni???? CONTINUIAMO A BOICOTTARE E TENERE SPENTA LA RADIO DALLE 15 ALLE 16 DI TUTTI I GIORNI!!!!! Cari Amici è l'unico modo per essere ascoltati!!!! il FETICCIO AUDITEL è per LOR SIGNORI L'UNICO VERO ASCOLTATORE, NOI SIAMO SOLO UN NUMERO!!!!!! io CONTINUERO'........
  • Cino Ardolino

    28-04-2014 10:46 - #65
    MUCCIANTE...PRIMA DI DECIDERE DI CHIUDERE UNA TRASMISSIONE, ABBI L'ACCORTEZZA DI ASCOLTARLA ALMENO UNA VOLTA, PER POTER PRENDERE UNA DECISIONE, E DOPO AVERLA PRESA, ABBI LA GENTILEZZA DI SPIEGARNE LE MOTIVAZIONI...QUESTO MODO DI FARE TE LO CONSIGLIO PER LA VITA...CAPRONE...
  • luisa caretti

    27-04-2014 09:02 - #64
    Non riuscivo ad ascoltare in diretta la trasmissione per questo scaricavo il podcast e lo ascoltavo con immenso piacere durante i lavori di casa le passeggiate all'aperto......mi manca tantissimo. Ascolto e riascolto le vecchie puntate ma non è più come prima. Rivoglio con parole mie!!!!
  • bruna

    26-04-2014 21:10 - #63
    E' vergognosa la decisione del direttore di RAI 1 di togliere CON PAROLE MIE del grande professore U.Broccoli. PAGO IL CANONE e PRETENDO che venga ripristinata la trasmissione e magari cacciato il direttore che senza alcuna giustificazione ha tolto a tutti un momento di cultura. Grazie.
  • antonio marsico

    25-04-2014 19:23 - #62
    i nostri commenti li legge qualcuno? e vengono recapitati a chi di dovere? e a quando una bozza di risposta? o è solo un mero "raccoglitore di lagnanze" che anche qui fa auditel? dal giorno di chiusura di " con parole mie" non si è avuto uno straccio di risposta fosse anche "una giustificazione di ufficio....."....ok! SPEGNIAMO TUTTI LA RADIO DALLE H 15 ALLE H 16!!!!! IO GIA' LO FACCIO!!!!!!!!!!!!!!!!! FACCIAMO UNA CAMPAGNA DI NON ASCOLTO PER QUELL'ORARIO e FORSE SOLO COSI' qualcuno rinsevirà!!!!!!!!!!!!
  • federica sulsente

    24-04-2014 18:04 - #61
    Ma non e' possibile!!!! Ancora calcio calcio calcio!!!! Ma come, una trasmissione così intelligente, sobria, piena di contenuti ma non urlata, delicata....poetica! non ho parole. complimenti alla rai che toglie questa trasmissione e sposta baobab per far posto a CALCIO E MUSICA ????? Ma non ce n'era abbastanza?????? Sono tanto delusa. Mi dispiace per il prof. Sappia che la rimpiangeremo tanto. La mia protesta? sono passata ad ascoltare Rai 3. Ubi maior......puah! prof. federica
  • massimo

    24-04-2014 17:42 - #60
    e' vergognoso.....credevo fosse un problema della redazione o del conduttore...invece ...gli intelligenti hanno colpito ancora....bravi bravi bravi.......continuamo a fare i reality...cosi' renderete il popolo piu' bue.....
  • Bruno Nurisso

    24-04-2014 15:40 - #59
    Da sempre la radio, nelle mie attività rappresenta il mezzo per sentirmi collegato con il mondo esterno, continuando il lavoro senza tuttavia distrarmi. Trasmissioni come questa, condotte con professionalità senza mai essere sopra le righe, consentono inoltre una crescita culturale che evidentemente spaventa. Meglio una massa di ascoltatori fruitori di notizie e spot che si esauriscono nel volgere di pochi minuti? Credo che neanche una valanga di mail posso scuotere la mediocrità di coloro che hanno operato questa scelta, tuttavia accolgo l'invito a manifestare il nostro dissenso verso coloro che hanno dimenticato che il loro posto di lavoro, come servizio pubblico pagato con un canone, deve rispondere alle nostre esigenze !!!
  • Dania

    23-04-2014 17:00 - #58
    La protesta continua, facciamo gruppo ogni giorno nella fascia oraria di "Con parole mie" ma non solo tempestando di mail e sms ogni possibile foce ove farci sentire, con parole nostre. Qualora lo vogliate vi aspettiamo per arruolarvi nella nostra pacifica ma determinata armata di ascoltatori delusi che no, non si rassegna e chiede il ripristino di "Con parole mie ".
  • domenico pandolfo

    23-04-2014 09:44 - #57
    io dico solo che è una cosa vergognosa ,il nuovo direttore si dovrebbe solo dimettere non c"è nessuna giustificazione.
  • Garello Giuseppe

    19-04-2014 22:37 - #56
    Come al solito le trasmissioni storico culturali che riscuotono successo vengono inesorabilmente chiuse. Spero che tutti i comparoliani protestino e che chi a deciso questa assurdità ritorni sui suoi passi
  • Paolo Gennaretti

    18-04-2014 00:16 - #55
    All'articolo del Sindaco di Ruscio non c'è da aggiungere nulla. Da marchigiano quale sono posso solo dire che sono stato orgoglioso di poter lavorare ad una trasmissione come Con Parole mie che ha portato le Marche alla ribalta del grande pubblico radiofonico. Da Fermo ad Osimo e l'anno scorso Recanati hanno ospitato Con Parole mie e il pubblico ha sempre risposto numerosissimo tutte le sere con una presenza calorosa e partecipe. Cultura, spettacolo, musica hanno sempre fatto si che gli spettatori aumentassero decretando ogni volta un successo crescente. Io da dipendente Rai non posso che rattristarmi e anche vergognarmi per una decisione che ritengo assurda e priva di qualsiasi logica. Tagliare una trasmissione campione di ascolti, campione nello scarico di podcast è contrario a qualsiasi logica se non quella di affondare l'azienda. Grazie Sindaco per le sue parole e un Grazie speciale ad Umberto Broccoli per tutto quello che mi ha e ci ha dato.
  • Daniela

    17-04-2014 15:01 - #54
    Che dolore accorgermi all'improvviso che Umberto Broccoli è stato brutalmente eliminato. Mi domandavo dove fosse finita "Con parole mie", che avesse cambiato ancora orario? Incredibile che una perla di cultura tale, una persona professionale, corretta, educata, sobria, mai una parola fuori posto, sia stata tolta così, apparentemente senza motivo. Non riuscivo sempre a seguirlo, ma quando potevo era per me un modello da cui attingere sempre. Ti invogliava poi ad approfondire ciò di cui parlava. Ridatecelo per favore, il popolo non è poi così bue, sa distinguere perfettamente ciò che brilla dal nulla. Umberto, per me sei come un amico che non posso più sentire. Non accendo più la radio alle 14. Ciao
  • maurizio

    17-04-2014 00:31 - #53
    La soppressione del programma Con Parole Mie di Umberto Broccoli è un tradimento degli ideali della nuova sinistra riformista per cui l'amore per la cultura, l'arte, il sapere e la conoscenza rappresenta il motore del progresso sociale ed economico del nostro paese. Potrebbe apparire un'affermazione esagerata se questo programma non fosse stato un fiore nel deserto culturale del palinsesto della rai. Per chi nutriva l'aspettativa che con l'avvento della sinistra, con parole mie, sarebbe stato un modello per altri programmi in cui la cultura assurgeva a spettacolo e piacevole intrattenimento è rimasto doppiamente deluso. Offeso ed indignato quando ha sentito con quale programma era stato sostituito. Stiamo facendo tanti sacrifici per un futuro migliore. Ma questo sacrificio è insopportabile perchè va esattamente nella direzione opposta. Se Renzi non ha mentito fino ad oggi intervenga immediatamente e sia piu attento nella scelta dei direttori di un servizio pubblico pagato dai contribuenti. Direttori che siano piu colti , sensibili e responsabili nei confronti delle aspettative di molte migliaia di radioascoltatori e del ruolo sociale che la radio di stato svolge nel nostro paese.
  • ROBERTA

    16-04-2014 14:37 - #52
    Sono davvero dispiaciuta che abbiano chiuso CON PAROLE MIE una trasmissione poetica. Purtroppo oggi si pensa ad altro e non più alla cultura. Spero che qualcuno si ravveda e il prof Broccoli possa di nuovo accompagnarci sulla strada meravigliosa della conoscenza . Mi auguro di risentirla presto per radio.
  • Bruno - Villar Perosa

    16-04-2014 09:56 - #51
    Indegno sostituire "Con parole mie" con un programma di canzonette, attaccate una all'altra con dei commenti raffazzonati, e, perdipiù, quasi tutte in inglese: vogliamo più "parole mie" meno parole loro. Complimenti mucciante ! E, a Renzi, che dice di voler mettere la cultura al primo posto, chiedo: è questa la strada giusta ?
  • Adriana Barbarossa

    15-04-2014 21:29 - #50
    Mi auguro che il Prof Broccoli non ci abbandoni e scriva magari presto un altro libro o trovi il modo di far sentire tutti noi ancora vivi
  • Stefano

    15-04-2014 15:00 - #49
    Da anni seguivo la trasmissione di Umberto Broccoli. Mi occupo di formazione professionale e ho avuto anche l'opportunità di conoscere personalmente il Professore. Persona squisita e preparata. Speriamo ritorni presto, c'è bisogno di una trasmissione come Con Parole Mie.
  • Contrino Calogero

    15-04-2014 13:17 - #48
    Non so più che farmene della radio!
  • Ricciotti Corradini

    15-04-2014 13:03 - #47
    E' con grande dispiacere prendere atto di questa "levata di testa" del nuovo Direttore .................chissa' a cosa pensa..........di certo non alla cultura................che peccato...erano oltre 10 anni che seguivo questa bellissima trasmissione condotta da una persona di grande cultura...ricordo con piacere le sue trasmissioni estive da Viareggio...dalle Dune del Lido...........etc.............che vergogna....complimenti al Direttore............
  • costantino

    15-04-2014 08:31 - #46
    Senza sforzo, con tranquillità, gratis, di puntata in puntata Broccoli mi offriva innumerevoli spunti di riflessione, mi porgeva informazioni preziose, riportava alla ribalta ricordi ormai sopiti... Un mix sapiente di salti logici, percorsi mentali che solo apparentemente sembrava di avere lì a portata di mano. E invece, per viverli e riviverli, serviva la magia della radio, la sua potente radice immaginifica. Radio usata bene.
  • Clara

    14-04-2014 22:23 - #45
    Condivido pienamente le amare considerazioni del sindaco Di Ruscio e di tanti, tanti "conparoliani". Purtroppo stiamo davvero assistendo ad un inesorabile, invasivo (forse programmato?) imbarbarimento dei nostri costumi. La scelta di sopprimere il programma Con Parole Mie, sostituendolo con le solite"canzonette"( in alternativa al calcio), appare scriteriata per noi "conparoliani", ma non credo proprio per chi l'ha compiuta. Essa vuole forse riproporre, ahimè a distanza di millenni, il "panem et circenses" dato ai nostri avi in cambio di accondiscendenza sociale? E' questo che insieme allo sconcerto mi delude e mi preoccupa! Un grazie di cuore al prof. Broccoli che con garbo, sapienza ed abilità ha saputo proporre temi e riflessioni interessanti coinvolgendo con maestria il pubblico di ogni età.
  • Daniele Mantovani

    14-04-2014 17:15 - #44
    Assurdo, insensato, pazzesco ! Era una spendida trasmissione ascoltata da persone di ogni età. Ricordo di averla sentita anche in un'isola ecologica dove, tra rifiuti di ogni genere, gli addetti mi dissero che non ne perdevano una puntata. Un grande abbraccio ad Umberto, a tutto il suo staff ed a tutte le persone che portano nel cuore Con Parole Mie. Daniele.
  • elena

    14-04-2014 16:37 - #43
    che peccato! io e mio figlio mario eravamo davvero affezionati a quello spazio quotidiano. Ci faceva ridere frate indovino con le sue freddure, il suo "omnia munda mundi" e il suo "a domani". I diari della regina maria antonietta avevano vivificato la storia di seconda media. e le pagine di carlo emilio gadda mi permettevano di parlare a mio figlio classe 2001 di suo bisnonno alderico classe 1896, Che tempismo, invece di celebrare i nostri anteneti a 100 anni dalla prima guerra mondiale (l'anniversario sarebbe stato a breve , giugno 2014) li abbiamo spazzati via per sostituili con dei sondaggi imperdibili: "suda di più platini' o pirlo?". Concludo come mi suggerisce mio figlio :SCHIFO, SCHIFO, SCHIFO!
  • antonella canzi

    14-04-2014 13:50 - #42
    Ascoltavo sempre con molto interesse il programma di Broccoli mentre andavo al lavoro e sono rimasta molto dispiaciuta per la sua soppressione , mi auguro che ci ripensino ! Oltre tutto non mi piace ciò che lo ha sostituito , perciò non mi rimane che cambiare canale!
  • antonio marsico

    12-04-2014 17:24 - #41
    tanta amarezza!!!!! ma sto "mega direttore" di rai 1 può avere almeno la bontà e la cortesia di spiegare a noi ascoltatori, che con il canone gli paghiamo lo stipendio, perché ha tolto dal palinsesto "con parole mie"?....amici che leggete, spegniamo la rai ed accendiamo radio rtl 102.5, capital, radio montecarlo etc...così questo genio sarà anch'esso buttato fuori per la cialtroneria dimostrata nel cancellare un programma colto e nello stesso tempo leggero e di grande compagnia!!!!!!!!!!
  • Alpi Piera

    12-04-2014 16:14 - #40
    Mi associo alla viva protesta di tanti appassionati radioascoltatori , per la soppressione di "Con parole mie", trasmissione di ampio respiro culturale e nello stesso tempo potente, capace di suscitare forti emozioni! Nessuno ne capisce la ragione vera, forse la CULTURA fa paura?
  • Mario Zanchi (BG)

    12-04-2014 00:47 - #39
    Come si fa a eliminare una trasmissione cosi seguita e amata da tanti radioascoltatori? Il nuovo direttore deve essere tanto potente quanto incompetente. Addio radio1
  • Francesco

    11-04-2014 21:18 - #38
    Ascoltavo questa splendida trasmissione in podcast, durante i miei lunghi viaggi di lavoro di notte sul camion...Il tono educato e garbato del prof. Broccoli, gli argomenti interessantissimi e le musiche mi tenevano compagnia in quelle ore. L'ultima puntata poi, io, rude camionista, mi sono commosso...Spero che il direttore ci ripensi e che tenga conto di quanto seguito abbia questa trasmissione, ma, ne dubito. Io questi proprio non li capisco. Grazie prof. Broccoli dal profondo del cuore a Lei e ai suoi collaboratori per la compagnia che mi avete fatto. Mi mancherete tantissimo.
  • paola venturi

    11-04-2014 19:40 - #37
    salve a tutti, non riesco a capacitarmi di questo taglio improvviso ed immotivato di una trasmissione che rappresentava per tanti un appuntamento atteso e piacevole, un amico con cui riflettere per qualche minuto di pausa dalla corsa della realtà quotidiana....Proviamo a fare qualcosa....io propongo questa operazione di protesta che ho trovato in rete: collegandosi al link sotto indicato è possibile partecipare alla petizione indirizzata alla Rai perché la trasmissione venga ripristinata!!! Facciamo circolare....grazie a tutti!
  • Laura

    11-04-2014 19:00 - #36
    Anch'io da anni ascoltavo la bella trasmissione di Broccoli: grazie alle ali della sua grande, umana, vibrante cultura e della nostra fantasia ci trasportava in altri mondi attraverso la musica, la storia e la poesia. E' un vero peccato che chi dirige la radio nazionale non sappia capire il valore di queste trasmissioni che elevano lo spirito della gente che ha davvero bisogno di cibo per la mente e per l'anima per non vivere una vita fatta solo di cose materiali e di consumismo. Questo la radio dovrebbe continuare a fare. Broccoli amava intensamente il suo lavoro e riusciva a comunicarlo attraverso le sue parole e la sua passione. Quella era radio!
  • Enrico Lampa

    11-04-2014 15:54 - #35
    Sono un docente della Seconda Università degli Studi di Napoli attualmente in pensione. Seguivo assiduamente da innumerevoli anni la trasmissione radiofonica "con parole mie" di Umberto Broccoli. Ricordo che molto tempo fa veniva trasmessa anche la domenica mattina. All' improvviso poco tempo fa la trasmissione è stata posticipata di un'ora, con mia grande incredulità ma anche soddisfazione, perchè mi permetteva di ascoltarla lontano dai miei numerosi impegni. Oggi ho appreso con tristezza e profondo rammarico della chiusura sconsiderata della trasmissione ad opera di qualcuno che a parere mio non può essere considerato nè come anencefalo nè come ipotiroideo. Sono indignato e faccio appello al Presidente della RAI nonchè allo stesso Presidente del Consiglio dei Ministri affinchè possa essere ritrasmessa "Con parole mie". Sono vicino ad Umberto Broccoli e anche ad Emanuela Falcetti che hanno condotto due trasmissioni radiofoniche Degne di essere ascoltate e che resteranno nella Storia. Credo che da domani non ascolterò più Radio Rai Uno, non essendoci più programmi interessanti poichè, tranne rari casi, il resto è spazzatura. Inoltre, da quando è stato spento il ripetitore radio di Marcianise (AM) con difficoltà riuscivo a sintonizzare i miei apparecchi radio sulla RAI . La RAI è riuscita a fare un altro autogol. Grazie signor direttore
  • ivana

    11-04-2014 15:24 - #34
    RIDATECI LA TRASMISSIONE del prof Broccoli perchè rappresenta un faro di conoscenza nel buio di altre trasmissioni, vedi quella sul calcio e quella banale di musichetta che hanno preso il suo posto.
  • Patrizia Antolini

    10-04-2014 21:16 - #33
    Esprimo il mio DISGUSTO per il degrado sempre più' largamente diffuso di questa società. Nella trasmissione radiofonica CON PAROLE MIE, egregiamente e sapientemente condotta dal Prof. Umberto Broccoli, si riusciva ad incontrare la bellezza della Cultura, Conoscenza, Insegnamento, Civiltà' e Buona Educazione. Chiuderla significa annullare tutto questo. Purtroppo la nostra e' una società' in cui domina sempre più' il disordine morale dove la "normalità' " sta diventando il contrario della Cultura, Conoscenza, Insegnamento, Civiltà' e soprattutto della Buona Educazione. Di tutto questo il Prof. Broccoli ne è un degno rappresentante. Per il nuovo direttore di Radio 1, "Con Parole Mie" poteva essere una trasmissione scomoda, pertanto andava interrotta e sostituita con una rubrica di musica degna del nome che porta. Con dissenso e disapprovazione faccio i miei complimenti a Radio 1 ed al suo nuovo "direttore". Avanti con la società del degrado! E come avrebbe detto Igor Righetti (anch'egli vittima di questa società) l'ignoranza fa più male della cattiveria. Una contribuente che ha il dovere di pagare ed il diritto di contestare e contrastare un sistema corrotto e depravato.
  • MARIA

    10-04-2014 16:01 - #32
    Buongiorno a tutti. Sono una fedele ascoltatrice del programma del Prof. Broccoli dall'inizio della trasmissione radiofonica. Posso dire che tappe intere della mia vita sono state accompagnate dalle bellissime "lezioni per radio" di Con Parole mie e lunedì pomeriggio sono stata così delusa dal cambio del palinsesto da passare ad altra rete. Certo si tratta di una scelta poco avveduta, anche solo a voler considerare il gretto interesse per il rilancio e la pubblicità di Radio Uno: lo share avrebbe sicuramente dissuaso chiunque dal tagliare una trasmissione così amata. Chiunque di buon senso, s'intende. Vorrei ascoltare nuovamente la voce del Professor Broccoli, che mi faceva vedere con le parole e la musica realtà lontane, provare sentimenti che all'interno di una giornata spesso sono soffocati dalla quotidianità, ricordare episodi di scuola, pensare che il giorno dopo avrei potuto continuare quel viaggio fra presente e passato col garbo di chi ti prende per mano e ti spiega così semplicemente che esiste ben altro oltre al pettegolezzo e al sensazionismo. Grazie professore per quello che ci ha regalato.
  • pina

    10-04-2014 14:40 - #31
    Questo nuovo direttore sa cosa significa cultura? PIU' CULTURA...MENO CANZONETTE!!!!!! Rivogliamo Con parole mie.
  • stefano

    10-04-2014 14:39 - #30
    la cultura non è merce! diceva Einstein che non tutto ciò che conta si può contare e non tutto ciò che si può contare conta. Vergogna!!!
  • Cinzia

    10-04-2014 14:25 - #29
    Una trasmissione intelligente che ascoltavo da sempre e che mi dava tanti spunti, memorizzati sul mio Moleskin. Ora c'è un programma che definirlo di musica è un insulto a uno stonato. Attenzione: stiamo parlando di servizio pubblico finanziato con il canone. La vergogna, quindi, è ancora più grande. Ridateci Broccoli!
  • Franco

    10-04-2014 08:02 - #28
    Comparoliani fate come me tutti i pomeriggi quando c'è quello stupido programma di canzonette vado sul podcast di con parole mie e mi riascolto una o due puntate facciamo vedere a questi dirigenti a noi cosa piace visto che comunque siamo noi che li paghiamo
  • mariapia benvenuti

    09-04-2014 23:45 - #27
    Non è possibile, è veramente vergognoso. RIDATECI CON PAROLE MIE!!!!!
  • Mariella Caroli

    09-04-2014 22:55 - #26
    Sono un'insegnante elementare in pensione e sono sempre stata un'affezionata ascoltatrice di "Con parole mie" Per motivi familiari non ho potuto seguire le trasmissioni dell'ultima settimana, per cui lunedì scorso il mio sconcerto è stato grande nel trovare un nuovo palinsesto. Perché è stato soppressa la trasmissione più intelligente di Radio Rai? Era un piacere enorme ascoltare le parole colte e suadenti del Prof. Broccoli e la musica del Maestro Bernardini sempre in tema con gli argomenti trattati. Che meravigliosa squadra! L'avevo conosciuta in occasione della tappa di "Con parole mie" qui a Parma, quando la Rai offriva doni meravigliosi alla Cultura. Consigliavo sempre l'ascolto della trasmissione agli amici e soprattutto ai miei alunni:insieme, poi, il giorno dopo, si discuteva del "tema" svolto dal Professore, così la trasmissione era stimolo a "comporre" sempre meglio. Ora sono veramente indignatae mi auguro che prestissimo la "mia bella trasmissione"venga ripresa. Abbiamo bisogno di....Bellezza intellettuale. Tutta la mia stima vada al Prof. Broccoli ed alla sua professionalissima squadra cui voglio far sapere che ho inviato la mia protesta anche al responsabile Gubitosi.
  • Laura Neri

    09-04-2014 20:52 - #25
    Una delle poche trasmissioni capaci di arricchire gli ascoltatori in modo piacevole ed equilibrato. Una perla in un panorama nel quale dominano banalità e disnformazione. Chi ha chiuso la trasmissione deve amare l'ignoranza e il cattivo gusto...vergogna!!!!
  • Patrizia

    09-04-2014 20:28 - #24
    Grazie a tutti i protagonisti/autori di Con parole mie! Questo diffuso dissenso civile e popolare dovrebbe far riflettere i dirigenti RAI che contribuiamo a stipendiare con il nostro canone...
  • Giuseppe

    09-04-2014 16:22 - #23
    Con grande rammarico ho appreso che la trsmissione del prof. Umberto Broccoli è stata soppressa. E' un atto vandalico che il nuovo direttore di RadioRai 1 sta commettendo e come dice Igor Righetti (anche lui tagliato) Vergogna! Vergogna! Vergogna!
  • maria luisa mesiano

    09-04-2014 15:26 - #22
    sono indignata! era il motivo per cui mi sintonizzavo sulla RAi . ora passerò alle rado private : vergogna ai dirigenti della Rai
  • Elena

    09-04-2014 15:15 - #21
    Sono indignata e triste per la disastrosa decisione di chiudere la mia trasmissione preferita. Caro professor Broccoli, come farò senza la Sua voce e le Sue parole? Non voglio arrendermi alla stupidità della Rai. Abbraccio tutti i conparoliani. Elena dalla Francia.
  • Zatta Gianantonio

    08-04-2014 20:52 - #20
    Egregio Direttore di Rai 1...era una fonte di cultura. Vi fa cosi paura questo fatto da doverla chiudere per dar spazio alle canzonette ? Beh se devo ascoltare le canzonette le vado ad ascoltare da un 'altra parte e non su Rai 1 che da oggi non ascolterò più. Le belle e sane trasmissioni nel giro di pochi anni le avete fatte sparire per fortuna la concorrenza stà rimediando alla grande. Avete perso una buona fetta di FEDELI ascoltatori, quelli delle canzonette appena viene trasmessa una canzone non gradita cambiano stazione noi invece il Prof.Broccoli lo si ascoltava dall'inizio alla fine.Bel cambio avete fatto!!. Al Prof. Broccoli DEVO solo dire GRAZIE di cuore per tutto quello che è riuscito a trasmettermi ed a insegnarmi in tutti questi anni e spero di risentirlo presto .ARRISENTICI PROFESSORE
  • vittorina

    08-04-2014 20:32 - #19
    Mi dispiace immensamente della fine del suo programma, spero di risentirla al più presto
  • PAOLO BRAVI

    08-04-2014 18:09 - #18
    sono spesso in auto per lavoro, la voce del professor broccoli, era talmente rilassante, che si faceva ascoltare dolcemente, le sue ripetizioni, il suo stare sulla frase, era veramente fantastico. ha insegnato a tanti, me compreso, ad amare i classici, a desiderare di ascoltarlo, di non rinunciare all'appuntamento quotidiano. fin qui, elogi al grande umberto broccoli. ora mi chiedo: quale testa BACATA, puo' avere avuto l'idea talmente assurda, di eliminare l'unico, dico l'unico, programma culturale, aperto a tutti? forse il professore, con il suo sapere, avrebbe oscurato le grandi nuove menti di rai 1? certamente, per qualcuno, e' meglio trasmettere musica, quella non fa danni.
  • Giuliana e Giorgia

    08-04-2014 10:25 - #17
    E' stata tolta la trasmissione più' interessante e colma di bella cultura, raccontata come fosse una fiaba. E' molto molto triste!
  • Andrea Censi

    08-04-2014 10:19 - #16
    Nel gruppo di Facebook "Con parole mie" stiamo facendo il possibile e l'impossibile. Petizione con raccolta firme (arrivata ormai a 1.000), centinaia di messaggi inviati tramite facebook all'ufficio Stampa RAI, a Radiouno e ad altri indirizzi trovati. Mail inviate agli assessorati della Ragione Marche competenti e al dirigente che più si è occupato di accogliere il Prof. Broccoli nelle Marche. Abbiamo scritto anche al Comune di Porto San Giorgio che aveva manifestato la candidatura per accogliere il programma. Nel frattempo molti altri assessori, di varie regioni d'Italia, hanno ideato e sottoscritto una mail indirizzara ai vertici RAI (Direttore Generale) per segnalare il disappunto di migliaia di radioascoltatori e soprattutto il crollo dell'attenzione dell'emittenza pubblica verso la cultura, a favore delle canzonette. Ho già scritto molto su questo, come ben sanno gli amici di Facebook, il gesto di sopprimere "Con parole mie" dimostra come in Italia bisogna soffocare il sapere a favore degli spettacolini di basso livello. E l'analfabetismo cresce invece di calare. L'ufficio stampa RAI, nel tentativo di placare l'onda di proteste, ha emesso uno stringato comunicato nel quale si parla di "esigenze di rete" e si ribadisce che il programma è sospeso e non è prevista al momento una data nel quale verrà ripreso. In sostanza è stato cancellato. Non ci hanno risposto in merito alla richiesta su quali fossero le esigenze di rete, probabilmente qualcuno da piazzare in quell'orario oppure l'eliminazione di soggetti scomodi in quanto portatori di sapere. E il sapere è molto pericoloso di questi tempi. Meglio un'ora e mezza di musichette, così sotterriamo tutto.
  • silvia cavina

    08-04-2014 09:09 - #15
    Ieri con disappunto ho scoperto che era stata tolta dal palinsesto di Radio Rai 1 la trasmissione "Con Parole Mie". Mi unisco al dissenso espresso dai signori sopra. Le parole del Prof. Broccoli hanno diffuso sapere in modo semplice e chiaro anche per chi, come me non ha potuto studiare, facendo amare anche quelle "cose" della cultura che possono sembrare "distanti". Spero che da parte di Radio Rai ci sia un ravvedimento e, se il Sig. Sindaco ha modo di incontrare il Prof. Broccoli ed i suoi collaboratori, li ringrazi da parte mia. Se si dovesse fare una petizione per la riprogrammazione, mi piacerebbe saperlo. Silvia Forlì
  • Gennaro Califano

    07-04-2014 23:03 - #14
    La soppressione della trasmissione e' evidente prosieguo della volonta' di cancellare la parola cultura intendendo la capacita' dell'individuo di riflettere,di pensare e di non amalgamarsi alla massa.Solo in questa chiave di lettura si può spiegare la chiusura della trasmissione ,certo per i vertici Rai sara' piu' importante il sondaggio sulla crisi di Ballotelli o se la Juve vincera' il campionato ,gia' parliamo di questo e sprofondiamo sempre più giu' .Da parte mia spegnerò la radio,da tempo ho spento il televisore e ascolterò il silenzio ringraziando il prof.Broccoli di avermi a sua insaputa abituato a preferire il silenzio alla mediocrita'. Gennaro Califano Potenza (p.s. Per i dotti vertici Rai Potenza si trova in Basilicata)
  • Giuiana Pichler

    07-04-2014 22:30 - #13
    Non credevo alle mie orecchie : chiudono una delle poche trasmissioni per cui vale la pena pagare il canone. Sono veramente indignata. Non so quali motivi possono aver portato a prendere una decisione del genere. E' al di fuori di ogni logica. Spero che saremo in tanti a far sentire il nostro completo disaccordo e che qualcuno possa far recedere da tale stoltezza.
  • davide

    07-04-2014 21:14 - #12
    Che dramma! Che vuoto. Non mi perdevo una puntata da dieci anni. Non ci posso credere.
  • Enrica

    07-04-2014 18:34 - #11
    Primo pomeriggio senza la trasmissione "con parole mie". Un senso di vuoto e di amarezza. Ogni puntata aggiungeva qualcosa al mio sapere. Umberto Broccoli e tutti coloro che hanno collaborato alla trasmissione hanno avuto la capacità e la professionalità di farsi sentire molto vicini agli ascoltatori. Si aveva piacevole sensazione di essere una comunità affiatata. Spero che la RAi tenga in considerazione i commenti degli ascoltatori e programmi nuove puntate della trasmissione.
  • silvia cavina

    07-04-2014 16:49 - #10
    Sono sconcertata, attendevo l'inizio di "Con Parole Mie" quando ho sentito che la trasmissione musicale sarebbe terminata alle ore 16:00. Ho avuto un brutto presentimento e sono andata a vedere il palinsesto di Radio Uno Rai ma non ho notato niente di ben definito. Ho fatto una breve ricerca in Internet ed ho letto il Vs. articolo, anch'io sono rimasta indignata e condivido quanto scritto dai signori sopra. Purtroppo devo ancora constatare ogni cosa che porta conoscenza e cultura alle masse da molto fastidio a chi, della "Cosa pubblica" si deve occupare. Se Lei, Sig. Sindaco, ha modo di contattare il Prof. Boccoli ed il suoi collaboratori, vorrei che portasse loro i miei ringraziamenti ed il mio disappunto per questa brutta storia. Se fate, o se siete a conoscenza di qualcuno che faccia una petizione per riavere, magari anche con più ore a disposizione, questa trasmissione, Vi sarei grata me lo faceste sapere per poter aderire. Silvia Forlì
  • pietro paolo

    07-04-2014 15:52 - #9
    Quando una trasmissione funziona va tolta come tutte le cose, prima hanno cambiato l'orario adesso perché funzionava basta, ma a chi è venuta l'idea di sospenderla, le tasse le paghiamo noi ascoltatori, Fate una bella cosa ripristinatela e dite che vi siete sbagliati, grazie
  • Giuliano Facchinelli Trento

    07-04-2014 12:13 - #8
    tutto ciò è incredibile...ma mi sorgono dei forti dubbi sulla capacità di management della Rai...prima ci tolgono circa 20 minuti di trasmissione mettendola poi in un orario assurdo, pensando di ucciderla. Visto però che lo zoccolo duro degli ascolti non cala, ma addirittura, aumenta, includendo nuovi "adepti". Ora, io lavoro nel commercio, se ho un prodotto che piace alla gente e mi porta sempre nuovi clienti non penserei mai di sostituirlo, anzi, gli darei molto più spazio...se non lo facessi sarebbe come se Rocco Siffredi si evirasse... Io da lunedì 7 aprile dalle 15 fino alle 16,30 di tutti i giorni farò il mio sciopero contro radio rai...tanto la musica migliore in quella fascia d'orario (visto che sarà un programma musicale a sostituire "con parole mie") la si ascolta su radio Capital...intanto mi scaricherò dal podcast tutte le puntate e me le ascolterò alla facciaccia del nuovo direttore di radio1, tiè!!!
  • sebastiano

    06-04-2014 22:58 - #7
    amarezza, tristezza, desolazione, rabbia, cosa dire di più......un singolo dirigente rai messo li dalla politica per fare solo danni.
  • Claudio Rigoni

    06-04-2014 19:24 - #6
    Ogni qualvolta la mia professione me ne ha dato l'opportunità, costringendomi a lunghi tragitti in auto, ho sempre cercato di ascoltare "con parole mie", un oasi di salvezza per la cultura. Assai spesso mi trovo a dover commentare con amici che l'italiano è ormai una lingua morta e la chisura di questa trasmissione pone una pietra tombale sulle residue speranze di riscatto. Forse la dirigenza RAI è convinta di poter strappare pubblico giovanile alle radio private che fanno del politically uncorrect il loro tratto distintivo, ma una gara in tale direzione non potrà che affossare ulteriormente la consapevolezza del livello culturale NECESSARIO per poter salvaguardare, fruire e capire la meraviglia che ci circonda. Siamo arrivati così in alto perchè siamo potuti salire sulle spalle dei giganti che ci hanno preceduto, e allorà perchè privilegiare "i nani e le ballerine"?
  • pina

    06-04-2014 15:55 - #5
    Sono molto rattristata per la chiusura "Con parole mie", avrei da scrivere mille motivi a favore della trasmissione e del conduttore , che io reputo UNICO, dico solo urlandolo RIDATECIIIII CON PAROLE MIE!!!!!!!!!!!!!! vi pregoooooooooo
  • Raffaele

    06-04-2014 11:09 - #4
    Non sono mai stato a Fermo ma ho seguito tutte le puntate anche in podcast più volte. E' una vera indecenza che venga chiusa una trasmissione come questa. Quali sono i veri motivi? Appena appreso la notizia della chiusura in diretta ho inviato email ai vertici Rai per esprimere il mio punto di vista. E' una trasmissione che fa vedere alla Radio le cose meravigliose che Umberto Broccoli tratta con la semplicità e competenza e contribuisce alla valorizzazione della cultura e paesaggi della nostra Italia. La trasmissione non può chiudere!!!!!!!!!
  • luigi fugazza

    06-04-2014 02:07 - #3
    sindaco Di Ruscio non c'è molto da aggiungere a ciò che ha scritto. condivido OGNI PAROLA!! come si può anche solo pensare di chiudere una trasmissione come questa, è una delle decisioni più stupide che un dirigente possa prendere. sono INDIGNATO, spero solo che viste le proteste dei Comparoliani qualcuno si ravveda altrimenti la radio può tranquillamente diventare un soprammobile inutile. comunque GRAZIE al dott Broccoli che ho seguito dal vivo a Crema ed a Melegnano, quando la radio era cultura e divulgazione....bei tempi!!
  • ROBERTO FANTIN

    05-04-2014 23:29 - #2
    Sono entrato nel mondo del lavoro nel 1999 accompagnato dal Prof.Broccoli col suo "Con Parole Mie" ... anni prima mi sono diplomato guardando in Tv il mitico "TeleSogni" su RaiTre ... L'ho incontrato di persona a Trento, durante una tappa del Giro d'Italia di ciclismo ... considero il Prof.Broccoli il fratello maggiore che non ho mai avuto ... era il mio faro quotidiano che mi sosteneva nell'impegno lavorativo ... scriverò a chiunque affinché accada qualcosa di positivo: NON ESISTE LA SOPPRESSIONE DI UN PROGRAMMA COME "CON PAROLE MIE" !!! PAZZESCO !!! IMPOSSIBILE D'ACCETTARE !!! SVEGLIA RAI !!! Un abbraccio a chi ha a cuore la cultura, la didattica, la musica e tutto quanto fa arte, sentimento, riflessione ... il mio cuore è gonfio di "Con Parole Mie" ... nella testa rimbombano le strofe del Prof.Broccoli, le note del Maestro Bernardini ... sempre con voi ! Rob.Fantin Treviso
  • Donata Lando

    05-04-2014 13:51 - #1
    Io son venuta a Fermo da Torino per due anni consecutivi e con molti sacrifici. Avrei voluto venirci anche quest'estate, sempre per seguire Broccoli, sono indignata e condivido ogni sua parola. Può constatare di persona come questi sentimenti appartengano a tutti noi conparoliani visitando la pagina su fb. La ringrazio di tutto, lei è una persona lungimirante!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications