Attualità
Sant'Elpidio a Mare. Ecco perchè città medioevo sarà monca. Le contrade Santa Maria e San Martino contro l'Ente Contesa: “Altri non rappresenta se non se stesso” LEGGI LA NOTA INTEGRALE

“Come già annunciato da tempo questa edizione di Città Medioevo sarà monca della presenza delle Contrade Santa Maria e San Martino. Tale determinazione è l'ultimo atto di un percorso condiviso dalle due associazioni che vogliono con la loro assenza denunciare la propria distanza da una gestione delle Manifestazioni storiche che non condividono e mettere in evidenza i rischi a cui sono esposte Città Medioevo e soprattutto, per ciò che rappresenta, Contesa del Secchio”. Inizia così la nota delle due contrade elpidiensi.

Sant'Elpidio a Mare. Ecco perchè città medioevo sarà monca. Le contrade Santa Maria e San Martino contro l'Ente Contesa:  “Altri non rappresenta se non se stesso” LEGGI LA NOTA INTEGRALE

Direttivi di Santa Maria e San Martino che, con un duro intervento, spiegano la loro assenza da Città Medioevo e ribadiscono il loro dissenso verso l'Ente Contesa. “Tutto si riduce ad una distanza di visione che per sua natura non può essere colmata: per le contrade Santa Maria e San Martino Città Medioevo e marcatamente la Contesa del Secchio sono bene comune di tutti i cittadini elpidiensi, che per generazioni, con la propria passione, il proprio lavoro, il fattivo sostegno economico, hanno edificato un patrimonio immateriale di enorme valore culturale e sociale; per l'Ente Contesa invece esse sono un bene privato indisponibile, mero appannaggio di un'associazione (l'Ente appunto) che altri non rappresenta se non se stessa, autoproclamatasi garante e proprietaria delle Manifestazioni e di tutti i marchi, simboli e regolamenti che le definiscono”.

Contrade che aggiungono: “Noi crediamo che questa concezione sia da avversare in quanto, svilendo lo spirito di partecipazione che regge il volontariato, mette a serio repentaglio la continuità di una tradizione ultrasessantennale alla quale tutti gli elpidiensi hanno dato tanto, singolarmente e collettivamente. Per fugare ogni dubbio o timore di chi prospetta comportamenti scorretti che non ci appartengono, ricordiamo che chi verrà a Città Medioevo non vedrà le nostre spettacolazioni e i nostri allestimenti, né potrà essere nostro ospite alle nostre locande: tutti gli spazi che abbiamo tradizionalmente occupato saranno gestiti da altri secondo le indicazioni dell'Ente e le nostre sedi di contrada saranno chiuse al pubblico”.

 

LEGGI LA NOTA INTEGRALE DELLE CONTRADE

Letture:2708
Data pubblicazione : 25/07/2014 10:35
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications