Attualità
Sporzionatrici. Operazione verità del presidente Asite Roberto Cippitelli: “Stabilita la cessazione dei pagamenti alla società appaltatrice. Disponibili a sostituirci per gli stipendi"

“Lo scorso 29 ottobre la Fermo Asite ha incontrato le lavoratrici addette allo sporzionamento dei pasti nelle mense delle scuole di Fermo per informarle delle azioni che la società sta mettendo in atto al fine di risolvere quanto prima la questione relativa alle mensilità (settembre e ottobre 2014 e alcune tredicesime e quattordicesime) non ancora retribuite”. Così' il presidente della Fermo Asite Roberto Cippitelli risponde agli interrogativi di Forza Italia e fa il punto sul pagamento degli stipendi alle sporzionatrici delle mense scolastiche di Fermo.

Sporzionatrici. Operazione verità del presidente Asite Roberto Cippitelli: “Stabilita la cessazione dei pagamenti alla società appaltatrice. Disponibili a sostituirci per gli stipendi

“Le suddette lavoratrici – spiega Cippitelli - da gennaio 2014 sono dipendenti della Consorzio Stabile Lavori Forniture e Servizi Soc. Coop. Arl di Mascali (Catania), ditta che si è aggiudicata la gara di appalto per l'affidamento del servizio di sporzionamento. Tra i requisiti del bando era infatti previsto che il vincitore della gara assumesse i lavoratori che già svolgevano il servizio alle dipendenze della ditta che lo aveva in gestione in precedenza. La ditta siciliana ha regolarmente stipendiato le lavoratrici fino alla scorso giugno. La Fermo Asite ha mensilmente provveduto ad effettuare controlli di regolarità contributiva prima di liquidare la ditta. Con l'interruzione dei pagamenti degli stipendi, la Fermo Asite ha stabilito la cessazione dei pagamenti alla società appaltatrice finché non saranno liquidate le mensilità arretrate, provvedendo, inoltre, ad attivare un meccanismo sanzionatorio nei confronti della ditta”.
Cippitelli che conclude: “Per venire incontro alle legittime esigenze delle lavoratrici, la Fermo Asite si è resa disponibile a sostituirsi nel pagamento degli stipendi delle lavoratrici ancora da pagare. Nessuno scarica barile, dunque, ma anzi la volontà di trovare il prima possibile una soluzione concertata con il Comune e con il Sindacato”.

Letture:2736
Data pubblicazione : 13/11/2014 09:07
Scritto da : Paolo Paoletti
Commenti dei lettori
6 commenti presenti
  • raffaele

    14-11-2014 11:18 - #6
    La città è sporca,lercia in diverse parti del centro storico, tra cani e piccioni le strade sono ricoperte di escrementi che ti fanno passare la voglia di viverci. L'asite è nata per per la raccolta dei rifiuti e la pulizia della città, ma ha fallito miseramente il compito ma oltre a ciò c'è la beffa di dover pagare sempre più cari servizi quasi inesistenti. I dipendenti mi fanno quasi tenerezza, quando li vedi passare con la loro tuta arancione, bidone su ruote e ramazza, che cercano di combattere una battaglia persa prima di cominciarla. A questo mettiamoci pure che stiamo raccogliendo rifiuti dappertutto per fare cassa, anche con lo sconto. Siete stati un fallimento altro che rinnovamento.
  • Meneger de Porto Sant'Erpidio

    14-11-2014 10:01 - #5
    E' vero Giulio, hai ragione; il mio commento era tecnicamente sbagliato: il Committente ASITE è responsabile in solido con la cooperativa. Di difficile lettura, allora l'esternazione per la quale la FERMO ASITE "si è resa disponibile" a pagare gli stipendi non pagati. Nessun atto di filantropia, è obbligata a pagare. (Che grande idea fu costituire la Fermo Asite!!??)
  • stefi

    13-11-2014 19:56 - #4
    un canone annuo di piu' di 5 milioni di euro che l'asite riceve dal comune per il brillante servizio di raccolta della monnezza e pulizia della citta' non ne vogliamo parlare, a fine mese non pagheremo la seconda rata della tari? oh ferma' sveglieteve!!!!!e' ora de mannalli a casa......
  • Giulio

    13-11-2014 19:08 - #3
    Amico caro, in questo caso FERMO ASITE è responsabile in solido in quanto appaltatrice del servizio......quindi il tuo commento è proprio fuori luogo.
  • Giorgio

    13-11-2014 18:31 - #2
    Prima appaltano i lavori all'esterno al massimo ribasso e poi si vogliono sostituire alla ditta appaltatrice per pagare i dipendenti non pagati, siamo alla follia, Solidarietà alle lavoratrici, ma l'ASITE è sempre più un caos, a maggior ragione con le salatissime tariffe che ci fanno pagare e i servizi scadenti che offrono. Allo sbando.
  • Meneger de Porto Sant'Erpidio

    13-11-2014 15:37 - #1
    Non ho capito: la FERMO ASITE si è resa disponibile a pagare gli stipendi di lavoratori di una azienda terza?? FERMO ASITE, potrebbe gentilmente pagare gli stipendi delle centinaia di lavoratori fermani che (dipendenti di aziende in bilico) non prendono lo stipendio??
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications