Attualità
Ciip. Investimento di 4 milioni e 400 mila euro per il nuovo collettore da Lido di Fermo a San Tommaso. Il presidente Alati: “Ancora troppo presto per parlare di dismissione dell'impianto di Lido"

“Un percorso di bonifica del territorio inarrestabile”. Così il presidente Ciip Pino Alati definisce il piano di investimenti che sta interessando il territorio fermano. Ultimo, in ordine di tempo, il progetto preliminare di oltre 4 milioni e 400 mila euro, per quel che riguarda un nuovo collettore che collega Lido di Fermo con il depuratore basso Tenna. Un intervento importante, che però non porterà, nell'immediato, alla dismissione del depuratore di Lido di Fermo. Per quest'ultimo passaggio i tempi sono ancora lunghi.

 Ciip. Investimento di 4 milioni e 400 mila euro per il nuovo collettore da Lido di Fermo a San Tommaso. Il presidente Alati: “Ancora  troppo presto per parlare di dismissione dell'impianto di Lido

“Il nuovo collettore – spiega Pino Alati – andrà a sgravare il depuratore di Lido di Fermo per circa 8/10 mila abitanti equivalenti. Un intervento che si aggiunge a quello già messo in atto con l'apertura del nuovo impianto di depurazione basso Tenna, dove sono stati convogliati i liquami di tutto il quartiere Tirassegno e Campiglione, alleggerendo ulteriormente Lido”. Pino Alati che però, rispetto alle notizie uscite nei giorni scorsi, precisa: “Da qui a parlare di dismissione totale è ancora presto, il percorso è lungo, anzi, ci vuole molto tempo, milioni di euro e un potenziamento del depuratore  in zona San Tommaso. Il sindaco di Fermo da tempo si preoccupa della situazione e non posso che apprezzare questa sensibilità a riguardo. Il percorso va condiviso anche con i 59 comuni che compongono l'assemblea Ciip. La strada intrapresa è comunque quella giusta, con l'Ato che studia quello che possiamo definire il piano regolatore degli interventi e la Ciip che, con i suoi grandi professionisti, pianifica al meglio le risorse da investire e come concretizzare queste linee generali d'intervento”. Presidente Alati che dunque, per chiarezza, spiega come la dismissione di un depuratore che copre un bacino di 25 mila persone come quello di Lido non sia così immediata: “Siamo consapevoli delle grandi potenzialità turistiche di Lido di Fermo ed il lavoro che stiamo facendo, anche con il nuovo collettore, va in questa direzione. Non dimentichiamo anche gli altri interventi messi in atto sul territorio, come i 4 milioni di euro di investimento lungo la vallata dell'Ete”.

Letture:2229
Data pubblicazione : 13/11/2014 10:29
Scritto da : Paolo Paoletti
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • Ilenia

    14-11-2014 00:54 - #3
    Ieri il sindaco Brambatti si vanta di poter chiudere il depuratore di Lido di Fermo (poi quasi smentita dal Presidente Ciip Pino alati ) . Sig. Sindaco si è sempre battuta per non la realizzazione del depuratore delle Paludi insieme al Consigliere Tomassini oggi assessore , adesso rivendica la paternità della chiusura del depuratore di Lido . Le ricordo che il Progetto insieme al Ciip è stato redatto dal ex Sindaco Di Ruscio e ex Assessore all'ambiente Dott. Rastelli . è bene raccontare la verità . Comunque quando succederà tra circa 3 0 4 anni non potrà mai appropiarsi di questa Paternità caro Sindaco Brambatti .
  • Maligno

    13-11-2014 19:31 - #2
    Sarà che Stracci è in cerca di visibilità e si prepara per correre alla Regionali? Alati ha fatto bene a precisare anche perchè non sarebbe stato più corretto un sopralluogo congiunto con il gestore (CIIP)?
  • UN ALTRO DEPURATORE DA COSTRUIRE A SAN TOMMASO ??????????

    13-11-2014 11:37 - #1
    Sui giornali grande risalto da parte del sindaco Brambatti, di Alati ed altri sulla chiusura del vecchio depuratore di Lido, roba di solo pochi mesi ed ora, Alati precisa che ci vorrà molto tempo e addirittura la costruzione di un altro depuratore a San Tommaso !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ma cosa combinano comune di Fermo, CIP, ATO e compagnia bella, siamo passati dall'annunciare la dismissione del vecchio depuratore di Lido a ipotizzare tempi lunghi, che potrebbero essere anni e anni, con la costruzione di un nuovo depuratore a San Tommaso !!!!!!!!!!!!! Ma cosa si può dire di più, solo che siamo in balia di propaganda e annunci farsa, ma con un maestro come Matteo Renzi cosa ci si aspettava !!!!!!!!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications