Attualità
Lotta al commercio abusivo. Il sindaco Loira scrive al Questore: "Urgono servizi mirati"

"Negli ultimi tempi è stata riscontrata una recrudescenza dello stesso – si legge nella nota del sindaco Nicola Loira al Questore – per il numero dei soggetti interessati: la vendita illegale non riesce ad essere affrontata solamente da parte della Municipale. Si ritiene necessario chiedere la riproposizione di specifici servizi per il prossimo periodo natalizio e permanenti per il mercato del giovedì".

Lotta al commercio abusivo. Il sindaco Loira scrive al Questore:

"Dopo un confronto con le Forze di polizia, nel quale è stata segnalata una recrudescenza del fenomeno del commercio abusivo, in seguito alle doglianze dei commercianti (che lamentano una concorrenza sleale soprattutto in occasione di fiere, mercati e feste) e, non ultimo, dopo aver ascoltato i cittadini (in particolare anziani) - fanno sapere dal Comune - in merito alla non percorribilità dei marciapiedi a causa della presenza di irregolari, il sindaco Nicola Loira ha deciso di scrivere una lettera al questore di Ascoli Giuseppe Fiore. L'ha innanzitutto ringraziato per i servizi disposti e svolti dal personale delle Forze di polizia per la piena riuscita della “Fiera d'autunno” della scorsa domenica". “Nel corso della stessa giornata – spiega Loira nella missiva – gli interventi contro la vendita abusiva, condotti insieme al personale della Polizia municipale, sono stati determinanti per contrasto ed il contenimento del fenomeno. Negli ultimi tempi è stata riscontrata una recrudescenza dello stesso – fa notare – per il numero dei soggetti interessati: la vendita illegale non riesce ad essere affrontata solamente da parte della Municipale. Le prossime festività natalizie costituiranno occasione di richiamo dei suddetti soggetti. Si ritiene necessario chiedere la riproposizione di specifici servizi per il prossimo periodo natalizio. E' comunque necessario, ove possibile, che tali interventi al mercato settimanale siano permanenti al fine di contenere il fenomeno, dare segno tangibile del controllo del territorio da parte delle istituzioni ed evitare eventi che compromettano l'ordine e la sicurezza pubblica. Specie in questi duri momenti per l'economia, non è tollerabile che il commercio venga gravato da fenomeni di illegalità e abusivismo”.

Letture:1912
Data pubblicazione : 26/11/2014 11:46
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Pasquino

    27-11-2014 01:44 - #1
    É fuorviante parlare di abusivismo o genericamente di illegalità. Il commercio di merce contraffatta è un delitto flagrante, punito ( in teoria)con la reclusione e la multa, che le Forze dell'ordine avrebbero l'obbligo giuridico di perseguire e la Magistratura, una volta appresa la notizia di reato avrebbe il dovere disporre indagini per l'identificazione dei responsabili e la repressione del delitto. In realtà le Forze dell'ordine si girano dall'altra parte o si accontentano della momentanea fuga dei venditori di merce con marchi falsi e non credo (spero di sbagliarmi) che la Magistratura abbia mai disposto delle indagini o degli interventi repressivi al riguardo. Eppure in Italia l'azione penale dovrebbe essere obbligatoria.....Le associazioni di categoria si rivolgano alla Magistratura con specifici esposti, magari corredati da documentazione fotografica o da filmati.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications