Attualità
Garanzia Giovani: il consigliere regionale Letizia Bellabarba si fa portavoce della protesta dei giovani: “L'inps trattiene il 23%. Il ministro Poletti intervenga”

"Siamo a conoscenza del fatto che l'INPS, oltre ad essere in ritardo con i pagamenti, sta tassando il compenso per i tirocini effettuati dai ragazzi nell'ambito del Programma Garanzia Giovani di ben il 23%. Questo è inaccettabile, soprattutto quando la risposta alle nostre proteste ufficiali come Regione è che i ragazzi, dopo aver fatto il modello 730, possono chiederne il rimborso. Ma allora perché devono trattenere preventivamente una somma, se poi tanto la restituiscono!". Inizia così l'intervento del consigliere regionale Pd Letizia Bellabarba che si fa portavoce delle richieste di tanti giovani del territorio. 

Garanzia Giovani: il consigliere regionale Letizia Bellabarba si fa portavoce della protesta dei giovani: “L'inps trattiene il 23%. Il ministro Poletti intervenga”

"Io non sono un'esperta in materia fiscale - scrive la Bellabarba -  ma il sospetto è che l'INPS speri che nessuno, per dimenticanza o per burocrazia, passi poi all'effettiva richiesta di rimborso. La Regione Marche, in particolare attraverso l'azione dell'Assessore Luchetti, ha già formalmente chiesto al Ministero del Lavoro di intervenire, affinché si ponga immediatamente fine a questo modo di procedere dell'INPS che risulta vessatorio nei confronti di migliaia di giovani che trovandosi in una situazione di disoccupazione, hanno riposto molte speranze nell'opportunità data da Garanzia Giovani. Questo programma, di cui purtroppo la Regione non ha piena titolarità ma fa capo al Ministero del Lavoro attraverso una convenzione, vede le Marche al 1° posto in Italia per numero di domande ricevute (oltre 3000 per i soli tirocini) e per le quali c'è la ferma volontà politica di dare risposta a tutte, ma l'atteggiamento di Istituti Nazionali come l'INPS, oltre a mettere in difficoltà le loro stesse sedi territoriali che non sanno più cosa rispondere, non aiuta il lavoro di una Regione come la nostra che, per la gestione del programma, ha ricevuto persino i complimenti dallo stesso Ministero".

Consigliere Bellabarba che prosegue: "Capiamo che ci sono difficoltà nella distribuzione delle risorse e nei rapporti con alcune regioni che ancora devono addirittura iniziare, ma questo non può rallentare oltremodo o danneggiare una regione come la nostra che sta facendo e farà di tutto per dare un'opportunità di lavoro o di formazione professionale ai tanti giovani che ce la stanno chiedendo. Coinvolgerò i parlamentari delle Marche, affinché possano intraprendere un'azione efficace per sostenere il Ministero del Lavoro nel dialogo con l'INPS per ripristinare una pratica di buon senso nella gestione dei pagamenti dei tirocini".

Letture:3297
Data pubblicazione : 04/02/2015 16:31
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
4 commenti presenti
  • Titus Boerus

    05-02-2015 09:19 - #4
    Il PD, partito della Bellabarba, ha messo (..) Tito Boeri alla presidenza dell'INPS. Quindi tutte queste trovate di propaganda è meglio che ve le risparmiate, non siete mica all'opposizione. E poi basta con la retorica sui giovani! p.s. che lavoro faceva la Bellabarba prima di essere cooptata al consiglio regionale?
  • indignata!!!!!!

    05-02-2015 00:32 - #3
    ancora una volta avete illuso giovani con false speranze,VERGOGNA.
  • LA BELLABARABA GIA' IN CAMAPGNA ELETTORALE ... CHE TRISTEZZA QUESTI POLITICANTI ...

    04-02-2015 19:27 - #2
    Coinvolegerà i parlamentari delle Marche? Ma chi Petrini e Verducci? Consigliera Bellabarba mi sembra che costoro, come lei e tutto il suo partito di governo prono alle richieste dell'Europa e dei potenti, siate tutti già abbastanza coinvolti nello sfacelo italiano ... lasciate perdere che è meglio.
  • joe

    04-02-2015 17:32 - #1
    chi lo mantiene il baraccone statale? è l'italia, non si faccia finta di passare per ingenui
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications