Attualità
Un appello di Confindustria e dei Sindacati per l'approvazione definitiva dei POR FESR e FSE entro la legislatura. Inoltrata richiesta urgente al Consiglio Regionale

La Regione Marche è rientrata  fra le prime undici Regioni che hanno avuto i POR 2014-2020 FSE e FESR approvati dalla Commissione Europea.  La Giunta Regionale ha adottato tali testi e li ha poi trasmessi alle Commissioni Consiliari al fine di completare al più presto l’iter di approvazione.

Un appello di Confindustria e dei Sindacati per l'approvazione definitiva dei POR FESR e FSE entro la legislatura. Inoltrata richiesta urgente al Consiglio Regionale

È fondamentale che si renda operativa prima possibile la nuova programmazione dei Fondi strutturali che – come noto – rappresentano le uniche risorse certe per lo sviluppo e per le quali sollecitiamo con urgenza l’espressione dei pareri delle Commissioni Consiliari coinvolte e l'approvazione in aula, così come approvati a Bruxelles. In caso contrario dovrebbero riacquisire pareri ed approvazioni comunitarie.
Infatti ora non mancano che gli ultimi passaggi: i pareri delle Commissioni Consiliari, CAL e CREL e l’approvazione definitiva in Aula dei testi che deve avvenire prima del 25 marzo, data presumibile di chiusura della legislatura.
Il rischio è chiudere l'attuale legislatura senza aver varato in via definitiva gli atti più importanti degli ultimi 5 anni: i nuovi Programmi Operativi dei fondi strutturali. Il tutto verrebbe a far slittare almeno di altri 6 mesi l'operatività effettiva e si bloccherebbero circa 600 milioni di euro che sono indispensabili per far partire ora l’economia e garantire interventi a favore della comunità regionale.
È noto che ancora la situazione economica della regione risulti fragile e per far riprendere gli investimenti è indispensabile l’avvio dei Bandi del POR FESR 2014-2020, in particolare quelli già oggetto di confronto con le forze economiche sociali per quanto riguarda il sostegno all’Innovazione e alla Ricerca, così come fondamentali sono gli interventi per il sostegno della competitività delle imprese e per il rilancio dell'occupazione.
Sarebbe gravissimo ed imperdonabile far perdere ulteriore tempo all’utilizzo delle risorse comunitarie nelle Marche .
Si ricorda che la nuova Programmazione dei Fondi strutturali sarebbe dovuta decollare sin dallo scorso anno, ma che ha avuto un iter di molto prolungato per le procedure nazionali e regionali.
Ora siamo in dirittura di arrivo e la responsabilità della chiusura rapida dell’iter procedurale dei POR FESR ed FSE è tutta in capo ai Consiglieri Regionali che dovrebbero sentire - come le forze economiche sociali – l’urgenza di dare avvio finalmente al nuovo quadro programmatorio per dare una risposta alle imprese, ai lavoratori e ai territori, da tanto tempo anelata.
La crisi ancora incombe ed è responsabilità primaria delle Istituzioni e degli Amministratori dare risposte valide per una ripresa economica che timidamente sembra affacciarsi, ma che necessita di impegni e di risorse concrete e reali.
Ogni altra scelta sarebbe incomprensibile ed ingiustificabile viste le difficoltà che il sistema economico sta affrontando ormai da molti anni.
Attendiamo quindi segnali concreti di attenzione e di sensibilità in tal senso, a partire da domani in cui è convocata la VI Commissione Consiliare, in seduta congiunta con la III Commissione.

Letture:1670
Data pubblicazione : 10/03/2015 10:30
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications