Attualità
L'ospedale di Amandola tra progetti e nuovi investimenti. La soddisfazione del sindaco Marinangeli e del direttore Carelli

Pochi giorni fa, presso l’Ospedale di Amandola, il Direttore dell’Area Vasta n. 4 dott. Alberto Carelli ed il Sindaco di Amandola ing. Adolfo Marinangeli si sono incontrati per una verifica puntuale sulle attività sanitarie garantite dal Presidio. Il Direttore Carelli, insediatosi da poco più di un anno, aveva dichiarato che l’Ospedale di Amandola non andava chiuso ma potenziato. 

L'ospedale di Amandola tra progetti e nuovi investimenti. La soddisfazione del sindaco Marinangeli e del direttore Carelli

Dalle parole siamo passati ai fatti: “Dai dati dell’anno 2014 – dichiara Carelli - si evidenzia un sostanziale incremento delle prestazioni sanitarie legate sia ad investimenti effettuati nella struttura sia all’attivazione di ore aggiuntive rispetto all’anno 2013. Nello specifico abbiamo attivato delle sedute aggiuntive per la TAC e lo Screening Mammografico, sono state incrementate le ore di Dermatologia, Neurologia, Odontoiatria e Terapia del dolore, mantenendo i livelli di attività preesistenti. Dal mese di febbraio 2015 vi è anche la possibilità di eseguire esami TAC alle arcate dentarie. Sono cresciute le prestazioni di Dialisi presso il Centro di Attività Limitata (CAL) a seguito della ristrutturazione del Centro che ha determinato un aumento dei reni artificiali (da 4 a 7). Inoltre Il Centro Raccolta Sangue ed Emocomponenti della Medicina Trasfusionale è stato trasferito da poco in nuovi locali ristrutturati, secondo i requisiti previsti dal manuale di Autorizzazione e di Accreditamento e dalle norme europee, ottenendo un “Accreditamento in classe 5 di eccellenza”; sono stati inoltre acquistate nuove poltrone e arredi per la sala donazione e per l’ambulatorio medico. La RSA, inaugurata nell’estate scorsa, lavora a pieno regime con 20 posti letto, sempre occupati, con una buona qualità assistenziale, per la soddisfazione degli utenti. Al riguardo il Sindaco mi ha chiesto di attivare il piano superiore della RSA, già pronto e arredato, con ulteriori 20 posti letto o di RSA o di RP (Residenza Protetta), obiettivo quest’ultimo che ritengo strategico non solo per la città di Amandola ma per tutto il comprensorio montano”.

Il Sindaco Adolfo Marinangeli, soddisfatto per i dati positivi e per la disponibilità del Direttore ha dichiarato: “E’ stato un incontro positivo in cui si è parlato del potenziamento degli ambulatori e di ulteriori servizi sui quali lavorare. In tal modo l’Ospedale diventa sempre più un importante centro di servizi per l’entroterra marchigiano. Il progetto di attivare altri 20 posti letto per la RSA o RP risulta necessario per tutto il territorio montano anche oltre il confine provinciale al fine di concretizzare l'idea di distretto montano dei Sibillini . Con il Direttore stiamo inoltre pensando ad un accordo quadro innovativo ed unico nel settore tra Area Vasta IV e Comune per uno scambio di servizi al fine di ottimizzare le risorse di entrambi. Se realizzato, porterà, per la prima volta nella storia dell’Ospedale amandolese, frutti molto positivi per gli utenti”.

Letture:3873
Data pubblicazione : 26/03/2015 11:05
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • Aragorn

    31-03-2015 17:18 - #3
    la salute dei cittadini è un sistema di ricatto, niente di nuovo, l'ospedale è lo strumento...nel caso di amandola, non chiuderà mai perchè a quel punto l'argomento sarebbe definitivamente inutilizzabile e non andrà mai a pieno regime perchè basta riscaldarlo ed è ottimo per ogni campagna elettorale...non sapevo questa cosa, perchè gli utenti di altre aree non ne possono usufruire?
  • Lupo dei Sibillini

    27-03-2015 12:00 - #2
    Capisco il periodo di campagna elettorale ma sarebbe ora di smetterla di giocare sulla salute dei cittadini !!!! Caro sindaco se veramente la RSA deve diventare strategica per il territorio montano dia una svegliata ai dirigenti ASUR affinché anche gli utenti delle Aree Vaste 3 e 5 possano utilizzare la struttura !!!
  • Aragorn

    26-03-2015 16:17 - #1
    dubbi...non vedo il nesso tra rsa ed ospedale...la prima è una struttura di degenza a cui si può accedere facendo domanda tramite il medico curante, la seconda è, per definizione, una struttura per patologie acute...non vedo il nesso tra il potenziamento delle attività ambulatoriali (ottima cosa!) ed il fatto, ad esempio, che il reparto di chirurgia non abbia da anni un primario ufficiale e che i pochi ricoverati vengano trasferiti nel reparto di medicina durante il fine settimana, per essere riportati al proprio posto il lunedi. questa è una delle attività preesistenti rigorosamente mantenuta. comunque, visto che ormai ci siamo, come possiamo noi cittadini contribuire esercitando il sacrosanto e democratico diritto di voto?
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications