Attualità
I sindacati CGIL e CISL: “Incontro d'esordio positivo con il sindaco di Fermo. Superati equivoci e incomprensioni”. Possibile creazione di un consorzio tra comuni per la gestione dei rifiuti

Le organizzazioni confederali di Cgil e Cisl, insieme ai rispettivi sindacati dei pensionati Spi e Fnp, danno un giudizio positivo dell'incontro con il sindaco Paolo Calcinaro tenutosi ieri, martedì 22 luglio. “Analisi e proposte sindacali - spiegano le due sigle - hanno riscontrato nel sindaco una condivisione negli aspetti fondamentali, partendo dalla consapevolezza dei problemi e del necessario rilancio della città di Fermo. Condivisa anche la necessità di affermare la pratica democratica e partecipativa come metodo amministrativo”.

I sindacati  CGIL e CISL: “Incontro d'esordio positivo con il sindaco di Fermo. Superati equivoci e incomprensioni”. Possibile creazione di un consorzio tra comuni per la gestione dei rifiuti

“L'incontro – spiegano i segretari Di Cosmo e Cifani - è servito anche per chiarire e superare alcuni equivoci e incomprensioni. Il mancato confronto sui provvedimenti presi all'indomani dell'insediamento della nuova giunta è dovuto a urgenze di carattere tecnico-normativo (integrazione organico); tuttavia, sulla riorganizzazione complessiva della struttura amministrativa sarà pienamente coinvolta la rappresentanza dei lavoratori. Intanto, si è preso atto della necessità di un profondo cambiamento, superando il forte conservatorismo, per conseguire una maggiore efficienza dei servizi e eliminare il clima pesante instauratosi negli ultimi anni nei vari ambienti di lavoro; sarà rivisto il Piano triennale anticorruzione e trasparenza con la previsione della rotazione triennale dei dirigenti, coerentemente con la graduale presa in carico dei nuovi assessori. Parallelamente alla riorganizzazione si svolgerà il confronto sul regolamento per la mobilità interna dei dipendenti, prevedendo premialità -che scaturiranno da risparmi sul fondo incentivi riservato ai dirigenti- erogate in base a progetti e merito La parte sindacale ha di nuovo richiesto l'immediata eliminazione delle differenze di trattamento sui buoni pasto. La scadenza imminente per l'approvazione del bilancio di previsione non consente un confronto di merito sulle richieste sindacali che, tuttavia, potrà realizzarsi in sede di assestamento”.

Sindacati che spiegamo come : “Il sindaco ha confermato la riduzione della Tari resa praticabile dagli utili conseguiti dall'Asite. Cgil e Cisl hanno messo sul tavolo la profonda riorganizzazione dell'azienda partecipata che rimetta in efficienza e sicurezza tutto il servizio integrato dei rifiuti e l'avvio di un processo che reinternalizzi tutti i servizi comunali in una futura unica multiservizi. Nel contempo va avviato un processo di aggregazione con aziende dei comuni limitrofi. Una prima ipotesi riguarda la realizzazione di un Consorzio per la raccolta dei rifiuti. Sono in corso contatti con P.S.Giorgio e altri comuni. Sulle politiche fiscali e tariffarie, il sindacato ha insistito, oltre che su una concreta lotta contro l'evasione, sulla progressività e compartecipazione in base alle condizioni socio-economiche dell'utenza da determinare con il nuovo Isee lineare ed attualizzato. Condivisa la necessità di impiegare risorse straordinarie (Fondo anticrisi) per aiutare la parte più debole della cittadinanza, non diminuendo le risorse ordinarie previste per le politiche sociali. In quest'ambito sarà decisivo il ripristino del Fondo regionale. Chiesta anche la realizzazione di una Fodazione di Comunità per una gestione programmata delle risorse pubbliche e private nel sociale. Imminente un incontro sulle emergenze e politiche abitative e su molte altre tematiche. Sulle politiche socio sanitarie, oltre alle perplessità espresse sul reperimento delle risorse per il cofinanziamento necessarie per la realizzazione del nuovo ospedale di rete, è condivisa l'urgenza di portare a termine la riorganizzazione sanitaria e il completamento della riconversione delle strutture territoriali, risolvere il problema delle liste di attesa, efficientare l'assistenza domiciliare e residenziali per la non-autosufficienza e l'integrativa scolastica. Su questi elementi non va distolta l'attenzione del Territorio! In conclusione, l'incontro è servito per riscontrare l'esistenza delle premesse per avviare una politica amministrativa efficiente e partecipativa con l'obiettivo di realizzare una città democratica, giusta, solidale, vivace ed accogliente, all'altezza del ruolo di capoluogo di provincia”.

Letture:2892
Data pubblicazione : 23/07/2015 16:42
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Luciano

    24-07-2015 10:43 - #1
    I sindacati parlano il politichese e portano i loro iscritti, non una parola sui dipendenti della provincia di Fermo che con la mobilità approderanno in comune a Fermo, che ha mandato a casa prima del tempo 30 suoi dipendenti. I sindacati sono parte del potere, e oggi non si limitano alla difesa del dipendente, ma mettono bocca su tutto, sono dei politici.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications