Attualità
Regione Marche. La terza commissione approva i quesiti referendari sulle trivellazioni

Parere favorevole della Terza Commissione (Governo del Territorio) sui cinque quesiti referendari relativi alla modifica di alcune parti normative dei decreti “Sblocca Italia” e “Sviluppo”, con particolare riferimento alla possibilità di ricerca, prospezione e stoccaggio degli idrocarburi. Prosegue, pertanto, a ritmo spedito, l’iter che dovrebbe portare entro il 30 settembre (ma le rispettive deliberazioni delle diverse Assemblee regionali sul medesimo testo referendario dovrebbero giungere prima di quella data) alla presentazione della richiesta di indizione di referendum da parte di almeno cinque Consigli regionali alla Corte di Cassazione.

Regione Marche. La terza commissione approva i quesiti referendari sulle trivellazioni

I quesiti sono rivolti nello specifico a: bloccare le nuove autorizzazioni, fatti salvi i titoli già acquisiti, rilasciati o prossimi al rilascio (cioè nella fase conclusiva); uniformare le procedure per concessioni in mare e sulla terraferma; riportare alcune scelte di valutazione e di concessione in ambito regionale.

“Attraverso questo passaggio – ha rilevato il Presidente della Commissione Andrea Biancani (Pd) – andiamo a recuperare un ruolo più forte della Regione ed anche delle autonomie locali in fatto di scelte che possono incidere fortemente sui cittadini. Speriamo si possa aprire una nuova fase di decentramento amministrativo con scelte (leggi regionali e Piani strategici) davvero condivise e vincolanti e non successivamente disattese o ritenute non vincolanti dallo Stato centrale. Ritengo per altro quanto mai giusta la scelta dell’agenda di questa Commissione che ha deciso di programmare ben due appuntamenti di approfondimento sui temi delle trivellazioni in mare e sulla terraferma che hanno consentito ai consiglieri commissari di essere informati sullo stato delle attuali autorizzazioni e giungere così a conclusioni più consapevoli”

Sostanzialmente dello stesso avviso il Vicepresidente Sandro Bisonni (Mov5Stelle) che ha confermato il “massimo appoggio ad una iniziativa (quella referendaria) che va nella direzione di contrasto ad uno scempio ambientale. Dispiace – ha aggiunto – che non sussistano i tempi tecnici per promuovere una stessa iniziativa sul tema degli inceneritori”.

Letture:2088
Data pubblicazione : 16/09/2015 15:18
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications