Attualità
Prefettura. Il sindaco Calcinaro dopo l'incontro di Confindustria: “La nostra non è una battaglia di retroguardia, rilanciare un sistema di riqualificazione della spesa pubblica"

“Esprimo soddisfazione per l’esito e per la partecipazione all’incontro, ringrazio il Presidente di Confindustria Fermo Andrea Santori per averlo organizzato. Sono state sviluppate tematiche qualificate ed una linea d’azione comune volta a fermare un 'relitto' risalente alla normativa, senza logica, del Governo Monti. Non c’è invece alcuna opposizione sistematica a tutto l’impianto delle Prefetture così come previsto dal decreto legislativo Madia”. Queste le dichiarazioni rilasciate dal sindaco di Fermo Paolo Calcinaro a margine dell’incontro avvenuto ieri nella sede di Confindustria Fermo sul tema del futuro della Prefettura.

Prefettura. Il sindaco Calcinaro dopo l'incontro di Confindustria: “La nostra non è una battaglia di retroguardia, rilanciare un sistema di riqualificazione della spesa pubblica

“La nostra – spiega il sindaco Calcinaro - non è una battaglia di retroguardia, di pura conservazione, ma siamo i primi a rilanciare su un sistema di riqualificazione della spesa pubblica. Se ci proponessero una suddivisione in Marche Nord e Marche sud, come potremmo sottrarci a questa vera razionalizzazione della spesa. Non ci stiamo al taglio che vuole determinare un riferimento legislativo superato, che porterebbe risparmi irrisori e risulterebbe punitivo per un territorio come il nostro che non ha raggiunto livelli ed organici sufficienti delle varie forze di polizia. La difesa della sicurezza di questi tempi è il primo obiettivo mio ma, come è emerso, di tutti i livelli politici presenti all’incontro di ieri. Su questo credo che un segnale di unitarietà debba giungere da tutte le forze politiche comunali”.

Letture:3242
Data pubblicazione : 29/09/2015 15:32
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
5 commenti presenti
  • Catarino Cesà

    01-10-2015 00:13 - #5
    Interessante disamina del nostro Nostradamus, ma a questo punto ci sarebbe da chiedersi solo una cosa...Calcinaro è stato eletto in quanto Leader con attributi e presenza politica superiore alla media, oppure per essere il più attendibile dei gregari che compongono la sua Giunta? Domandarsi questa cosa potrebbe liberare l'argomento Prefettura si- Prefettura no di un grandissimo equivoco, perchè se è solo un gregario non c'è bisogno che si prodigi in battaglie di retroguardia, ma se è Leader queste battaglie neppure nascerebbero...... sarebbe curioso che ora chi lo ha votato inizi a covare il dubbio di aver eletto un gregario e non il campione.....
  • sibillini

    30-09-2015 22:07 - #4
    Egr. Sindaco Calcinaro abbia un po' più di coraggio e dica chiaramente che l'istituzione della Prefettura a Fermo non ha mai avuto alcun senso. Mi raccomando: meno calcoli da politichetta terra terra (..ma poi se dico questo invece di quest'altro quanti elettori potenziali perdo fra 4 anni quando mi ripresento??..) e più coraggio! E visto che ci siamo: rivedere radicalmente stile comunicativo, che così alla terza riga già si ronfa alla grande.
  • prefettura persa

    30-09-2015 07:59 - #3
    Non credo si possa fare qualcosa, il ministro dell'interno ha deciso, la Prefettura esegue. Sono pochi dipendenti da spostare non è questo il problema di Fermo, l'accorpamento con Ascoli non è un danno grave. Siamo seri
  • Nostradamus

    29-09-2015 19:29 - #2
    Caro Calcinaro, forse non lo avevi previsto ma te lo dovevi aspettare, il tuo mandato sarà caratterizzato da una serie di interventi volti esclusivamente a riportare il nostro territorio sotto la terra Ascolana. Il Disegno è chiaro, le provincie mezze abolite, necessitano di un nuovo nome "area vasta" e per fare questo occorrono un certo numero di abitanti che da sole ne Fermo e ne Ascoli possono garantire, quindi la soluzione migliore far ritornare Fermo all'ovile Ascolano. Dopo la Prefettura toccherà al tribunale, tempo un anno, un anno e mezzo ed anche questo sarà accorpato ad Ascoli....poi la Camera di Commercio e via via tutto il resto..., compresa Sanità !!! Perché tutto questo ? Semplice inconsistenza politica di chi ci rappresenta a tutti i livelli, un PD locale defunto per insipienza e diciamolo pure cittadini non adeguati a comprendere quello che sta avvenendo e forse rassegnati al peggio. Mix micidiale per ridurre questo territorio a mera testimonianza geografica. Occhio Calcinaro di tutto questo daranno a te la colpa ben sapendo che le colpe partono da lontano. Sei l'agnello sacrificale di inutili "personaggetti" locali che sanno benissimo quale è il futuro, fatti furbo anticipali e dagli scacco al Re e batti i pugni tenendo lontani i parassiti della politica. Auguri Sindaco
  • Fabio Petrini

    29-09-2015 17:57 - #1
    Ha ragione il Sindaco Calcinaro, perché creare una sola prefettura Marche Sud e una sola prefettura Marche Nord porta sicuramente a una razionalizzazione della spesa senza diminuire i servizi. Quello che è inaccettabile è che venga chiusa solo la prefettura di Fermo. Da questa vicenda è possibile capire che le riforme del governo Renzi, a guida PD, non producono veri risultati, ma sono solo propaganda.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications