Attualità
+5,58% presenze rispetto al 2014. Primi dati positivi per il turismo sangiorgese. Funziona il sito lanciato lo scorso anno

Quella appena trascorsa è stata “una bella estate”: hanno esordito così il sindaco Loira e l’assessore al turismo Ciabattoni, parlando della stagione appena conclusa. Non è al meteo (che pure è stato buono) che si riferiscono parlando di “bella”, ma all’intera stagione e a “tutti quegli eventi e manifestazioni che hanno portato gente in città. I dati, provvisori, lo confermano”.

+5,58% presenze rispetto al 2014. Primi dati positivi per il turismo sangiorgese. Funziona il sito lanciato lo scorso anno

A parlare di cifre è stata la Ciabattoni che, nel ribadire come “manchino alcuni inserimenti delle strutture extralberghiere”, ha detto che dalla regione (che diffonderà le statistiche ufficiali il prossimo 10 ottobre) sono arrivati i primi dati parziali: “24.698 arrivi (+8,24% rispetto al 2014) e 133.131 presenze totali (+5,58% rispetto al 2014) da maggio ad agosto sono numeri positivi che non possono che renderci soddisfatti”.

“Non sarebbe stato possibile raggiungere queste cifre – ha spiegato Loira – senza la collaborazione di tutti, di ciascuno dei soggetti coinvolti”. Del resto c’è anche un proverbio che nel dire “l’unione fa la forza”, parla proprio di questo. Con la collaborazione di tutti si fanno grandi cose. “A tutti va il nostro ringraziamento” sono state le parole del sindaco e dell’assessore. Statistiche alla mano, anche la promozione sul web ha avuto successo, tant’è che gli accessi unici sono stati 24.000 (accesso più accesso meno), mentre le visite poco meno di 3 milioni. “Chi ha visitato il sito vuol dire che è tornato, è un servizio che funziona. Ci investiremo e ne faremo un’app” ha concluso l’assesore al turismo.

Letture:3165
Data pubblicazione : 02/10/2015 08:46
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • Catarino Cesà

    02-10-2015 17:25 - #2
    Indici & Statistiche.... L’attrattiva turistica di un territorio è cosa diversa dalle presenze numeriche, dovrebbe essere calcolata seguendo degli indici di “turisticità” precisi e non solo variazioni statistiche da elezioni politiche. Gli indici di turisticità non possono venir rappresentati in base alle esigenze politiche dei singoli amministratori, ma devono rispondere a specifiche domande inerenti il calcolo stesso. Il turismo è l’insieme di domande ed offerte in cui sono gli stimoli, consci o inconsci che siano, che operano fortemente i condizionamenti e le scelte, e il contesto territoriale è parte integrante di queste scelte, per cui per elaborare una analisi seria servono una gamma di informazioni qualitative e quantitative notevoli e provenienti dal territorio in questione. Questo per arrivare a definire nel dettaglio una “georeferenziazione territoriale” quanto più precisa. Per tanto, per indicare gli indici per la determinazione di turismo territoriale, serve la massima informazione fra le risorse disponibili e quelle effettivamente sfruttata, sterili numeri statistici potrebbero spiegare a posteriori una sconfitta ma non spiegare le ragioni di una vittoria. Altra condizione importante è la definizione di “profilo turistico”, ragione prima di evidenti fraintendimenti ed equivoci turistici, in quanto la mancata definizione comporterebbe un errato uso delle risorse effettive, sia in eccesso che in difetto. A priori non esistono siti turistici assoluti, ma esistono invece siti turistici minori o maggiori, come accade con le squadre sportive, e il non saper posizionare un sito potrebbe equivalere a farlo iscrivere ad un campionato non adatto alla sua effettiva categoria, creando aspettative e frustrazioni tipiche delle posizioni sbagliate ed esagerate, sempre sia per difetto che per eccesso. Spesso quando i politici non sanno cosa dire circa il turismo, per propria incapacità o ignoranza specifica, si affidano ai soli numeri, mentre si dovrebbero attuare le giuste analisi di mercato tipiche di ricerche approfondite. La stessa mancanza di volontà analitica da parte degli amministratori locali è alla base di mancanza di turismo o eccesso di aspettative non appagate. Nel determinare la posizione qualitativa del sito turistico, minore o maggiore, una delle più importanti cause di declassificazione o di avanzamento è la “presenza comunicativa” ossia la quantità e qualità delle pubblicazioni o dei riferimenti economici e culturali che un determinato sito riesce a conquistare nel mondo della comunicazione nazionale e internazionale, una presenza scadente o inesistente determina giocoforza un declassamento generale, dal quale non si riemerge con aumenti statistici di pochi punti percentuali, ma con azioni mirate e massicce che debbono riguardare la qualità assoluta della proposta turistica, ma anche sociale e culturale, e non solo quella numerica legata al consumo estivo di gelati o pizze napoletane. Di Porto San Giorgio le pubblicazioni relative al suo mondo sociale e culturale non garantiscono nessun traino per il turismo, infatti i periodici o le televisioni ne parlano rarissimamente e quando lo fanno sono solo due righe e questo è un limite politico prima ancora che informativo, in quanto non esistendo nessun avvenimento o manifestazione a carattere nazionale, le ragioni per parlarne si riducono a cronaca nera o bianca.
  • Marco

    02-10-2015 10:15 - #1
    Di altra Regione e turista a Porto San Giorgio da circa 20 anni. Ci sono alcune cose difficili da capire e commentare che sono negative come: Il porto - La struttura in cemento armato zona Oasi/porto - il vecchio Cinema. Molto positivo il giudizio sulla sistemazione zona Cannossiane ed ex Grad'Hotel e visto i miei capelli sempre più bianchi spero di riuscire a vedere che anche il resto venga sistemato.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications