Attualità
L’Accademia premia i ristoratori fermani Il Caminetto per il brodetto e I Piceni per la carne bovina marchigiana. GUARDA LE FOTO

Dalla terra al mare, dalla carne al pesce: novembre è stato un mese inteso per la Delegazione di Fermo dell’Accademia Italiana della Cucina. Due i riconoscimenti ai ristoratori fermani nell’ambito di manifestazioni regionali Accademiche.

 L’Accademia premia i ristoratori fermani Il Caminetto per il brodetto e I  Piceni per la carne bovina marchigiana. GUARDA LE FOTO

Il “Premio Ugo Cesaritti” per il miglior piatto di carne bovina marchigiana è andato a Giampiero Giammarini, del ristorante “I Piceni” di Ortezzano che ha vinto la competizione (sette i professionisti coinvolti nell’iniziativa) con un antipasto: il “tortino di melanzane con animelle, pecorino e tartufo dei Sibillini”. A consegnare il premio il Presidente Onorario dell’Accademia Italiana della Cucina, Giovanni Ballarini, che ha lodato l’iniziativa e il piatto vincitore per l’equilibrio dei sapori e la valorizzazione del prodotto. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con la Bovinmarche, cooperativa che riunisce oltre 500 allevatori di bovini di razza marchigiana.

È andato invece al ristorante “Il Caminetto” di Porto San Giorgio per la provincia di Fermo il “Premio Perini” assegnato ogni anno a cinque ristoratori, uno per provincia. Il riconoscimento premia i locali che valorizzano le tradizioni nella cucina marinara dell’Adriatico e in particolare il brodetto. Il premio è anche l’occasione per fare il punto sulla situazione del mondo della pesca del nostro territorio. Tema questo anche al centro del convivio del mese della Delegazione fermana presso la Casa De Mar di Campofilone, “Mare nostrum: che pesci prendere”.

Alla giornata è intervenuto Corrado Piccinetti, responsabile del laboratorio di Biologia Marina di Fano dell’Università di Bologna. Piccinetti ha sottolineato la difficile situazione del settore ittico, regolata da normative europee che finiscono per ridurre la proposta locale e favorire l’offerta di altre specie, soprattutto quelle del Nord Europa. La varietà che vivono nel nostro mare, ha spiegato, sono una grande ricchezza ma è difficile valutare un programmazione di fermo pesca che vada bene per tutte, poiché i pesci hanno stagionalità diverse. Ha poi guidato la degustazione dei commensali illustrando abitudini, caratteristiche biologiche e tecniche di pesca per ogni portata: dalle pannocchie alle mazzancolle.

Letture:1919
Data pubblicazione : 09/12/2015 09:58
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications