Attualità
La BCC di Civitanova Marche e Montecosaro si colloca al 2° posto nelle Marche

BCC di Civitanova Marche e Montecosaro tra le migliori Banche in Italia. Il nuovo anno si apre alla grande per l’Istituto di credito. A dirlo, dati, indicatori, valori e percentuali alla mano, è il quotidiano nazionale economico finanziario Milano Finanza nel suo allegato in edicola in questi giorni “L’Atlante delle Banche leader 2015” che mette in evidenza, tra le altre cose, come sempre di più radicamento locale e solida struttura rappresentino elementi di crescita per le banche e di creazione di valore a favore del proprio territorio di riferimento.

La BCC di Civitanova Marche e Montecosaro  si colloca al 2° posto nelle Marche

Nella speciale classifica delle banche più solide e redditizie d’Italia e dei maggiori “creatori di valore”, l’Istituto di credito civitanovese si posiziona al 2° posto fra tutte le banche con operatività nelle Marche.
La graduatoria stilata da Milano Finanza prende in considerazione 551 Istituti di credito (il 94,51% del totale del sistema bancario) ed esamina un articolato ventaglio di dati oggettivi, valori e parametri di riferimento, tra cui i mezzi amministrati, l’utile netto, il margine di intermediazione, il risultato di gestione e l’utile ordinario.
“I dati fatti registrare dalla nostra Banca – dice il DG Giampiero Colacito - evidenziano risultati eccellenti e, soprattutto, confermano la Bcc di Civitanova Marche e Montecosaro al top della classifica in maniera strutturale, e non casuale legata ad un solo fattore (talvolta di carattere straordinario), considerato che anche nei due anni precedenti la banca si è collocata ai primi posti della speciale classifica (4° posto nel 2014, 3° posto nel 2013)”.
“Anche in considerazione del particolare momento storico che sta interessando il sistema bancario e il credito cooperativo – continua il DG - tale risultato rappresenta il raggiungimento di un importante riconoscimento, di cui dobbiamo essere tutti estremamente fieri”.
Da sottolineare, oltre al positivo e regolare andamento della Banca, anche altri fondamentali dati in grado di fotografare con immediatezza la solidità di una banca, come l’ottimo CET1 (il più importante indice patrimoniale utilizzato dalle Autorità di Vigilanza) che per la BCC di Civitanova Marche e Montecosaro si attesta ad oltre il 21%, ben al di sopra dell’11,8% medio del sistema bancario italiano.
“Siamo orgogliosi – conclude Colacito - della nostra identità di Banca sì piccola ma assai robusta, che opera nelle province di Macerata e Fermo e che continua, da oltre un secolo con ferma pervicacia, a perseguire gli importanti obiettivi, per il bene del territorio, di consolidamento e di stabilizzazione del patrimonio, attraverso un’attenta e prudente gestione dei rischi e dei molteplici profili aziendali. E tutto ciò in un momento in cui, in generale, il sistema bancario sta purtroppo perdendo la fiducia e il senso reale del rapporto e della vicinanza con le persone e con le aziende delle zone di appartenenza. Auspichiamo che il senso valoriale ed etico della relazione diretta, resa possibile anche ad una filiera corta tipica per una banca della nostra categoria, sia anche percepito dalle comunità locali con le quali operiamo. Uno speciale ringraziamento, anche a nome degli Organi collegiali, va a tutti i meravigliosi collaboratori, che grazie alla loro elevata professionalità e capacità di intrattenere impeccabili relazioni con i clienti e con i soci ci hanno consentito di raggiungere questi apprezzabilissimi risultati. Ma questo appartiene alla storia, guardiamo al futuro dell’economia locale e della nostra Banca con rinnovato spirito di reciproca fiducia”.

Letture:2764
Data pubblicazione : 04/01/2016 15:48
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications