Attualità
Alati, presidente Ciip S.p.A. riunisce esperti, politici e autorità per un convegno di alto profilo sul nostro bene primario: acqua

L’acqua e il servizio idrico: argomento di grande interesse per noi tutti. Il presidente Ciip S.p.A., Giacinto Alati, ha voluto fortemente approfondire il tema in un convegno che si è tenuto ieri, 19 febbraio, ad Ascoli, dal titolo “L’approvvigionamento idrico nelle Marche. L’acquedotto del Pescara: un viaggio dal passato al futuro”. La “Sala Convegni” della società Ciip ha registrato un vero successo e partecipazione grazie anche alla collaborazione con il consorzio Gorgovivo di Ancona (ente proprietario del complesso sorgentizio omonimo) e con l’università politecnica delle Marche.

Alati, presidente Ciip S.p.A. riunisce esperti, politici e autorità per un convegno di alto profilo sul nostro bene primario: acqua

Ha salutato gli autorevoli presenti il Presidente della CIIP spa, Giacinto Alati, con il sorriso e la passione che hanno contraddistinto i suoi, oltre, 5 anni alla guida dell’azienda. Le autorità intervenute sono davvero molte, l’interesse dell’argomento era alto: S.E. Mons. D’Ercoli, Vescovo di Ascoli Piceno, il Prefetto Graziella Patrizi, l’on. Agostini, la vice presidente della giunta della Regione Marche Anna Casini, il consigliere regionale Celani, il presidente della Provincia di Ascoli Piceno D’Erasmo, il delegato della Provincia di Fermo Marinangeli, il sindaco di Ascoli Piceno Castelli e numerosi sindaci soci della CIIP S.p.A., il presidente dell’ATO 5 Stracci e i rappresentanti delle AATO 2 e 3 Marche, il presidente della Multiservizi di Ancona Raffaeli, il presidente della Confservizi Marche Mariani e il presidente della Camera di Commercio di Ascoli Piceno Sabatini.
Una partecipazione che dà anche l’idea di una futura condivisione e collaborazione per una politica unitaria del sistema idrico regionale. Gli interventi di relatori di alto profilo hanno qualificato maggiormente l’evento mostrandone la valenza tecnica e programmatica oltre che la trasparenza informativa. Principi a cui il presidente Alati si ispira da sempre nella gestione della società.


Colapinto, direttore generale AATO5, Marche sud, Ascoli-Fermo, mostra i numeri relativi agli investimenti nelle reti idriche italiane, comprovando come l’attività di gestione della Ciip S.p.A., sotto la guida del Presidente Alati, stia andando nella giusta direzione: “Uno studio riservato dell'Autorità dell’Energia, gas e acqua, anticipato dal Sole 24 Ore del 10 febbraio, segnala che negli anni l’aumento è stato superiore al mezzo miliardo. È l'effetto del nuovo sistema tariffario introdotto dal gennaio 2014, che garantisce più certezza ai gestori idrici e più ricavi, a fronte di investimenti effettivi”.
Il dirigente della regione Marche, Vincenzo Marzialetti, ha illustrato il piano regolatore degli acquedotti, dell’assessorato all’ambiente, e lo stato dell’arte in materia di tutela dell’acque. A fronte di un trend stabile di risorse, corrisponde un aumento di fabbisogno dei consumi. Per questo viene raccomandata un’attenzione particolare alla “programmazione della gestione idrica che dovrà mirare prioritariamente alla diversificazione degli approvvigionamenti, riuso, risparmio e gestione delle perdite”. Obiettivi che la Ciip S.p.A. ha già ben chiari.
Si riallaccia, infatti, a questa necessità la relazione presentata dall’ing. Franco Laganà che mostra, con dati precisi e chiari, con foto di interventi e grafici riassuntivi, il continuo processo di monitoraggio delle fonti e delle reti idriche effettuato dalla Ciip S.p.A. sul territorio di competenza.
E’ stato, invece, Carlo Ianni, coordinatore tecnico della società Ciip, a raccontare la storia dell’acquedotto del Pescara d’Arquata che ha segnato una vera svolta per tutto il territorio garantendone il servizio idrico. Proprio Carlo Ianni ha presentato quell’acquedotto come un “signore sessantenne arzillo ma con qualche acciacco” elencando i possibili interventi che andrebbero fatti per mantenerlo in buona salute e addirittura potenziarlo.
Su questa scia ha proseguito il Prof. Torquato Nanni, Ordinario di Geologia applicata dell’Università Politecnica delle Marche illustrando in modo puntuale la situazione delle acque regionali soprattutto in riferimento alle potenzialità idriche sotterranee.
Infine, il prof. ing. Alessandro Mancinelli, dell’Università politecnica delle Marche ha illustrato il nuovo progetto dell’acquedotto del Pescara di Arquata analizzandone la localizzazione, i rischi, le alternative, la fattibilità idraulica-tecnica-economica in uno scenario di potenziamento, crescita e sicurezza.


Un grande lavoro c’è ancora da fare e gli investimenti sono necessari, anzi di vitale importanza, in questo campo. Lo ha capito bene il presidente Alati che da anni, con impegno e passione dedica il suo tempo a questo progetto non facendosi spaventare dalla mole di lavoro che lo aspetta e che ha già portato avanti con successo. 

Letture:2578
Data pubblicazione : 20/02/2016 09:58
Scritto da : Nunzia Eleuteri
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications