Attualità
Milano accende i riflettori sulla Cavalcata dell'Assunta. GUARDA LE FOTO

Cavalcata dell’Assunta protagonista al galà di apertura dell’ICOM 2016 al Castello Sforzesco di Milano

Milano accende i riflettori sulla Cavalcata dell'Assunta. GUARDA LE FOTO

La Cavalcata dell'Assunta sotto gli occhi del mondo. Non si poteva desiderare di meglio: in un colpo solo, grazie all'ottima partnership tra Stefano Luzi della Tre Elle srl, divisione DACA Vetrine d'Autore, le Amministrazioni Comunali di Fermo e Milano, l'organizzazione dell'ICOM Italia – International Council of Museums, si è riusciti portare la rievocazione storica fermana su una prestigiosa ribalta internazionale.

E per di più in un luogo, il meraviglioso Castello Sforzesco di Milano, che è legato a filo
doppio a Fermo e alla Cavalcata: la costruzione del Castello, infatti, fu fatta completare da Galeazzo Maria Sforza, duca di Milano, nato a Fermo il 24 gennaio 1444 e qui battezzato.
Un colpo d'occhio straordinario ieri sera per i 3.500 delegati dei musei di tutto il mondo accolti nel Cortile delle Armi per il galà di apertura dell'ICOM dagli oltre 50 tra figuranti, alfieri e musici della Cavalcata dell'Assunta, guidati dai vicepresidenti Leonello Alessandrini e Remo Giacobbi e coordinati dal regista Oberdan Cesanelli.
Un fascino tutto particolare, quello della rievocazione fermana, che le ha fatto conquistare il centro della scena nell'ambito di un contesto culturale di altissimo profilo.
A raggiungere Milano anche il Sindaco Paolo Calcinaro e l'Assessore alla Cultura Francesco Trasatti, accolti dall’imprenditore Stefano Luzi, che ha realizzato il dono (un cofanetto con la riproduzione del cavallo che campeggia sulla rotonda di Santa Petronilla, all'ingresso della città) con cui il primo cittadino ha omaggiato Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Claudio Salsi, Direttore del Settore Soprintendenza Castello, Musei Archeologici e Musei Storici, Alberto Garlandini,
Presidente del Comitato Organizzatore di ICOM 2016.
“Viviamo di cultura e di turismo – ha dichiarato il sindaco Calcinaro, invitato a portare il suo saluto sul palco del galà, prima del concerto della Civica Orchestra Fiati di Milano – la nostra città e il suo territorio hanno bisogno di essere conosciuti in Italia e nel mondo. Vi ringrazio di cuore per l'occasione che ci è stata offerta”.
A margine della presentazione, il Sindaco e l'Assessore Trasatti si sono complimentati con la delegazione della Cavalcata per l'ottimo lavoro: “E' una grande emozione vedere ospiti internazionali affascinati dalla nostra rievocazione – hanno dichiarato – l'organizzazione ha chiesto di ripetere più volte rispetto a quanto previsto le esibizioni degli sbandieratori e dei tamburini, per l'ammirazione suscitata nei delegati presenti.
Per questo vi ringraziamo per il vostro grande impegno. Un'ammirazione che, grazie alla collaborazione con Stefano Luzi e la sua azienda, non mancherà di portare importanti riscontri dal punto di vista turistico, e non solo, a Fermo e al suo territorio”.
“Un ringraziamento particolare va a Stefano Luzi e al suo staff – hanno sottolineato Alessandrini e Giacobbi – per averci permesso di vivere un'esperienza speciale sotto gli occhi di tutto il mondo, in un contesto così prestigioso”.
Intanto questa sera, Fermo e le sue eccellenze saranno ancora protagonisti a Milano, con l'apertura della mostra “Il mio nome è cavallo”, allestita nello Studio Museo Francesco Messina di Milano fino al 26 settembre 2016, di cui DACA è partner e ha curato lo studio e la realizzazione delle teche, e per la quale sono stati richiesti due abiti storici della Cavalcata, esposti all'ingresso della mostra unitamente al materiale informativo dell'edizione 2016.

Letture:2077
Data pubblicazione : 05/07/2016 17:11
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications