Attualità
Fermo. Trasatti: "Io e William ci uniremo civilmente". L'annuncio su Facebook

E' arrivata ieri la notizia che a Recanati è stato celebrato il primo matrimonio omosessuale della provincia di Macerata. Sabato mattina il sindaco Francesco Fiordomo ha unito in matrimonio una giovane coppia di uomini che vive da tempo a Recanati. Dopo l'approvazione dei decreti attuativi del ddl Cirinnà sulle Unioni Civili, sempre nelle Marche, anche il vice sindaco e assessore alla cultura del Comune di Fermo, Francesco Trasatti celebrerà l'unione civile con lo storico compagno.

Fermo. Trasatti:

"Ebbene si. Confermo tutto. Quello che si va mormorando in giro è proprio vero! Io e William ci uniremo civilmente il prossimo 30 Settembre a Palazzo dei Priori. Vi basti sapere che siamo felici. Tanto felici. Un po' frastornati dalla curiosità e dal gossip che ci gira attorno, ma d'altra parte so che, in quanto amministratore pubblico, fa parte del gioco. Grazie a tutti coloro (e sono tanti) che in questi giorni ci stanno dimostrando come la nostra felicità sia anche la loro".
Ha scelto il social per diffondere la notizia e smorzare la curiosità che serpeggiava anche fra gli amici giornalisti, come ammette lui stesso. Trasatti si unirà civilmente con il compagno William Timi e a presiedere la cerimonia sarà il sindaco Paolo Calcinaro. La festa, in compagnia di parenti e amici vicini alla coppia, si terrà in un noto ristorante della zona.

Letture:4875
Data pubblicazione : 19/09/2016 11:52
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
18 commenti presenti
  • luigi

    23-09-2016 09:42 - #18
    Dopo oltre un anno dalle elezioni comunali ci si rende conto a Fermo che l'amministrazione Calcinaro è più dedita ai frizzi e ai lazzi che a proporre una nuova via alla città dopo l'oscurantismo brambattiano, mai rimpianto da nessuno. I campioni della nuova politica sono riusciti a vendere la Solgas, a indirizzare un fiume di soldi all'Asite e di altro cosa hanno fatto se non sagre, pizzate, tagli di nastro di eventi rionali? Tutto questo con l'aiutino dei media, che tra le tante, hanno addirittura riportato come notiziona con tanto di foto, la prova antincendio dei dipendenti comunali dell'altro giorno, evento storico. Dopo oltre un anno dalla elezione il Dott. Paolo Calcinaro sindaco di Fermo cosa ha proposto? Mettiamoci che la maggioranza gode del fatto che una opposizione credibile non esiste, a volte lanciano qualche sasso per poi nascondere la mano, più fumo che arrosto anche perchè in varie situazioni gli interessi coincidono e allora perchè darsi da fare e ce ne sarebbe da fare e da dire. Forse questa amara riflessione è fuori contesto rispetto all'evento Trasatti, ma leggendo altri commenti mi è venuto di getto, spontanea come l'amarezza che provo nell'aver creduto a chi prometteva cambiamenti, ma Fermo è sempre fermo, come da una vita.
  • Mah !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    22-09-2016 18:45 - #17
    Trasatti mi è pure simpatico, ma se debbo esprimere la mia condivido quanto scritto da Paolo, in maniera ...terra terra, ma l'estrema sintesi c'è, senza gli euro cosa fai, cosa t'inventi aggratis ? Comunque auguri a Trasatti, ma si può dire auguri o no?
  • Paolo

    22-09-2016 18:26 - #16
    sono i soldi che fanno girare il mondo e vorrei proprio vedere l'assessore alla cultura Trasatti farlo con un pugno di monetine, ma che dite, a Fermo per la pseudo cultura si spendono una marea di soldi, raggranellati anche dai salvadanai ASITE e SOLGAS, che invece di abbassare le tariffe sponsorizzano le iniziative del comune. Sarà un discorso terra terra, ma ritengo sia la realtà, quindi finitela di esaltare le IDEE, fatelo senza soldi e poi vediamo.
  • Carlo

    22-09-2016 12:59 - #15
    Inutile parlare con chi cambia 4 nomi alla in una pagina. Auguri per un buon matrimonio, ah no buona Unione civile, devo ricordarmi di usare il nome appropriato (matrimonio, cioè Unione civile, senza figli mi raccomando eh, sennò si arrabbiano quelli che sono sotto la dittatura lgbt, gender e cattocomunista ecc..). W la Provincia.
  • giustoprocesso

    22-09-2016 10:29 - #14
    Qui si sta andando un po' fuori tema, comunque arrivare a sostenere che bastano i soldi per essere un buon assessore alla cultura é un'affermazione cosí ridicola e tracotante che non so se ridere o piangere. Ci vogliono prima di tutto competenze, idee e sprito d'iniziativa, tutte qualitá che Trasatti ha ampiamente dimostrato di avere.
  • da marietto a piazzarolo

    22-09-2016 09:18 - #13
    hai centrato il bersaglio, con gli euri pure io posso fare l'assessore alla cultura, sai gli eventi ! domanda: quanto spende l'assessorato della cultura all'anno? bella domanda eh, mettiamoci pure come dice piazzarolo, i soldini messi dalla solgas e asite, e il gioco è fatto, bingo.
  • Stefania

    21-09-2016 23:10 - #12
    Evvai col rovesciamento di frittata, Carlo, un'arte in cui sei maestro: non eri tu che avevi parlato , con sprezzo del ridicolo, di temere una denuncia ? Credo, poi ,tu faccia parte di quelli che si riempiono la bocca della parola legalità, ma solo a comodo tuo: se il matrimonio tra due uomini è contro la Costituzione italiana, sciocchezzuole, si sorvola. Non sai incassare, quando rimedi magre figure.
  • Carlo

    21-09-2016 20:48 - #11
    Sì cara/o quanti nick cambi... comunque se l'assessore si sposava una donna, non partiva questa solfa della dittatura gender e sciocchezze varie... Bha... piccoli commenti di provincia
  • libero

    21-09-2016 19:34 - #10
    Carlo, che intervento di spessore...guarda che quelli che hanno la denuncia facile sono proprio i fautori del pensiero unico gay, che è diventato persino difficile esprimere un'opinione contraria all'indottrinamento gender, come ai bei tempi del comunismo. Chi ha figli lo vede di più.
  • piazzarolo

    21-09-2016 16:22 - #9
    Tutti questi complimenti all'opera di Trasatti assessore e vicesindaco li trovo esagerati, frutto di qualunquismo se non di faziosa partigianeria. Anche l'uomo qualunque se avesse a disposizione soldi e sponsor ( spesso e volentieri le partecipate del comune di Fermo Asite e Solgas) potrebbe fare quello che fa Trasatti, forse in maniera meno glamour, ricordiamoci che Trasatti è un attore e ritengo ottimo attore. Per i suoi fatti privati non mi esprimo, ma prediligo la sobrietà e il basso profilo e non il megafono come ricordato da altri.
  • Carlo

    21-09-2016 15:48 - #8
    Certo ricordiamolo che il matrimonio tra gente dello stesso sesso è anticostituzionale, ricordiamo poi che l'utero in affitto non è contemplato nella legislazione italiana. Ecco adesso che lo abbiamo ricordato che cambia? Ma se era un eterosessuale che si sposava gli veniva ricordato gli impegni che il matrimonio comporta con Costituzione e codice alla mano. Vabbè a me personalmente frega nulla se si sposano due gay a Fermo... cioè no: si UNISCONO CIVILMENTE, scusate, ho rischiato denuncia per dichiarazione incostituzionale...
  • antonella

    20-09-2016 19:24 - #7
    Maddai, Simona, non dirmi che prima delle unioni civili i gay non si potessero amare !!! Non credevo fosse primitivo ricordare che il matrimonio tra due uomini non è contemplato dalla nostra costituzione e che due uomini un bambino non lo possono avere tra di loro, ma solo comprare, pratica schiavista che non è LEGALE in Italia. O il nuovo totalitarismo lgbt non consente di dirlo, nemmeno di pensarlo ?
  • Liberi

    20-09-2016 15:11 - #6
    Coraggioso come sempre Trasatti, unico che si impegna a portare la città di Fermo in una realtà diversa da quella medioevale come siamo stati abituati negli ultimi mesi! La cosa non vale per gli altri membri della Giunta i quali non hanno ancora un obiettivo programmatico, ma si limitano a portare avanti i progetti avviati dalla vecchia amministrazione, senza gambe proprie. Bene il divertimentificio ma può essere sufficiente.
  • Simona

    20-09-2016 14:34 - #5
    E quindi Stefania, dopo questo primitivo commento, potrei sapere cortesemente cosa viene tolto alla tua, immagino, bellissima vita da eterosessuale dal matrimonio di due persone che si amano?
  • stefania

    19-09-2016 19:36 - #4
    Davide, come ha giustamente detto l'assessore, si unirà civilmente, NON si sposerà : il matrimonio tra due uomini non è contemplato nella nostra costituzione. Le unioni civili sono state inserite , infatti, tra le formazioni sociali : il matrimonio è un'altra cosa . Speriamo che non gli venga in mente di comprarsi un bambino all'estero , per la modica cifra di centomila dollari, come ha ammesso Vendola, in disprezzo delle donne e dei bambini. Ma l'assessore non mi sembra il tipo da sottrarre un bambino a sua madre, in fretta , poi,perché non si affezioni.
  • matteo

    19-09-2016 15:54 - #3
    giusto....che il mondo vada come deve andare...forse davide ha sopravvalutato questa testata...tutto qui...ma avrà imparato la lezione...
  • giustoprocesso

    19-09-2016 13:34 - #2
    Il mondo intero annuncia su facebook matrimoni, fidanzamenti, divorzi, figli, gioie e dolori. Non vedo perchè Trasatti non possa farlo. Tra l'altro dall'articolo pare di capire che abbia scelto di pubblicare la notizia perchè la gente aveva cominciato a parlarne. Inoltre è un amministratore pubblico, perciò persona di cui comunque si parla, e le unioni civili sono un tema decisamente attuale, non solo in Italia ma in molti altri Paesi. Perciò dire che sia un tema che non interessi a nessuno mi sembra proprio una sciocchezza. E che i quotidiani locali riportino la notizia è più che normale. Quello che forse alla gente comincia a non interessare più sono le allusioni o i suggerimenti che gli omosessuali debbano vivere la propria vita sentimentale in segreto, senza poter esprimere e manifestare il proprio amore come un eterosessuale può invece fare liberamente. Queste sono considerazioni fuori dal tempo e tra l'altro secondo me incredibilmente irrispettose, egoiste ed insensibili verso chi non è eterosessuale.
  • davide

    19-09-2016 12:14 - #1
    Ma perchè ostentare sempre scelte del tutto personali e prive di un interesse per la collettività. Trasatti si sposa, ok ma perchè ci deve essere per forza il megafono ad annunciarlo? Mah !
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications