Attualità
Da Fermo, a Milano, a Sydney. L'amore di Miki D'Angelo per la cucina e la sua nuova sfida ai fornelli

Miki D'Angelo, classe 1988 e una grande passione per la cucina, che negli anni gli ha permesso di lavorare in ristorante stellati e avere delle grandi soddisfazioni personali. Lo abbiamo incontrato venerdì al Gran Caffè Belli di Fermo, invitato dal titolare Claudio Cognigni, con il quale c'è una grande amicizia da anni, per una cena degustazione.

Da Fermo, a Milano, a Sydney. L'amore di Miki D'Angelo per la cucina e la sua nuova sfida ai fornelli

Miki è un fermano doc con l'amore per i fornelli e tutto ciò che ci gira intorno. Dopo la scuola alberghiera si è trasferito subito a Milano per mettere in pratica le sue conoscenza e fare il mestiere che ama fare: lo chef. Otto lunghi anni a Milano però sembrano averlo "annoiato" e ora ha deciso di lasciare tutto e andare dall'altra parte del mondo, esattamente a Sydney, in Australia.


Quando gli chiediamo il perché della sua decisione ci risponde ironicamente: "Sto invecchiando e quindi prima che io non abbia più le capacità per farlo, voglio approfittare. In realtà ho la possibilità di partire e soprattutto una grande voglia di mettermi alla prova e affrontare ancora nuove sfide. Voglio andarmene in giro per un anno, vorrei anche lavorare in Sud America, in Perù e in Argentina; sono posti che mi attirano particolarmente. Voglio imparare qualcosa di nuovo sulla cucina, conoscere le influenze orientali e anglosassoni. Eviterò di lavorare in ristoranti italiani perché voglio entrare in contatto con nuove realtà, nuovi gusti e nuovi odori."


"A Fermo non sono mai voluto rimanere, forse mi sta un po' stretta - continua Miki -. Per otto anni ho lavorato a Milano e negli ultimi tre ero responsabile di cucina per lo chef stellato Claudio Sadler. Ho ricevuto delle proposte anche per trasferirmi negli Emirati Arabi ma ho riufitato. Ho scelto l'Australia perché è lontana e perché voglio poter contare solo su me stesso e mettermi in gioco a 360 gradi. Conto sicuramente di tornare perché la mia realtà ormai è quella milanese, ma ho bisogno di fare queste esperienze per il mio percorso personale."


"Quello che consiglio a chi vuole fare questo lavoro è la passione - questo il messaggio che Miki ha voluto lanciare -. Essere uno chef è un sacrificio totale e se non ci sono amore e passione in quello che si fa, non bisogna farlo. Ovviamente è importante anche applicarsi e lavorare sodo ma ciò che mi ha permesso di reggere i turni di lavoro interminabili tipici dello chef è l'amore incondizionato che metto nel mio lavoro."

 

cover_(3)

 

cover_(4)

 

 

 

Letture:4935
Data pubblicazione : 12/02/2017 14:13
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications