Attualità
Porto San Giorgio, l'affondo di Marinangeli sulla questione dell'insabbiatura del porto: "Basta con gli interventi tampone, la politica dello sperpero di denaro pubblico deve finire"

Marco Marinangeli, uno dei candidati sindaci che concorreranno per la poltrona di primo cittadino di Porto San Giorgio e la cui candidatura gode del sostegno della Lega Nord e di due liste civiche (Insieme per Marinangeli e Noi Sangiorgesi), si è espresso questo pomeriggio sulla questione dell'insabbiatura del porto della città e lo ha fatto diffondendo il seguente comunicato stampa.

Porto San Giorgio, l'affondo di Marinangeli sulla questione dell'insabbiatura del porto:

"L’insabbiatura del porto è un problema ad orologeria: chi amministra se ne ricorda solo ad ogni ordinanza della Capitaneria. Sono passati appena 4 mesi dall’intervento costato oltre 200 mila euro ed eccoci di nuovo punto e a capo: con le mareggiate della stagione sono diventati soldi pubblici gettati al vento. Ora l’amministrazione annuncia una nuova azione da 90 mila euro, ma la storia dice che da qui a qualche mese ci troveremo ancora tra le mani una nuova ordinanza di divieto della Capitaneria. Occorre una soluzione e questa c’è. Nel 2010 la società concessionaria della struttura portuale aveva presentato alla Regione un progetto per un nuovo pennello, previo smantellamento di quello attuale, che secondo gli esperti avrebbe potuto frenare il fenomeno dell’insabbiamento. L’iter burocratico è andato a compimento con il parere favorevole sia della Regione che del Demanio. Il costo dell’intervento nel 2010 era di 60mila euro a carico del concessionario. Che fine ha fatto questo progetto? Perché non viene attualizzato? Andremo a spendere a breve 90 mila euro per un intervento tampone; perché non cercare invece con il privato modi e maniere per un intervento che abbia il nulla osta dei tecnici? La politica dello sperpero di denaro pubblico deve essere fermata: chi amministra, passata l’emergenza, deve mettere in atto strategie per risolvere il problema in maniera fattiva. E’ vero che il porto ha un concessionario privato, ma sta alla politica attivare il dialogo e condividere soluzioni, altrimenti rischiamo, oltre che di insabbiare l’imboccatura, anche di rovinare l’immagine dell’infrastruttura visto che negli anni tanti diportisti hanno abbandonato la struttura e i pescherecci sangiorgesi sono stati costretti ad emigrare".

Letture:1361
Data pubblicazione : 24/02/2017 19:03
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications