Attualità
Porto San Giorgio. Questione Iat, l'assessore Ciabattoni risponde a Marinangeli: "Affermazioni a sproposito e affette da ansia elettorale, ecco la verità sulla vicenda"

Non si è fatta attendere la risposta dell'Amministrazione comunale di Porto San Giorgio dopo la polemica sollevata nei giorni scorsi da Marco Marinangeli in relazione alla questione dello Iat cittadino, passato sotto la competenza regionale e attualmente chiuso durante i fine settimana, il che, secondo il candidato sostenuto anche dalla Lega Nord, rappresenterebbe una "situazione grottesca con la stagione estiva alle porte".

La risposta a Marinangeli è arrivata direttamente dall'Assessore al Turismo e al Commercio Catia Ciabattoni.

Porto San Giorgio. Questione Iat, l'assessore Ciabattoni risponde a Marinangeli:
L'Assessore al Turismo e al Commercio di Porto San Giorgio Catia Ciabattoni

“Le affermazioni del consigliere Marinangeli, ora candidato sindaco, giungono a sproposito e risultano affette da ansia elettorale - si legge nella nota diffusa dalla Ciabattoni -. E’ bene precisare che lo Iat (Informazioni e accoglienza turistica) non è più da tempo un ufficio comunale e che sullo specifico servizio l’Assessorato al Turismo e Commercio ha lavorato fin dallo scorso anno, in stretto raccordo con gli uffici regionali, per la definizione di un orario più elastico, vicino alle esigenze dei turisti e del territorio.
Gli Iat, dalla scorsa primavera, passando dalla competenza provinciale a quella regionale, subiscono il condizionamento dell’orario di servizio. I dipendenti, infatti, sono legati al nuovo contratto di lavoro.
La scorsa estate il Comune ha chiesto ed ottenuto una funzionaria a distacco parziale e messo a disposizione anche una dipendente comunale per garantire un'adeguata turnazione. Allo Iat vi erano quindi tre persone in servizio.
Attualmente lo sportello prevede due aperture pomeridiane, il martedì e il giovedì dalle 15 alle 18, in aggiunta alle aperture mattutine dalle 9 alle 13 e resta invece chiuso nel fine settimana, come lo sono le altre strutture di quel tipo presenti nel territorio regionale. L’Amministrazione è consapevole della necessità di un servizio che contempli la turnazione e le aperture durante i fine settimana: in tal senso ha in agenda per il prossimo 23 marzo un incontro con l’assessore regionale Moreno Pieroni per cercare una soluzione.

Riguardo il servizio delle affittanze estive, ciò che propone il candidato Marinangeli relativamente alle seconde case è stato già fatto. Fin dal nostro insediamento, infatti, abbiamo realizzato un progetto che prevedesse un'adeguata modulistica finalizzata all’inserimento delle strutture in una pagina dedicata sul sito internet www.sangiorgioturismo.it, con l’obiettivo di facilitare domanda e offerta e far emergere l’enorme potenzialità prodotta dal settore.
Consapevoli del fatto che l’Amministrazione non può trasformarsi in agenzia immobiliare e tantomeno gli uffici possono certificare eventuali servizi, si ricorda che la nostra azione è stata fin da subito volta a costruire un’adeguata pubblicità alle strutture che i privati intendessero inserire nel sito comunale del turismo: in tal senso gli uffici Comunali del Turismo e del Commercio restano a disposizione per ogni adeguata informazione.

In merito poi alle agevolazioni fiscali suggerite da Marinangeli, esse lasciano il tempo che trovano in quanto la Tari è una tassa che per legge deve essere coperta al 100%: sarebbe quindi opportuno, per una questione di credibilità, indicare quali categorie dovrebbero coprire i tagli relativi agli incentivi per l’inserimento in un ipotetico dat base dell’ospitalità. Tutto è possibile in termini di politica economica, ma eventuali proposte vanno presentate nella loro completezza. Altrimenti, come in questo caso, diventano non attuabili e pertanto platealmente strumentali da un punto di vista politico.

Letture:2539
Data pubblicazione : 13/03/2017 16:01
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications