Attualità
Riqualificazione di Lido Tre Archi, stanziati ufficialmente i fondi: le risorse arriveranno nel 2019

Dopo alcuni mesi di attesa, la buona notizia per Lido Tre Archi è finalmente arrivata: gli 8,6 milioni di euro destinati al quartiere di Fermo nell'ambito del bando nazionale per la riqualificazione delle zone periferiche di capoluoghi di provincia e città metropolitane sono stati definitivamente stanziati e saranno disponibili nel 2019.

Riqualificazione di Lido Tre Archi, stanziati ufficialmente i fondi: le risorse arriveranno nel 2019

Ad annunciarlo è stato direttamente il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro: “Due giorni fa ho trovato pubblicata in gazzetta ufficiale la delibera del Cipe e il giorno dopo è arrivato il DPCM (decreto della presidenza del Consiglio dei Ministri) che stanzia ulteriori 800 milioni di euro per il finanziamento di tutti i progetti rimanenti inseriti nella graduatoria, tra cui proprio quello di Lido Tre Archi”.


Calcinaro negli ultimi messi si era mosso direttamente anche negli ambienti romani per avere rassicurazioni sulle tempistiche di arrivo dei fondi. Circa due mesi fa, infatti, il sindaco si era recato nella capitale, dove aveva incontrato la responsabile del procedimento per il progetto di riqualificazione delle periferie, la quale gli aveva garantito che il decreto di finanziamento sarebbe arrivato entro l'anno.

Promessa mantenuta, quindi. Gli 800 milioni verranno stanziati in tre tranches: 270 nel 2017 e nel 2018 e 260 nel 2019 e gli 8,6 milioni per Lido Tre Archi fanno parte proprio di quest'ultimo pacchetto.


“Non si tratta di importi piccoli, è meglio fare le cose per bene piuttosto che di corsa, le riqualificazioni devono essere calibrate soprattutto quando hai a disposizione determinate risorse che non torneranno altre volte – sottolinea il sindaco rispondendo a chi gli chiede se sia in qualche modo deluso dal fatto che i soldi arriveranno solo nel 2019 – la fase di progettazione è molto importante. Dopo la firma della convenzione ci saranno 30 giorni per la presentazione del progetto esecutivo e poi un massimo di 36 mesi per la realizzazione dei lavori”.


La “nuova” Lido Tre Archi non sarà dunque realtà prima di qualche anno e Calcinaro ne è consapevole: “La visione che abbiamo per quel quartiere non è immediata, ma da qui a dieci anni. Se Lido Tre Archi riuscisse a ripartire e a diventare più appetibile dal punto di vista turistico-ricettivo si trasformerebbe in un polmone di ricettività senza eguali in tutta la città, diventando un bagaglio per tutto il resto della costa nord”. “L'idea è che gli interventi in programma fungano da innesco per un progetto di rigenerazione a cui poi dovranno partecipare anche i privati” - aggiunge Ingrid Luciani, assessore ai Lavori Pubblici.


Calcinaro, la Luciani e l'Assessore all'Ambiente Alessandro Ciarrocchi hanno poi voluto rispondere al presidente del circolo PD di Lido di Fermo – Capodarco Paolo Ferracuti, che nei giorni scorsi ha sottolineato come i soldi in arrivo per Lido tre Archi dovrebbero in realtà essere utilizzati per tutto il litorale fermano.


“Capisco che le risorse messe a disposizione da questo bando siano allettanti per tutti – precisa Calcinaro – ma non si può andare fuori dallo studio di fattibilità che ci ha permesso di ottenere determinati punteggi. Siamo entrati in graduatoria per via di alcune criticità specifiche di Lido Tre Archi e ora non possiamo cambiare la destinazione dei fondi".
“Sulle altre zone costiere – precisa la Luciani, che aveva comunque già risposto sul tema a Ferracuti – stiamo portando avanti interventi cospicui a tutto campo, dal turismo all'ambiente, dal commercio ai lavori pubblici. Dal 1° luglio cominceremo gli interventi di efficientamento della pubblica illuminazione partendo proprio da Lido di Fermo”.
“In un primo momento avevo incontrato dei progettisti per lavorare ad un progetto di riqualificazione di Casabianca e Lido Di Fermo – rivela Ciarrocchi – ma l'assessore Luciani e gli uffici tecnici mi hanno fatto capire che, per come era impostato il bando, quel progetto non sarebbe stato accoglibile. Per questo motivo si è deciso di puntare su Lido Tre Archi: una scelta lungimirante che ha evidentemente dato i propri frutti”.


Anche il dirigente comunale Gianni della Casa ha spiegato come l'attenzione dell'amministrazione sia rivolta a tutte le località del litorale, sottolineando ad esempio come Fermo, in collaborazione con il Comune di Porto San Giorgio, abbia presentato all'Unione Europea un progetto da circa sette milioni di euro per la pista ciclabile e il ponte ciclopedonale sull'Ete, progetto per cui è ancora in attesa di una risposta. E proprio per la realizzazione di questo ponte il Comune sta lavorando su un doppio binario, avendo partecipato anche al bando regionale per i fondi FESR sulla ciclovia adriatica grazie al quale al capoluogo potrebbe arrivare un milione di euro.

Letture:1815
Data pubblicazione : 29/06/2017 11:57
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications