Attualità
Un 160esimo all'insegna del bene comune e della fiducia: la Carifermo Spa ristrutturerà il Santuario dell'Ambro di Montefortino

L'anniversario del centosessantesimo cade in un particolare momento storico, non solo per le problematiche che investono il sistema bancario, ma anche per la situazione post sisma che non fa registrare concreti segnali di ripartenza dell'economia nelle aree colpite dal terremoto.

Un 160esimo all'insegna del bene comune e della fiducia: la Carifermo Spa ristrutturerà il Santuario dell'Ambro di Montefortino

"Per l'anniversario del 160esimo dalla Carifermo Spa, abbiamo deciso di dare un segnale forte con un intervento di grande valore, simbolico e identificativo, per dare l'idea di una banca locale forte in un territorio ferito da eventi sismici di grande portata e vastità - ha commentato Amedeo Grilli, Presidente della Carifermo Spa -. Il sisma si è portato dietro un normale affievolimento dell'attività economica nel cratere e in tutta la Regione Marche e i segni di ripresa ancora non si vedono."

"Nel 160esimo registriamo questo "blocco" economico - continua Grilli - e abbiamo deciso di rinunciare alle serate di gala, di sospendere le attività pubblicitarie e di promozione, per fare un unico intervento, che sia riconoscibile e che caratterizzi l'importanza della nostra presenza nell'area più debole e più colpita del nostro epicentro. Tutto ciò che avremmo speso per questa importante ricorrenza lo andremo a spendere per essere vicini alla resilienza delle popolazioni che resistono."

"Il turismo dell'Area dei Sibillini era significativo e ora è stato fortemente colpito. La nostra volontà è quella di contribuire a valorizzare l'energia per le scuole, per le attività produttive, per tutto ciò che da quel 24 agosto si è fermato - spiega Grilli -. Vogliamo aiutare queste comunità disgregate a tornare a vivere."

 

19619828_10213897725183351_1293557277_o

 

Grilli arriva al punto e svela il luogo simbolo, di valenza spirituale, artistica e non solo, in cui la Carifermo Spa investirà: il Santuario dell'Ambro a Montefortino. "Un luogo che ha sempre attivato flussi di turismo importanti, - spiega Grilli - che era in grado di far vivere una comunità intorno all'interesse che il Santuario riusciva a generare, con i suoi mille anni di storia. Vogliamo generare una possibilità di innesto e di attrazione per turisti e imprenditori, oltre che dare un segnale che spinga chi vive lì a rimanere. Dobbiamo dare fiducia a ciò in cui crediamo: la Carifermo Spa è forte e solida sul territorio, ma dobbiamo dare anche un segnale reale e tangibile."

Per il progetto di restauro del Santuario dell'Ambro non ci sono ancora delle linee ben definite ma, come spiega il presidente Grilli, sarà un intervento difficile da attuare che però non spaventa la Carifermo Spa: "Il Santuario dell'Ambro è nel cuore di tutti e ha bisogno di tornare a splendere nella sua bellezza artistica e simbolica. Bisogna creare una condizione per non interrompere la tradizione dei nostri meravigliosi luoghi."

"Crediamo nella sostenibilità e nella continuità dell'azione e vogliamo dare segnali forti, che possono passare come decisioni controcorrente, ma capaci di indurre flussi di investimento e segnali di coraggio a chi deve ripartire in un'area gravemente colpita. Alcune attività se non ripartono subito non ripartono più: usi, tradizioni, voglia di stare insieme sono fondamentali per la rinascita della comunità. La specificità di una piccola banca come la nostra sta nell'aiutare chi è vicino in nome di un bene comune. Andiamo all'Ambro per far rivivere l'Ambro. Rimettiamo al centro ciò che è già periferia e diamogli un ruolo. La Carifermo Spa sarà presente" ha concluso Grilli.

Alessandra Vitali Rosati, amministratore delegato della Carifermo Spa ha commentato: "Voglio ringraziare tutti i dipendenti e i clienti della Carifermo che si sono prestati per la registrazione del video per il 160esimo (video che sarà visibile la prossima settimana e che racchiude i 160 anni della Carifermo Spa). La nostra intenzione, come ha già detto il Presidente, è quella di perseguire un bene comune. Il valore per il nostro territorio e per la nostra banca sta nel non abbandonare le zone che hanno resistito nel tempo. La Carifermo Spa riuscirà a dare fiducia in un posto che rimarrebbe desolato."

 

19648124_10213897725063348_936098365_o

Letture:2801
Data pubblicazione : 30/06/2017 12:52
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications