Attualità
Apre a Fermo lo sportello dell’U.Di.Con. Informazione, consulenza e assistenza: un impegno costante a tutela del consumatore cinque giorni su sette

L’U.Di.Con. l’Unione per la Difesa dei Consumatori,  ha aperto un suo sportello a Fermo, prima e unica sede nelle Marche, terza in Italia dopo quella nazionale di Roma e quella di Reggio Calabria. Inaugurato il 16 agosto in via Medaglie d’oro, vicino all’Ospedale Murri, lo sportello è già operativo e a disposizione degli utenti  il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore 15.00 alle 19.00 e il martedì e giovedì dalle 9.00 alle 13.00.

Apre a Fermo lo sportello dell’U.Di.Con. Informazione, consulenza e assistenza: un impegno costante a tutela del consumatore cinque giorni su sette

Questa mattina in conferenza stampa è stata annunciata l’apertura dello sportello dell’U.Di.Con.

Il sindaco Paolo Calcinaro apre il suo intervento esprimendo tutta la soddisfazione per questo traguardo raggiunto dall’Associazione che “implementa l’offerta al cittadino e aumenta la democraticità del sistema Fermo.” 

Infatti, aggiunge: “una associazione a difesa dei diritti e della tutela dei cittadini è sempre un fatto positivo. Volevo sottolineare la mia soddisfazione con un passaggio pubblico. Quando vedo il cittadino perso, o peggio, rassegnato di fronte alla giungla burocratica, anche se minore come in una realtà locale, mi rendo conto che avere uno sportello aperto e un’organizzazione affianco che ti risponde è  sicuramente un valore aggiunto.”

                                          

Giovanni Battisti Mariani è il Segretario Regionale dell’U.Di.Con Marche.

 Racconta come la loro attività di difesa dei consumatori e dei cittadini meno agevolati sia di lunga data, sempre volontaria, ma come associazione voluta dal Mise, il Ministero dello Sviluppo Economico, sia relativamente recente. Infatti, essendo gli ultimi arrivati tra le tante organizzazioni e associazioni dei consumatori in Italia, hanno avuto dei requisiti di ingresso all’iscrizione al CNCU – Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti  ̶   più selettivi ed esigenti degli altri.

 Tutte le associazioni dei consumatori hanno dei legali e dei consulenti a disposizione, ovviamente, ma la U.Di.Con si avvale dell’uso di mezzi informatici che la mettono in contatto con oltre 100 esperti a livello nazionale in tutta Italia, anche grazie alla età media molto giovane dei suoi componenti.

Solo nelle Marche hanno decine esperti in materia energetica e una rosa di una quindicina di avvocati cui appoggiarsi.

 

“L’autority – ossia il Ministero -  ha voluto fare un progetto per queste pratiche di aiuto al pubblico in vista delle multe e dei pagamenti non dovuti ricevuti dai cittadini” rimarca Mariani “siamo ancora poco conosciuti perché non veniamo da nessun partito politico e non ci appoggiamo a nessun sindacato. Siamo nati con la FNA, Federazione Nazionale Agricoltura, e questo bando ministeriale cui abbiamo partecipato è il primo accostamento alle Istituzioni che abbiamo mai avuto.”

 

L’U.DI.CON è un organo preposto alla tutela dei diritti dei cittadini in quanto consumatori e utenti di servizi, voluto e finanziato direttamente dal Mise. L’unico onere del cittadino che si affaccia ai suoi sportelli  è un contributo, più simbolico, di 10 euro annui, senza poi dover pagare per altre consulenze o servizi  in caso di diatribe legali. I loro legali e consulenti hanno comunque dei listini prezzi agevolati per gli associati in caso di affiliazione della clientela.

Gli ambiti di consulenza  sono molteplici e ricoprono quasi tutte le sfere delle consumazioni pubbliche e private di ogni cittadino, dagli alimentari ai beni di servizio (luce, gas e acqua), alle banche e assicurazioni alla sanità, dove vanno molto forte, alla qualità del prodotto all’e-commerce e infine anche al turismo.

 

PROGETTI FUTURI

 

Dopo il terremoto del 24 agosto, essendo la U.Di.Con una realtà molto forte al sud Italia, hanno deciso di fare qualcosa concretamente. Oltre il volontariato fatto al di fuori delle luci dei proiettori televisivi, è partita la proposta della creazione di una macro-area centroitaliana, che comprenda Marche Abruzzo e Lazio, le tre regioni colpite dal sisma.

Questa ipotesi insieme ad altre proposte per il territorio saranno esposte nel primo Convegno regionale, voluto e organizzato a Montegranaro città natale di Giovanni Battista Mariani, presso l’Hotel Horizon martedì 19 settembre, cui la cittadinanza è invitata a partecipare.

 

conferenza_stampa_12_sett

Letture:701
Data pubblicazione : 12/09/2017 13:48
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications