Attualità
Post sisma, l'on. Lara Ricciatti interviene sulla busta paga pesante: "Almeno 18 mesi per la restituzione Irpef, impensabili 9 rate"

Come prima firmataria di una nuova interrogazione parlamentare sul tema della cosiddetta "busta paga pesante", torna a occuparsi di equa fiscalità e terremoto l'onorevole marchiana Lara Ricciatti, vice capogruppo alla Camera dei Deputati di MDP - Movimento Democratico e Progressista, mantenendo sempre vigile e fattivo il proprio impegno in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 2016.

Post sisma, l'on. Lara Ricciatti interviene sulla busta paga pesante:

Almeno 18 rate (ossia il numero massimo previsto per queste fattispecie dallo Statuto del Contribuente) e il posticipo della data di avvio di restituzione Irpef sono le richieste avanzate.


Depositata in giornata un'interrogazione a risposta scritta in cui si chiede al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro dell'Economia e delle Finanze e al Ministro dell'Interno che vengano definitivamente corrette le norme sulla "busta paga pesante", prorogata al 31 dicembre 2017, ma con sole 9 rate mensili di restituzione Irpef a decorrere dal 16 febbraio 2018. Nove rate che quindi al momento prevedono il dilazionamento in soli 9 mesi di tempo. Un periodo – fanno notare unitariamente in una nota anche i sindacati Cisl-Cgil-Uil - oltremodo irragionevole se si pensa, ad esempio, ai 120 mesi, ossia ai 10 anni, concessi nel caso del terremoto del 1997.


"Si ascoltino i sindacati e si cambino le norme, altrimenti rischiamo di ottenere l'effetto opposto: abbiamo lavorato per sostenere economicamente le lavoratrici e i lavoratori ed invece produciamo solo un danno, costringendoli a restituire denaro in un lasso di tempo troppo ristretto. Non dimentichiamo che la parola sfollato sta diventando uno status e le persone non sono ancora tornate alla normalità e noi rendiamo ancora più complicata la situazione dettando tempi irragionevoli per la restituzione dei soldi" - chiosa la deputata Ricciatti, ricordando che un sostegno non può e non deve diventare un problema. "Anche in questa battaglia siamo a fianco dei sindacati e delle lavoratrici e dei lavoratori".

Letture:1663
Data pubblicazione : 10/10/2017 16:12
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications