Attualità
Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne. CGIL: " Battersi contro i femminicidi e le violenze sulle donne fa tutt’uno con la battaglia per i diritti"

Sabato 25 novembre alle ore 17,00, le donne e la Cgil saranno in Piazza del Popolo per continuare l’impegno in occasione della Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne.

Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne. CGIL:

"Ci siamo e ci saremo per riaffermare che la violenza contro le donne è una sconfitta per tutti. Ci siamo e ci saremo ancora perché vogliamo atti e risposte.

L’impegno è per tutti, uomini e donne che vogliono liberare la nostra società dalla violenza, dai soprusi, dallo sfruttamento. La battaglia non è solo delle donne, è di tutti, per costruire un Paese migliore, abbattendo tutte le disuguaglianze che stanno impoverendo la nostra civiltà.

La Cgil è impegnata anche per cambiare il sistema pensionistico che penalizza tanti e soprattutto giovani e donne. Per i giovani, che il governo condanna alla disoccupazione ed al precariato, non esiste una pur minima prospettiva previdenziale.

Alle donne, analogamente colpite da ingiustizie e precariato, non è riconosciuto il lavoro di cura, prezioso per tutte le nostre famiglie ma, di fatto, disconosciuto anche in questa occasione dal governo Gentiloni.

Battersi contro i femminicidi e le violenze sulle donne fa tutt’uno con la battaglia per i diritti.

Dobbiamo anche batterci contro le menzogne del governo che, per nascondere le proprie responsabilità politiche, cerca di costruire una fantomatica guerra tra pensionati e giovani generazioni. La Cgil si batte e si mobilita anche per il futuro dei giovani, azzerato da una politica economico-sociale sbagliata. Il 2 dicembre saremo in piazza anche per chiedere una prospettiva previdenziale dignitosa per i giovani di oggi.

Alle donne ed alle loro famiglie non servono i bonus ma, le strutture ed i servizi alla famiglia che oggi non ci sono o, sono carenti, o costano troppo. Ci vogliono investimenti su asilo nido, scuole, centri sanitari, consultori, centri antiviolenza, ecc.

Liberare le donne è liberare il Paese dalla mancata emancipazione di tutti i cittadini; è liberare il Paese da una politica sbagliata che costruisce solitudini e disuguaglianze, ingiustizie e sistemi di sfruttamento; precarietà e povertà in cui rischiamo di cadere le persone più deboli!

In Piazza del Popolo di Fermo la Cgil ci sarà per le donne e per riformare profondamente il sistema pensionistico iniquo ed inefficiente che è contro i giovani, le donne ed i lavoratori."

 

Letture:1325
Data pubblicazione : 24/11/2017 09:50
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications