Attualità
San Giorgio Distribuzione Servizi. Interlenghi e Ceccarani: “I cittadini protagonisti della Società”. Tutte le novità del 2018

Circa un mese fa la presentazione dei nuovi vertici della San Giorgio Distribuzione e Servizi. Oggi in conferenza stampa Renzo Interlenghi, amministratore unico e Marco Ceccarani, direttore della SGDS, hanno presentato le novità della società partecipata sangiorgese, impegnata nella gestione della raccolta dei rifiuti e in quella della rete del gas metano. 

San Giorgio Distribuzione Servizi. Interlenghi e Ceccarani: “I cittadini protagonisti della Società”. Tutte le novità del 2018

“Presentiamo la  nuova squadra che oltre a me e al Direttore Marco Ceccarani – ha esordito Interlenghi  - è composta da tutti i dipendenti della società, ai quali voglio fare il mio più sentito incoraggiamento e un plauso per ciò che fanno per la Città. Il quinquennio precedente ha permesso di organizzare le sorti della società e ringrazio l’Amministrazione Comunale che ha dato fiducia al conferimento di questo incarico. Una nota di merito va anche all’ex Assessore Renato Bisonni, fautore della scelta iniziale per l’incarico affidato al direttore Ceccarani”

“Il punto focale, per il quale sono già presenti dei finanziamenti, è quello di decentrare l’ecocentro, per cercare di portare avanti, insieme all’Amministrazione Comunale, come annunciato ieri dal Sindaco Nicola Loira, la riqualificazione del quartiere Sud della Città.” Ha spiegato Interlenghi.

Interlenghi si rivolge poi ai sangiorgesi che “devono sentirsi soci e sentire come propria la SGDS: è una società che rappresenta il cuore di ogni cittadino, un gioiellino che funziona se si rispettano determinati canoni.  La prima Società pubblica del Comune che deve essere un punto di incontro, di crescita e sviluppo per tutti i soci-cittadini; senza dimenticare il dialogo, già richiesto e avvenuto, con le massime Istituzioni: Provincia, Prefettura, comuni limitrofi, Regione.”

“Per quanto riguarda la questione dei rifiuti, più si differenzia, più si migliora l’efficienza e minori sono i costi per tutti noi. C’è molta resistenza – prosegue l’Amministratore – ma la nostra volontà è quella di diminuirla partendo dalla collaborazione di tutti e da maggiori controlli.” Interlenghi non dimentica inoltre l’importanza “della sicurezza sul lavoro”, che sarà un punto costante.

“Stiamo pensando anche alle isole ecologiche, un progetto che deve sposare anche la volontà dell’amministrazione comunale e per il quale sono necessari investimenti –spiega Interlenghi. Se si proseguono tutte queste strade, insieme a una sensibilizzazione che partirà dalla scuole e che mi auguro interesserà tutti i cittadini, potremmo trovarci davanti a miglioramenti tangibili e alla conseguente riduzione dei costi della Tari.”

“La nostra Società è inserita nel piano di Protezione Civile: questo significa che in caso di emergenza anche noi siamo chiamati a intervenire.” prosegue l’Amministratore. Intervento che dovrà andare di pari passo con la volontà dell’Amministrazione Comunale di investire e di accrescere il livello istituzionale della SGDS.

Lotta agli sprechi sulla linea della sperimentazione: “Forniremo agli operatori, albergatori e ristoratori delle vaschette che a fine pasto verranno consegnate ai clienti i quali potranno portare a casa le rimanenze di cibo. Questo perché così facendo si riducono gli sprechi e lo smaltimento dell’organico, che rappresenta comunque un costo che tutti noi siamo in possiamo ridurre. Piccoli gesti necessari per grandi risultati.”

 

26179851_10215631332642454_514535847_o

 

Ceccarani analizza poi i numeri della SGDS che “ci danno ragione, anche se c’è sempre un margine ampio di miglioramento. I primi cinque anni hanno portato a una riduzione dell’indebitamento del 30%, il piano industriale ha retto la dinamica dei costi di struttura, il costo della tassa sui rifiuti (160 euro per i 22mila residenti della Tari) è al di sotto della media Regionale.”

“In cantiere” un nuovo piano industriale di lungo periodo che avrà come interlocutore il Comune di Porto San Giorgio e dovrà tenere conto di nuovi impianti e di un ecocentro più funzionale: migliorare le attività di logistica che possono creare delle problematiche di gestione che portano all’inefficienza.” Spiega Ceccarani.

Si è parlato anche di un dialogo aperto, a livello operativo, con gli interlocutori vicini; una collaborazione che potrebbe rispondere in modo migliore alle novità del mercato e far fronte all’abbattimento dei costi.

“Il vero risparmio sta nel contenimento dei rifiuti (riciclo, prevenzione, ecc...), ma anche nella lotta all’evasione che oggi pesa sulla collettività: il rifiuto deve diventare una risorsa e non un costo” ha concluso Ceccarani.

Interlenghi ha anche sottolineato che c’è in programma la proposta di istituire una commissione permanente consultiva con l’Amministrazione Comunale e con gli enti e le associazioni sensibili a queste tematiche, che funga da tavolo di confronto per il miglioramento dei servizi.

Letture:1843
Data pubblicazione : 30/12/2017 14:14
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications