Attualità
Ortezzano. Kiwi, non è un'ottima annata nel Fermano. Cia provinciale: "Produzione dimezzata a causa delle temperature gelide della primavera"

Le temperature rigide avute la scorsa primavera hanno causato dei seri danni alla produzione del kiwi nel territorio. Una situazione preoccupante per gli agricoltori locali come sottolinea Luigi Tassoti, associaziato alla Cia – Confederazione agricoltori di Ascoli e Fermo proprietario di alcuni terreni ad Ortezzano.

Ortezzano. Kiwi, non è un'ottima annata nel Fermano. Cia provinciale:

"Ad aprile dello scorso anno ci sono state delle gelate che hanno bruciato sia i germoglie e sia le piante compromettendo la produzione – spiega l'agricoltore Tassotti - Le piante hanno bisogno di tempo per tornare a produrre secondo gli standard dei 2016. Se tutto andrà per il meglio e quindi le condizioni meteo rispetteranno l'andamento delle stagioni confidiamo di poter tornare a produrre agli stessi livelli del 2016 nel corso del 2019 perchè alle piante servono almeno due anni".

Una situazione disastrosa che trova conferma anche nelle parole di un altro coltivatore della Valle dell'Aso, una zona preziosissima nella produzione dell'ortofrutta delle Marche. "La stagione è stata pessima – è stato il commento di Patrizio Villa – a cause delle gelate che ci sono state soprattutto nella terza decade di aprile dello scorso anno quando le piante avevano già germogliato. I prezzi sono alti rispetto alla produzione del 2016, ma quello che manca è il prodotto. Ad esempio nel corso del 2016 la quantità di kiwi che abbiamo raccolto è stata pari a circa 2.400 quintali. Il bilancio della raccolta del 2017 è pari a 870 quintali. In pratica abbiamo raccolto un terzo del prodotto rispetto al precedente anno".

Ovviamente una produzione inferiore di questa tipologia di frutto sta avendo delle ripercussioni sulle forniture di prodotto proveniente dal territorio, ma questo non ha interessato solo la realtà distributiva italiana. I kiwi raccolti nelle campagne marchigiane vegnono poi distribuiti dai commercianti in varie parti del mondo. Basti pensare che vengono esporati anche negli Stati Uniti, in Giappone e in Canada. Oltre ovviamente agli stati del vecchio continente come ad esempio il Belgio, la Germania e l'Olanda.

Dei percorsi guidati per conoscere come viene coltivato il kiwi e le sue proprietà vengono spesso organizzati nel territorio marchigiano. Come ad esempio quello dell'Azienda Agricola Cruciano, la piu' grande produttrice di kiwi delle Marche o dell'Agriturismo Villa Cru in Valdaso di Ortezzano con passeggiate in campagna e conversazioni sulle caratteristiche e le proprieta' di questo frutto. Forse non sono molti quelli che possono raccontare le emozioni quando si passeggia in campagna, in autunno, sotto piante di kiwi con grappoli di frutti marroni che pendono dall'alto. Credo che siano ancora pochi quelli che conoscono a fondo come si coltiva e si raccoglie questo frutto buonissimo e salutare che viene dalla Cina; che l'Italia detiene il primato nella produzione mondiale, seguita dalla Nuova Zelanda, dal Cile, dalla Francia. Un'esperienza che si può vivere nel sud delle Marche.

Letture:1606
Data pubblicazione : 03/02/2018 11:07
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications