Attualità
Post-sisma. Perizia asseverata Aedes e progetti per incentivi di tipo B: Verducci, Morgoni, Manzi e Carrescia chiedono la proroga dei termini

I parlamentari del Partito Democratico Mario Morgoni, Francesco Verducci, Irene Manzi e Piergiorgio Carrescia hanno chiesto all'on. Paola De Micheli, Commmissaria per la ricostruzione, la proroga dei termini per la presentazione della perizia asseverata AEDES e dei progetti per interventi di tipo B (entro il 30-04-2018), previsti dall'art. 8 del D.L. 189/2016.

Post-sisma. Perizia asseverata Aedes e progetti per incentivi di tipo B: Verducci, Morgoni, Manzi e Carrescia chiedono la proroga dei termini

In particolare, scrivono i firmatari, "senza voler entrare nel merito delle cause dei ritardi, che comunque riteniamo opportuno siano oggetto di confronto fra i Vice Commissari e gli Ordini professionali delle relative Regioni, considerato che la legge riconosce al Commissario per la ricostruzione la facoltà di una proroga fino ad agosto si chiede di voler adottare l'atto di posticipazione di tale adempimento.
Nella delicata fase politica attuale e in mancanza di una nuova maggioranza chiara di governo riteniamo che la proroga possa consentire all'esecutivo che andrà ad insediarsi di valutare con il nuovo Parlamento gli atti normativi necessari per individuare entro agosto eventuali nuovi termini; essi dovranno garantire da un lato la produzione delle perizie AEDES in tempi congrui e compatibili con la necessità di definire nel breve periodo il quadro completo degli interventi e dall'altro eliminare qualsiasi alibi a ritardi dovuti all'inerzia degli interessati".


Dei firmatari, Morgoni e Verducci sono stati rieletti e continueranno ad interessarsi con grande attenzione del problema del sisma.

Letture:1115
Data pubblicazione : 20/03/2018 10:37
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • Aragorn

    29-03-2018 16:37 - #3
    ho capito questo...il problema è legato all'abusivismo edilizio per due motivi, primo: bisogna verificare se gli abusi hanno favorito il danneggiamento dello stabile a seguito del sisma...secondo: alcuni vincoli di tipo paesaggistico impediscono di fare il condono che deve precedere la presentazione della domanda...l'ordine degli ingegneri delle marche dice che "il 90% dei fabbricati interessati alla ricostruzione presenta una difformità di tipo edilizio". ecco fatto che la burocrazia collassa ed i politici hanno la scusa per prorogare ed approfittarne visto che non c'ha una lira pé piagne...due piccioni con una fava! quindi francì ha pensato bene che era più li furbi a votà de l'onesti, e quindi si è preoccupato del fatto che bisogna accontentare tutti...niente di nuovo, insomma...ora vediamo se i blablablà dell'onestà che è jiti a comannà, avranno il coraggio di prendere in mano la situazione come si deve...
  • Bar/sani G

    21-03-2018 19:58 - #2
    Morgoni e Verducci ma quanto mai vi siete occupati del sisma! Verducci sempre presente, dietro o a fianco di Renzi ma nulla più. Vi serviva visibilità mediatica per prendere qualche votarello ma anche li avete fallito visti gli scarsi risultati soprattutto nelle Marche del PD. Verducci continuate su questa strada del peggior qualunquismo e rimarrete solo una testimonianza. Se vi eravate interessati veramente delle sorti di questo territorio vi dovevate accorgere, allora, della approssimazione con cui venivano sfornate ordinanze su ordinanze senza ne capo e ne coda che creavano solo sconcerto ai comuni e agli amministratori, ma nulla di tutto questo, avete sempre continuato a dire che le cose andavano alla grande. Ma dove eravate a Roma o tra la gente e nei vostri territori ? Bastava leggere le ordinanze emanate per capire che le cose non andavano. Ciascuna contraddiceva la precedente. I tecnici non ci capivano più nulla, i cittadini meno dei tecnici, e ogni giorno si cambiava procedura, metodo senza avere certezze ! E voi dove eravate ? Tanti Azzeccagarbugli che invece di chiarire aggravano le procedure. Se questa è ricostruzione è meglio lasciar perdere. Verducci siamo arrivati al punto che una struttura realizzata in tempi record, con soldi privati e che ha dato la possibilità a molti cittadini di riprendere una parvenza di vita quotidiana è stata posta sotto sequestro da un PM perché ABUSIVA. Ma vi rendete conto in che paese siamo ? Un paese delle banane ! Un paese dove la politica non solo non ha detto nulla sulla vicende ma ha dimostrato che non conta assolutamente nulla ed i politici sono solo figurine adatte per qualche foto ricordo e nulla più. Verducci forse non lo sa perché non ha mai amministrato neppure un condominio ma in casi di calamità e di emergenza si usano norme e leggi di emergenza, come fanno in paesi normali e civli ! Non occorrono Cantoni e Cantonate varie ne PM in cerca di popolarità ! Occorrono poche norme chiare, semplici, e lineari. I controlli devono essere fatti in corso d’opera e non con carte su cartacce inutili e capaci solo di creare sconcerto e rabbia nei cittadini . Questa non è ricostruzione è pressapochismo o peggio avventurismo! Se volessimo sintetizzare l’attuale vicenda del sisma a due anni oramai dall’evento potremo solo dire che è in corso IL PIU’ COLOSSALE FALLIMENTO TECNICO E POLITICO DEGLI ULTIMI SESSANT’ANNI ! Cari onorevoli traete voi le vostre considerazioni sul perché il PD è in via di estinzione ! Buona riflessione a tutti
  • Aragorn

    21-03-2018 02:08 - #1
    su bus (bollettino unitario servizi di fermo e porto san giorgio) di febbraio c'è scritto: "gli ultimi provvedimenti spostano le scadenze per presentare progetti relativi a danni sia lievi che gravi. per i primi tutto slitta alla fine di aprile, con ultima proroga possibile già programmata alla fine di luglio [...] per i danni gravi entro il mese di ottobre"...quindi qualcosa in merito si sapeva da parecchio, forse la de micheli c'aveva già pensato da sola...è che non c'avete un sordu, questa è la verità! "ricostruiremo tutto, anche le seconde case, anche fuori dal cratere" francesco verducci tg marche del primo marzo...ò francì, le sparavi cuscì grosse (ricostruiremo tutto l'ho già sentita, che proviene dallo "zibaldone renzi"?) perché nemmeno tu ce credevi de venì rieletto? ora vediamo cosa saranno capaci di fare i quaquaraquà che hanno vinto le elezioni...
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications