Attualità
Porto San Giorgio. Marinangeli su via Settembrini e la pensione San Giorgio: "Polemiche strumentali? E allora perché due consiglieri di maggioranza non hanno sostenuto la variante?"

Clima incandescente a Porto San Giorgio, dove continuano le polemiche tra la maggioranza e la coalizione di centrodestra in merito al piano di recupero di Via Galliano e alla variante urbanistica sulla pensione San Giorgio, dopo il consiglio comunale della settimana scorsa.

Porto San Giorgio. Marinangeli su via Settembrini e la pensione San Giorgio:

"La maggioranza parla di polemiche strumentali ed irrilevanti - attacca il consigliere Marco Marinangeli -. Proviamo a fare brevemente alcune precisazioni tecniche: l'assessore Silvestrini parla il linguaggio della mezza verità (stile Matteo Renzi) sull'area di via Galliano/Settembrini quando dice che l'incremento dei volumi da realizzare è previsto dal piano casa (vero), ma non dice che quella potenzialità in quel contesto sarebbe non attuabile nella sua interezza, affermazione vera a tal punto che l'amministrazione presenta una variante.  A fronte di questa evidente concessione fatta dall'amministrazione comunale ad alcuni privati, di fronte ad una scelta discutibile (aumento della densità abitativa, mancanza di parcheggi, impatto visivo notevole), abbiamo sollevato in commissione e in consiglio comunale la necessità di ottenere almeno delle contropartite per i Sangiorgesi".

 

"Come sostiene l'assessore Silvestrini - prosegue Marinangeli - siamo stati talmente polemici e abbiamo avanzato critiche irrilevanti, che alcuni gruppi partitici che appoggiano il governo Loira, per cercare di coprire la porcheria presentata,  hanno prodotto delle osservazioni per chiedere ai privati una miserabile contropartita, ossia una decina di piante. Ricordo inoltre che due componenti della maggioranza non hanno sostenuto la variante presentata (Renato Bisonni e Catia Ciabattoni, ndr)"

 

E per quanto riguarda la variante relativa alla pensione San Giorgio, Marinangeli aggiunge: "Le motivazioni per giustificare un cambio di destinazione d'uso da turistico-ricettivo a residenziale sono ridicole e superficiali (proprietari anziani, struttura non a norma e da adeguare, licenza restituita, edificio in zona residenziale), ma saranno pericolose poiché d'ora in poi cosa risponderemo a tutti coloro che faranno la medesima richiesta? Ci saranno cittadini di serie a e di serie b. Quali saranno i principi per i quali a qualcuno sarà consentito ed ad altri no? L'unica certezza è che così facendo la maggioranza continua a diminuire posti letto e a fare regali a danno dei cittadini, addirittura premiando chi decide di non investire più a Porto San Giorgio. I consiglieri di maggioranza che non hanno votato la variante l'hanno definita una scelta senza logica e priva di interesse pubblico: per fortuna che le nostre erano polemiche strumentali e irrilevanti!". 

Letture:1117
Data pubblicazione : 21/03/2018 10:07
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications