Attualità
Fermo. Rilancio del centro storico: corner calzaturieri primo step. Entro pochi giorni al via la prima azione del progetto “Fermo Shopping Experience"
“Quello che andrà in onda nelle prossime settimane è solo il primo step, significativo ed importante, di quel che vorremmo continuare a fare per sostenere il commercio nel centro storico di Fermo: attivare una strategia di rilancio che ci consenta di mantenere e rafforzare l’esistenza di un servizio che riteniamo fondamentale per i cittadini ed i turisti”. Il tema è annoso e riguarda le difficoltà che il commercio vive da tempo nei centri storici della maggior parte delle città italiane. “Purtroppo, siamo in buona compagnia, nel senso che a vivere queste difficoltà non è certo solo Fermo bensì realtà anche più blasonate. Ma ciò non è assolutamente consolatorio, ed è per questo che abbiamo attivato un percorso d’interventi sia in ambito strutturale che di promozione del centro storico con specifici eventi e con l'incremento  sempre piu' forte dell'offerta museale "
Fermo. Rilancio del centro storico: corner calzaturieri primo step. Entro pochi giorni al via la prima azione del progetto “Fermo Shopping Experience
A parlare è l’assessore al commercio, Mauro Torresi, che così commenta la delibera che lancia il progetto Fermo Shopping Experience coofinanziato dalla Camera di Commercio.
 
“L’idea è aprire dei corner dedicati alle calzature all’interno di alcuni negozi in modo da creare un circuito, un percorso commerciale nuovo e d’interesse per residenti e turisti, e che dia visibilità alle eccellenze calzaturiere del territorio. In questa fase daremo priorità al settore abbigliamento. Successivamente – prosegue Torresi – apriremo un secondo step per altre progettualità coinvolgendo anche altre tipologie di esercizi commerciali che accompagneremo auspicabilmente con attività specifiche di marketing”. Insomma, un percorso articolato che cerca di configurarsi in modo strutturato e strategico “per dare continuità anche all’impegno assunto con RetaiLink, il progetto europeo che stiamo portando a conclusione e di cui Fermo Shopping Experience rappresenta una delle azioni previste. Dobbiamo acquisire sempre più una mentalità di rete - sottolinea Torresi - come categoria del commercio, come città, come territorio, perché solo così potremo pensare di vincere questa sfida. Oggi i competitor non sono più tanto i centri commerciali quanto le piattaforme on line, i grandi circuiti commerciali della rete. Dobbiamo imparare a sposare la forza della bellezza del nostro centro storico con idee nuove, con tecnologie avanzate,  tantissimo entusiasmo , tantissima  voglia di fare  e non arrendersi mai, in modo da rendere appetibile viverci, visitarlo, fare acquisti”.
 
A breve uscirà il bando per attivare i corner calzaturieri e verranno diffuse le modalità per la manifestazione d’interesse da parte dei commercianti. “Saremo a disposizione con i nostri uffici per accompagnare il percorso progettuale di chi vorrà sperimentare questa esperienza – conclude Torresi – intanto stiamo procedendo con la realizzazione della prima mappa del commercio del centro storico e con l’ultima tappa di RetaiLink in Olanda che vedrà la partecipazione anche del Sindaco Calcinaro, a significare l’importanza che questa amministrazione attribuisce alle politiche per lo sviluppo del centro storico”.
Letture:2693
Data pubblicazione : 27/03/2018 09:59
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
6 commenti presenti
  • l'osservatore fermano

    02-04-2018 10:32 - #6
    Analisi del testo : Insufficiente - Senso dell'ironia : Insufficiente
  • angelo

    30-03-2018 21:08 - #5
    Da informatico : leggere su internet di gente che si lamenta di internet... non ha prezzo!
  • l'osservatore fermano

    28-03-2018 14:50 - #4
    Corner: Salvarsi in calcio d'angolo per non prendere un goal. Ipotizziamo,anzi ne siamo certi ,che le nostre eccellenze artigianali prevalentemente full Made in Italy non vadano cercando un angolino in uno dei pochi negozi in Piazza. Tempo fa abbiamo letto che l'amministrazione avrebbe stanziato 200.000/00 euro per favorire il commercio in Centro con conseguente ,si spera, afflusso di fermani e turisti. Tutti notiamo che sulla strada nuova e sul Corso i negozi sono nella maggior parte chiusi. Diamo la possibilità ai nostri Industriali, unici al mondo per la qualità delle loro creazioni, di occupare gli spazi vuoti per aprire outlet (vie del bello e dell'Artigianato di pregio); Musei-Panorami stupendi e ..shopping. Comunque i corner sono generalmente presenti nell’ambito di fiere, ma anche all’interno di grandi magazzini, spazi pubblici come piazze o stazioni, centri commerciali, in un’area pubblica o commerciale.Pertanto se si vuole proporre la promozione dei propri migliori prodotti è necessario uno spazio adeguato. Abbiamo realizzato gemellaggi con molte città e decine di migliaia di studenti ora in giro per il mondo,hanno studiato a Fermo;il web non serve solo per le fake news ma anche per realizzare una rete di contatti mirati al ritorno a Fermo per magari una gita per queste persone. Gli incentivi possono essere numerosi: da e per i numerosi camping 2 viaggi al giorno gratuiti- utilizzando i numerosi data base per informare sulle nostre attività culturali-economiche e turistiche ecc. Forse mi sono fatto prendere la mano,però una vecchia e fondamentale legge del Marketing recita che" chi non vede non compera". E' solo un contributo per contribuire a fare ritornare la nostra Fermo quello che un tempo era.
  • gabriele

    27-03-2018 19:38 - #3
    Mi scusi, Lucio, ma i tempi non cambiano in modo automatico e possono pure cambiare in peggio ! La qualità di vita che assicura il contatto umano , invece che un computer, è giusto che stia a cuore a degli amministratori !!! Perché rassegnarsi al fatto che il massimo divertimento per i nostri giovani sia il bere ? Quando poi le occasioni per stare insieme ci sono, gli stessi giovani hanno una faccia diversa ! Non gettiamo la spugna, non spostiamo le scuole dal centro, non buttiamoci su internet e centri commerciali, non tutto è perduto !
  • Carlo

    27-03-2018 18:33 - #2
    Non si pomiciava solamente al Parco della Rimembranza, altro che adesso (almeno adesso si perde tempo sui social)...
  • Lucio

    27-03-2018 12:20 - #1
    Buongiorno.. ancora non avete capito una cosa che è poi fondamentale...sono cambiati i tempi!!!!! La generazione degli ultimi 30 anni la vita degli ultimi 30 anni è cambiata!!!! La mia generazione era diversa...ma è un discorso molto complicato...noi pomiciavamo al parco rimembranza...oggi chattano e bevono...non vi è giunta che tenga che rivitalizzi il centro...ahivoia.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications