Attualità
FUM. A Fermo un museo urbano a cielo aperto per la valorizzazione dei giovani e del territorio

Presentato questa mattina in conferenza stampa a Fermo FUM “Fermo Urban Museum”, progetto di aggregazione giovanile che si pone l'obiettivo di favorire lo sviluppo di competenze artistiche e di sensibilizzazione sociale/civica nel mondo giovanile fermano, utilizzando una comunicazione efficace che si basa sulla “Street Art”, come strumento di valorizzazione culturale del territorio.

FUM. A Fermo un museo urbano a cielo aperto per la valorizzazione dei giovani e del territorio

L’Assessore alla Cultura Francesco Trasatti ha esordito: “Mi fa particolarmente piacere il fatto di andare a presentare quello che vorrei diventasse un taglio di visita, per la nostra Città, di punti d’arte nel centro e nei vari quartieri.”

“Il progetto, sul quale abbiamo lavorato a quattro mani insieme all’Assessore alle Politiche Giovanili Alberto Maria Scarfini, – continua Trasatti – consisterà nella realizzazione di murales in alcuni punti della Città, che verranno uniti attraverso un itinerario sui generis in modo da creare un viaggio in questa forma d’arte contemporanea straordinaria.”

“Nunzio Giustozzi – prosegue il vice Sindaco -, come rappresentante del Liceo Artitico, ha una parte importante perché l’Istituto è coinvolto nel progetto, come ugualmente Paolo Bazzani, artista che aveva presentato una richiesta all’Amministrazione Comunale dopo aver realizzato un murales alla bretella di Borgo Diaz. La volontà è quella di partire da un progetto, ma allargare poi le braccia ad artisti singoli e alle scuole per farne un’opera collettiva. Ad esempio non ci dispiacerebbe integrare dei murales già esistenti come quelli presso l’ex Conceria, in un maxi percorso urbano.”

Andrea Marsili, coordinatore del progetto, ha spiegato come si è arrivati alla realizzazione dello stesso. “L’Associazione Giovani Territorio e Cultura è risultata vincitrice del bando della Regione Marche che finanziava progetti di aggregazione giovanile con tematiche più informali, come possono essere i temi artistici.”

La coordinazione artistica è affidata all’artista civitanovese Giulio Vesprini. “Abbiamo creato un bel gruppo anche grazie alla collaborazione con l’Associazione “Il Cielo Sopra Berlino”, che si occuperà di cortometraggi, film e video, con il Coordinamento Fermano Oratori, che ha messo a disposizione il Ricreatorio San Carlo per i vari corsi e i seminari e con l’Associazione Onlus Gruppo Giovani Valdaso” ha spiegato.

“ Unisco il mio pensiero – continua Vesprini – a quello di Francesco per quanto riguarda il discorso dell’ex Conceria. Sono molto d’accordo sul progetto diffuso, come è proprio nell’ambito della street art, esposta oggi nelle gallerie d’arte più importanti non solo in Italia ma anche all’estero.”

“Fermo è un comune molto vivo e attivo, da civitanovese lo noto – ha proseguito Vesprini – e mi complimento con la Giunta Comunale e ringrazio tutti per la fiducia che ci è stata data. Lavoriamo al progetto da un anno e mezzo e sicuramente sarà un percorso lungo, perché creare una galleria a cielo aperto non è semplice, ma con i giusti investimenti e con le giuste sinergie possiamo arrivare lontano.”

È inoltre stata individuata una mappatura per la disposizione dei murales, che saranno otto, non solo nella Città di Fermo ma in tutto in Fermano.

La prima azione sarà dunque quella della realizzazione di un murales su una parte della parete esterna del Liceo Artistico e si proseguirà poi con i workshop, che inizieranno a fine aprile. I ragazzi proporranno dei bozzetti e verranno poi premiati da una giuria: da questa premiazione usciranno gli studenti che aiuteranno gli artisti nella realizzazione del progetto vero e proprio, che partirà tra settembre e ottobre.

 

30629090_10216629842764583_6657100988408659968_o

 

Nunzio Giustozzi, del Liceo Artistico, ha espresso l’entusiasmo del dirigente e degli studenti nel coinvolgimento del progetto. “Abbiamo una storia di 60 anni e il Liceo Artistico rappresenta una fucina di idee e creatività per il territorio: per noi questa è una grande novità e siamo fieri di partecipare, anche attraverso l’alternanza scuola-lavoro. Quella del polo scolastico è una periferia urbana e ben venga questa idea per dare una connotazione artistica.”

Il main sponsor dell’operazione sarà Già Colors, con il suo titolare Giacomo Bettoni, che metterà a disposizione il materiale per la realizzazione dei murales.

Caterina Marchetti, dell’Associazione “I Cieli Sopra Berlino”, si occuperà dell’aspetto video. “Insieme ai ragazzi terremo dei workshop dal 26 aprile all’8 maggio per approfondire le tecniche base del video e andare a realizzare poi a settembre un documentario durante la realizzazione dei murales dell’artista Vesprini.”

Paolo Bazzani, artista fermano, spiega: “Da dieci anni a questa parte le richieste per la realizzazione di murales che ho fatto alle varie amministrazioni comunali sono state tante e ho sempre trovato degli accordi. Anche in questo caso sono stato contattato”, perché come prosegue Trasatti “mi è sembrato giusto allargare la maglia del progetto anche a lui.”

Lorenzo Giuliani si occuperà del supporto tecnico per quanto riguarda la sicurezza della realizzazione ed ha partecipato alla selezione iniziale delle varie zone dove verranno eseguiti i murales.

Alberto Maria Scarfini ha spiegato: “Stiamo proseguendo il progetto di rimettere i nostri ragazzi al centro della Città; era già successo con gli Artigianelli per quanto riguarda la Balaustra sottostante la statua San Savino, con il Liceo Classico per il Parco della Rimembranza, con l’Istituto Geometri attraverso il concorso per la progettualità della Cops e con i tanti progetti e incontri con l’Istituto Industriale.”

“Voglio ringraziare tutti i colleghi – ha concluso – perché in questo modo i ragazzi si possono sentire protagonisti di questa Fermo, possono avere un ricordo dopo tanti anni e potranno dire “in questo punto ho fatto qualcosa anche io”. Avere dei professionisti del territorio competenti che accompagnano i nostri giovani è motivo di grande orgoglio.”

L’obiettivo dunque è quello di realizzare i workshop e i murales a ottobre e sponsorizzare il progetto anche a livello turistico per la promozione del territorio, oltre a dare un’opportunità ai ragazzi che nutrono questa passione.

 

Per visitare il sito web di FUM basta seguire il link: https://www.fum.space/

 

30531250_10216629843044590_2345293830015680512_o

Letture:1632
Data pubblicazione : 10/04/2018 13:02
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications