Attualità
166esimo della Polizia. Le celebrazioni all’istituenda Questura di Fermo. Il Prefetto D’Alessandro: “Democrazia, libertà, sicurezza, solidarietà: valori da declinare in maniera corale”. FOTO

Questo pomeriggio è stata deposta, in occasione del 166esimo dalla nascita della Polizia di Stato, una corona ai Caduti presso il piazzale della nuova Questura di Fermo.

166esimo della Polizia. Le celebrazioni all’istituenda Questura di Fermo. Il Prefetto D’Alessandro: “Democrazia, libertà, sicurezza, solidarietà: valori da declinare in maniera corale”. FOTO

Dopo il momento solenne, è stato proiettato un filmato sull’attività della Polizia di Stato che, in questo 2017, ha dovuto fare i conti sul territorio Ascolano e Fermano, oltre che con la criminalità, anche con il sisma e con l’emergenza neve. La parola al Questore di Ascoli Piceno Luigi De Angelis che ha ringraziato tutti i presenti tra Autorità e cittadini.

“Significativo questo momento in cui, in occasione del 166esimo anniversario dalla nascita della Polizia di Stato, rendiamo onore ai nostri caduti come il Vice Brigadiere Giovanni Ripani, caduto in un conflitto a fuoco in Lombardia quando operava la banda di Vallanzasca.”

“Voglio ringraziare tutti i presenti: il Prefetto di Fermo e di Ascoli Piceno, sua Eccellenza l’Arcivescovo di Fermo, il Sindaco del Capoluogo e tutti i Sindaci del Fermano, il Presidente della Camera di Commercio e della Fondazione e Cassa di Risparmio di Fermo. I Carabinieri, i Vigili del Fuoco, la Guardia di Finanza, la Compagnia Marittima e la Polizia Penitenziaria, con i quali c’è un lavoro di sinergia fondamentale e soprattutto il Dottor Soricelli, il quale sta facendo del tutto per trasformare questa struttura in una nuova Questura.” Ha continuato De Angelis tra gli applausi della folta platea.

“Il significativo calo della criminalità – ha proseguito il Questore – si deve alla piena sinergia tra tutte le forze dell’ordine. Il territorio non è esente da fenomeni criminosi, ma è ancora a misura d’uomo e cercheremo di mantenerlo tale”.

La parola poi al Prefetto di Fermo, Maria Luisa D’Alessandro, che si è detto “onorato di accogliere, insieme al Questore, tutte le Autorità e i cittadini presenti”.

“Ricordiamo oggi i nostri caduti, Pierozzi e Ripani, in un momento altamente simbolico per il territorio in questo edificio che per anni ha ospitato gli orfani della Polizia di Stato. Democrazia, libertà, sicurezza, solidarietà: sono questi i valori che dobbiamo declinare in maniera corale. E poi coesione sociale, cittadinanza attiva, lavoro, istruzione, accoglienza; principi ben radicati in questo territorio e la grande presenza dei Sindaci lo conferma.” Ha continuato il Prefetto.

“La legge dell’11 giugno 2004 e poi l’anno 2009 istituirono la Provincia di Fermo: un processo lungo e inarrestabile che vede oggi l’Istituzione della Questura di Fermo – queste le parole del Prefetto accompagnate da un grande applauso. Gli auguri saranno fatti a tempo debito alla persona che avrà l’onore e l’onere di ricoprire la carica di Questore di Fermo ma intanto mi congratulo e auguro buon lavoro al Dottor Soricelli e agli uomini e alle donne che svolgono questo lavoro con grande amore.”

Cerimonia conclusasi con l’Inno d’Italia suonato dagli allievi del Conservatorio Pergolesi di Fermo.

Letture:1727
Data pubblicazione : 10/04/2018 20:02
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications