Attualità
"Le parole della Montagna" parlano anche a Torino: il festival di Smerillo ospite dello stand marchigiano al Salone del Libro

Spazio al Salone Internazionale del Libro di Torino per il Festival "Le Parole della Montagna" di Smerillo.

Nello stand della Regione Marche, il Direttore artistico del Festival, Simonetta Paradisi, ha dialogato con Daniele Salvi, Capo di Gabinetto del Presidente dell’Assemblea Legislativa Regionale, per illustrare il progetto che ormai da nove anni lancia dal piccolo borgo un messaggio culturale forte, che sta avendo un’importante cassa di risonanza anche fuori Regione.


Lo spunto è quello della sacralità della montagna, luogo di incontro fra l’Uomo e la divinità. La montagna, infatti, fin dalle più antiche culture, vuoi per la verticalità e l'altezza vertiginosa, vuoi per la vicinanza al cielo e l’inaccessibilità, è dimora degli dei, luogo di unione fra il cielo e la terra, via per la quale l'uomo può elevarsi alla divinità e la divinità rivelarsi all'uomo (si pensi al Monte Sinai, all’Oreb, al Kailash, all’Olimpo e così via). La montagna, allora, è ricca di significati simbolici e trascendenti che il festival vuole indagare per proporre riflessioni per l’Uomo in cerca.
Smerillo accoglie così ogni anno, pensatori, artisti, filosofi e teologi, alpinisti, poeti per dialogare intorno ad una parola che ogni anno la montagna suggerisce.
Dopo la “fragilità” dello scorso anno, suggerita a seguito della grande scossa di terremoto del 30 ottobre, quando una roccia dei nostri Monti Sibillini, emblema della solidità, si è sgretolata come polvere, quest’anno la montagna ha suggerito la parola “radici”. Siamo radicati nel nostro territorio, nelle nostre tradizioni, che costituiscono un bagaglio essenziale della nostra identità; una risposta importante alla fragilità che abbiamo provato sulla nostra pelle. L’attenzione sarà rivolta anche alle radici del futuro che stiamo costruendo sotto un profilo sia climatologico che sociologico.


Tante altre sono però le accezioni della parola “radici” che il festival proporrà dal 15 al 22 luglio prossimi in una carrellata di appuntamenti nei suggestivi scorci del paese o immersi nella natura.
Non mancheranno le escursioni nei percorsi meno turistici e più inesplorati dei nostri meravigliosi Monti Sibillini per vivere personalmente l'esperienza dell'ascesa, né gli spettacoli di musica e teatro ed i laboratori esperienziali, ogni anno diversi, che permettono ai partecipanti di divenire protagonisti del festival, mettendosi in gioco e vivendo significative esperienze personali.


Di rilievo anche la sezione dedicata all'arte, con allestimento di una mostra di un affermato artista contemporaneo e interventi di critici d'arte, oltre a una sezione dedicata al cinema, con film d'autore anche in collaborazione con il Trento Film Festival. Molto attesa anche la sezione dedicata ai più piccoli, curata da Elena Belmontesi, che ogni anno accoglie centinaia di bambini per un’escursione nel bosco con racconti e spettacoli.
La scelta dell’ambientazione del festival gioca, come sempre, un ruolo da protagonista. Contro ogni logica commerciale, infatti, Smerillo, il piccolissimo borgo medievale, con l’essenzialità dei suoi panorami sconfinati, i silenzi ed i colori, insieme al vicino Montefalcone Appennino offre la possibilità di riconnettersi con il proprio Io più profondo.
La criticità di essere piccoli e svantaggiati diventa allora un punto di forza, soprattutto nella faticosa rinascita post-sisma.
Puntare sulla cultura, per riattivare il turismo e l’economia è la grande sfida del festival Le Parole della Montagna.

Letture:797
Data pubblicazione : 14/05/2018 18:39
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications