Attualità
Di Ruscio: "Tassa di bonifica odioso ed inutile balzello". A breve un incontro pubblico

"Ritorniamo sulle problematiche relative alla famosa tassa di bonifica per comunicare che sono sempre più numerose le sentenze che riconoscono l’illegittimità dell’operato del Consorzio di Bonifica delle Marche". Inizia così la nota diffusa da Saturnino Di Ruscio sulla vicenda.

Di Ruscio:
Nell'articolo recenti foto del fiume Tenna

"Rivestono un importante rilievo le sentenze emesse dalla Commissione Tributaria di Pesaro che si basano su questioni di principio e fondamentali come la presenza del Piano Generale di Bonifica, la presenza di un beneficio reale anche se non immediato e l’esistenza di una reale attività.
Abbiamo anche ricevuto numerose telefonate con le quali ci viene segnalato l’arrivo sia degli Avvisi di pagamento del Consorzio di Bonifica delle Marche con allegati bollettini per il pagamento, sia di comunicazioni delle Agenzia delle Entrate nelle quali viene indicato “il debito residuo”.
Precisiamo che, in questi casi, si tratta di Avvisi e non di cartelle esattoriali e che, dunque non rappresentano titolo esecutivo. Purtroppo gli ignari proprietari all’arrivo di tali documenti intestati alla Agenzia delle Entrate, pensando di trovarsi di fronte ad una cartella esattoriale, provvedono al pagamento. In alcuni casi - sottolinea Di Ruscio - si tratta addirittura di zone colpite dal terremoto per le quali il pagamento è sospeso con legge dello Stato. - 
Informiamo che a breve verrà organizzato un incontro pubblico per illustrare la situazione e le strategie adottate per eliminare questo odioso e inutile balzello".

 

tenna2

 

Le foto segnalano lo stato d'incuria del fiume nonostante si continui a chiedere di pagare la tassa di bonifica

Letture:668
Data pubblicazione : 16/05/2018 16:24
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications