Attualità
Botta e risposta Tulli-Calcinaro. Il consigliere: "Fatto poco per Capodarco, il parcheggio del campo sportivo non era la priorità". Il sindaco: "Negli anni scorsi era il suo cavallo di battaglia"

L'attenzione ai quartieri e alle varie zone periferiche della città è un cavallo di battaglia dell'amministrazione Calcinaro, che a più riprese ha rivendicato quanto fatto e quanto ancora si sta facendo in ogni angolo di Fermo.

Alla giunta in carica è però arrivata una critica da parte del consigliere comunale Gianluca Tulli in merito alla situazione e alle opere per Capodarco.

Botta e risposta Tulli-Calcinaro. Il consigliere:

“Ben poco per Capodarco. Dopo che negli ultimi bilanci non si è inserito un euro di investimenti per il paese, ci si presenta con un parcheggio nella zona antistante il campo sportivo, che di fatto va a rovinare un'area da sempre destinata allo svago, dove sono cresciute intere generazioni – attacca Tulli -. Il parcheggio, voluto dall'amministrazione, va a sottrarre uno spazio pubblico, penalizzando il paese e i suoi cittadini a vantaggio di pochi, sostanzialmente solo degli utenti che vanno ad allenarsi presso il campo da calcio: questa è la pura verità”.

 

“Oggi,un abitante di Capodarco che vuole fare sport, jogging, giocare all'aria aperta, avere uno spazio adeguato per un'attività ricreativa, non potrà più farlo e sarà costretto ad andare fuori paese, visto che l'unico posto a disposizione era quello – prosegue il consigliere di Fermo Libera -. Tra l'altro, il tipo di intervento,non permetterà di sfruttare l'intera area a parcheggio, come è stato sempre fatto in occasione di manifestazioni o di eventi particolari, e nemmeno a spazio ricreativo adeguato, visto il piccolo campo ricavato e delimitato da una recinzione che dà più una sensazione di oppressione che di libertà”.

 

“Le priorità per Capodarco sono altre – incalza Tulli -. In tema di parcheggi le criticità si riscontrano in altre zone del paese, vedi via Luigi Fontana e via dei Crivellai. Si dovrebbe poi dare luogo alla realizzazione di un parcheggio, previsto dal piano regolatore generale, in via Indipendenza per risolvere seriamente il problema dei parcheggi.

La necessità di tenere aperta la delegazione comunale, tutti i giorni e non solo poche ore, l'errore di aver consentito un minor orario di apertura al pubblico della farmacia, la necessità di un intervento di riqualificazione del Belvedere, aumentando anche la presenza di giochi per bambini, un marciapiede in via Valloscura, un restyling della palestra comunale prima che sia troppo tardi, intervento fondamentale dato che questa viene utilizzata anche dalla scuola. Infine intervenire per valorizzare il centro storico: di questo ed altro ha bisogno il paese, tanto è vero che da tempo ho richiesto un' assemblea pubblica alla presenza dell'amministrazione, ma a quanto pare non è una delle priorità del sindaco”.

 

 

Sul tema è arrivata la risposta a stretto giro di posta del sindaco di Fermo Paolo Calcinaro:

 “L'intervento di riqualificazione a Capodarco qualche anno addietro era stato proposto dallo stesso consigliere Tulli: ora, però, a realizzarlo è questa Amministrazione comunale, che allo stesso non rimane molto simpatica – ironizza il primo cittadino -. Visto che in tre anni è riuscito a criticare praticamente tutto, il consigliere Tulli va a lamentarsi di quello che è stato il suo cavallo di battaglia. Ecco quello che fa la politica: un gioco delle parti che mette la crescita della città sempre in secondo piano”.

 

“Sulla funzionalità Tulli stia tranquillo perché, oltre a riqualificare quello che per un largo periodo dell’anno era un acquitrino fangoso, andiamo a recuperare uno spazio più ampio per ragazzi e bambini e a permettere un parcheggio decente – continua il sindaco -. Oggi grazie a questa Amministrazione è poi disponibile, asfaltata e illuminata anche per manifestazioni più grandi, l’area posta nella parte superiore della strada al termine del cimitero.

Caro Tulli, criticare per posizione politica presa di opposizione è un qualcosa che ha stancato tutti, in primis i fermani e i residenti di Capodarco”.

Letture:1001
Data pubblicazione : 10/06/2018 14:39
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications