Attualità
Area di Crisi Complessa e ripresa urgente dell’iniziativa: domani assemblea dei Delegati Cgil, Cisl e Uil per il rilancio della contrattazione e dello sviluppo del Fermano

"Con la crisi economico-produttiva che non accenna a chiudersi, le parti sociali e le ìstituzioni non possono perdere tempo. Bisogna continuare l’azione fin qui svolta e pretendere  che i temi economici, del lavoro e del welfare territoriale, a partire dalla stato della sanità, tornino sul tavolo della contrattazione locale, della Regione e del Governo". Questa la richiesta dei delegati fermani delle tre principali organizzazioni sindacali, Maurizio Di Cosmo (Cgil), Alfonso Cifani (Cisl) e Floriano Canali (Uil)

Area di Crisi Complessa e ripresa urgente dell’iniziativa: domani assemblea dei Delegati Cgil, Cisl e Uil per il rilancio della contrattazione e dello sviluppo del Fermano

Sono questi i temi che l’Attivo dei Quadri e Delegati Sindacali Confederali affronterà domani, venerdì 15 giugno, alle ore 15:30 presso la Sala della Croce Verde di Fermo a Piazzale Tupini

 

"Lavoratori, pensionati, precari e disoccupati vogliono essere protagonisti, insieme al loro sindacato confederale, del rilancio economico, sociale e civile del territorio - continua la nota -. Un territorio alle prese con uno storico ritardo: carenza di infrastrutture, bassa produttività, assenza di servizi alle imprese, oblio dei fattori competitivi delle aziende a partire dal “Made in Italy”, avvio di processi di aggregazione per superare lo storico dimensionamento delle aziende, nullità delle politiche attive del lavoro, investimenti in ricerca e sviluppo al lumicino.
A tali problematiche strutturali deve aggiungersi il livello di crisi di questi dieci anni e la caduta della domanda interna a causa della mancanza del lavoro, del propagarsi del lavoro povero, precario e sfruttato e della caduta del potere d’acquisto dei salari".


"Le strategie contenute nel dossier dell’Area di crisi complessa non sono sufficienti - proseguono i tre -. Serve intervenire urgentemente sulla proroga degli ammortizzatori sociali per le piccole imprese; serve avviare un processo virtuoso con una decisa azione che compete a Regione e Governo. Bisogna costituire l’Area Interna del Fermano e sollecitare la ricostruzione post-sisma. Sono necessari investimenti produttivi e nel welfare per rispondere alla domanda di maggior assistenza della parte più debole della popolazione.

Bisogna lavorare anche per un cambio di mentalità delle imprese attraverso la continuazione di un confronto che ha dato fin qui buoni risultati. Innovazione e produttività devono andare di pari passo con la definizione di un territorio avanzato nell’innovazione, nei servizi, nel sapere, nell’accoglienza e nell’inclusività.
Lo strumento per costruire le risposte opportune è la contrattazione, da potenziare e diffondere in un territorio che, oltre a quanto detto, soffre anche della debole rappresentatività della sua classe dirigente".

Letture:359
Data pubblicazione : 14/06/2018 10:39
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications