Attualità
"Adeguamento sismico di case e scuole, tutto fermo: mancano i fondi statali": l'allarme di Cna Marche

In un territorio ad elevato rischio sismico e alle prese con le conseguenze del terremoto del 2016, la Regione è ancora in attesa dei trasferimenti statali per il 2018 relativi all'adeguamento sismico degli edifici scolastici e degli immobili privati, oltre che per la microzonizzazione sismica del territorio marchigiano. Tutto fermo in attesa che il Governo stanzi le risorse attese dalla Regione per finanziare gli interventi per la sicurezza e la prevenzione antisismica.

"Tra il 2015 e il 2017 - afferma il segretario regionale Cna Marche Otello Gregorini - ogni anno sono stati stanziati in media 7,6 milioni di euro per finanziare il miglioramento sismico degli immobili privati e la microzonizzazione sismica, ai quali vanno aggiunti 622 mila euro all'anno per l'adeguamento sismico degli edifici scolastici. Quest'anno, invece, nessun trasferimento statale è ancora arrivato negli uffici regionali. A metà anno è tutto fermo in attesa che il Governo stanzi i fondi richiesti."

Secondo la Cna Marche, a provocare questi ritardi sono state le elezioni politiche e la lunga gestazione che ha portato alla nascita del nuovo Governo, ma ormai tutti i Ministri sono entrati nell'esercizio delle loro funzioni ed è urgente che vengano attivati al più presto i trasferimenti statali alla Regione Marche, che deve deliberare gli interventi programmati.

"Abbiamo appreso dalla Regione - precisa Gregorini - che mancano all'appello 75 milioni di euro per le politiche sociali, del lavoro, delle attività produttive. Tra i finanziamenti attesi e non ancora arrivati vanno segnalati il milione di euro per il turismo, i 235 mila euro per il commercio, i 105 mila euro per l'industria e artigianato, i 103 mila euro per la sicurezza sul lavoro. Inoltre per l'apprendistato sono stati stanziati appena 770 mila euro rispetto agli 1,7 milioni degli anni precedenti. Si tratta di fondi importanti per favorire la ripresa produttiva e sostenere l'economia e l'occupazione nelle Marche. Per questo sollecitiamo il Governo a fare presto e a garantire, come negli anni precedenti, questi stanziamenti per la nostra regione".

Letture:781
Data pubblicazione : 18/06/2018 12:20
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • e io pago

    18-06-2018 22:13 - #1
    Ecco, salta all'occhio che, in tempi di vacche magre, in cui ci sono situazioni gravi e bisogni profondi, non è bello buttare soldi ( di qualunque provenienza siano, sono sempre soldi nostri!) nel costruire un bruttissimo e anonimo liceo classico in un fosso, mentre l'attuale , bellissimo, edificio storico è il più sicuro del regno !
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications