Attualità
Fermo. Il commercio in centro storico si rifà il look, arrivano i corner dei brand calzaturieri del territorio. LEGGI NEGOZI E PRODUTTORI COINVOLTI

Un progetto senza dubbio interessante, una scommessa dell'amministrazione comunale di Fermo partita nei mesi scorsi da una semplice constatazione: l'assenza, nel cuore del comune capoluogo, di negozi che vendano quello che è il prodotto tipico per eccellenza del sistema produttivo provinciale, la calzatura.

Da qui è nata per l'appunto l'idea di Fermo Shopping Experience, il cui primo bando, scaduto lo scorso 31 maggio, consisteva nell'individuare otto attività commerciali del centro storico disposte ad ospitare al loro interno dei corner riservati ai prodotti di alcuni importanti marchi calzaturieri del territorio.

Fermo. Il commercio in centro storico si rifà il look, arrivano i corner dei brand calzaturieri del territorio.  LEGGI NEGOZI E PRODUTTORI COINVOLTI

Il procedimento amministrativo si è concluso nei giorni scorsi e oggi sono state svelate le “coppie vincenti”: si tratta di Twins Abbigliamento, che esporrà le scarpe di Florens Shoes di Monte Urano, Bracciotti (Bruma – Rapagnano), Boutique Rêve (Calzaturificio Mary – Fermo), Sartoria Buschi (Giano – Torre San Patrizio, una collaborazione, quest'ultima, che era già iniziata prima dell'ideazione di questo progetto e che ne ha rappresentato per certi versi il modello da seguire), First Line Outlet (Jape – Torre San Patrizio), Elle Atelier (Pegam – Ponzano di Fermo), Capriotti biancheria (Marvi's - Porto Sant'Elpidio) e Nadia abbigliamento (Giorgio Fabiani – Fermo).

 

“Quello sul centro storico è un lavoro a tutto tondo, a 360 gradi e a tante mani – evidenzia il vicesindaco Francesco Trasatti mettendo in risalto il collegamento tra le iniziative commerciali e quelle di promozione turistica – un lavoro che ha saputo guardare lontano e che ha puntato alla valorizzazione attraverso la qualità, nel caso specifico anche dei prodotti offerti dai nostri negozi”.

Se il ruolo di Confindustria è stato importante per creare i giusti contatti con alcuni dei produttori del territorio, nell'avvio del progetto fondamentale è stato l'impulso, progettuale ed economico, della Camera di Commercio d Fermo, che ha messo a disposizione un contributo di 100.000 euro: “Quando a suo tempo abbiamo deciso di spostare la nostra sede in centro storico – ricorda il Presidente Graziano Di Battista – lo abbiamo fatto perché ritenevamo che tutti dovessimo recitare la nostra parte per il suo sviluppo. Abbiamo deciso di sostenere questo progetto perché valorizza qualcosa che questo territorio sa fare come pochi altri, per l'appunto le scarpe, consentendo al tempo stesso al centro storico di Fermo di offrire un servizio più completo e quindi di creare maggiore movimento”.

 

Scendendo nei dettagli dell'iniziativa (riservata alle sole attività di Piazza del Popolo, Corso Cefalonia, Corso Cavour, Piazzale Azzolino, Via Recanati e Largo Calzecchi Onesti), ciascuno degli otto esercizi commerciali selezionati tra gli undici ad aver presentato la domanda riceverà un contributo forfettario di 6.000 euro e la sospensione della Tari per il 2018.

Le modalità di gestione e promozione dei corner vengono stabilite tra l'attività commerciale interessata e il produttore, all'interno comunque di una collaborazione che non può durare meno di due anni, dall'estate ormai alle porte a quella del 2020.

“Per quanto riguarda la rivitalizzazione del commercio nel centro storico, durante la nostra amministrazione abbiamo portato avanti il progetto Retailink che ci ha consentito di ottenere diversi riconoscimenti a livello europeo – ricorda l'assessore al commercio Mauro Torresi -. Chiuso quel capitolo, ora cominciamo a mettere in campo soluzioni pratiche: in primis questi corner e la mappa della attività commerciali che abbiamo presentato qualche giorno fa, poi proseguiremo con l'osservatorio perenne sul commercio del centro storico. Non so dove ci porteranno queste iniziative: quel che è certo è che tutto ciò non è affatto scontato, ma nasce dal lavoro, dalla voglia di fare e dall'entusiasmo che ci stiamo mettendo".

 

E se Carlo Pagliacci, coordinatore del progetto, ha parlato dell'importanza di fare rete e di ragionare come sistema, la chiusura è stata affidata al sindaco Paolo Calcinaro: “Con questo passo si stabilisce un filo diretto tra il nostro centro storico e il distretto della calzatura – le parole del primo cittadino – un qualcosa che a Fermo mancava inspiegabilmente. L'obiettivo, a maggior ragione in una città con problemi di ricettività come la nostra, è far rimanere il turista il più a lungo possibile e per riuscirci è necessario ampliare il ventaglio dell'offerta: questo progetto si inserisce esattamente in questa direzione”.

 

Fermo_Shopping_experience_corners_2

Letture:1995
Data pubblicazione : 19/06/2018 13:40
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications