Attualità
“Dal mare alla montagna” con la navetta gratuita. Il progetto di Marca Fermana per far conoscere ai turisti la bellezza del nostro entroterra

Presentato questa mattina in conferenza stampa, presso la sede dell’Associazione Marca Fermana a Porto San Giorgio, il servizio di navetta gratuito dal mare ai monti #Marcainbus. Presenti il Presidente dell’Associazione Stefano Pompozzi, il Presidente STEAT S.p.a. Fabiano Alessandrini, Laura Di Marzio di Confartigianato, Toni Montevidoni e Daniele Gatti dell’Associazione Villaggi, il Sindaco del Comune rivierasco Nicola Loira e la Presidente Provinciale Federagit Ascoli/Fermo e guida turistica Sara Giorgi.

“Dal mare alla montagna” con la navetta gratuita. Il progetto di Marca Fermana per far conoscere ai turisti la bellezza del nostro entroterra

Si è detto soddisfatto Stefano Pompozzi di “presentare con piacere la concreta realizzazione di un’idea redatta da Marca Fermana per l’accoglienza turistica 2018/2019 che è quella del servizio navetta. Dalla costa, #Marcainbus raccoglie turisti e villeggianti, che hanno interesse a visitare quelli che sono i comuni dell’entroterra con attrazioni storiche, culturali e paesaggistiche.

“Proprio perché il grande bacino di utenza sta in chi risiede d’estate sulla costa, si è portata avanti la collaborazione con i villaggi turistici e con la loro Associazione. Confartigianato invece, socia di Marca Fermana, si è resa disponibile perché all’interno di questi otto itinerari ci saranno alcune tappe, una ad esempio quella finale in Piazza del Popolo a Fermo o altre tappe in aziende, in cui verranno offerti dei prodotti tipici dell’enogastronomia locale.”

Il Sindaco di Porto San Giorgio, Città che ospita questo sistema turistico, Nicola Loira, si è detto “profondamente convinto che questa iniziativa vada nel senso e nella direzione giusta. Si tratta di un momento fondamentale che porta il nostro territorio all’unitarietà attraverso una importante proposta turistica. Le nostre città e i nostri paesi devono necessariamente disporsi tutti in uno stesso sistema e dobbiamo proporre in maniera unitaria la nostra offerta turistica, trovando forme e modi adeguati. Se da una parte c’è bisogno di un cambiamento culturale e di una consapevolezza nuova, dall’altra vanno trovate le forme affinché il turista possa godere in maniera unitaria del nostro territorio e se ne innamori, lasciandosi dietro non solo una vacanza ma qualcosa da raccontare e di cui parlare.”

 

36287233_10217260636134023_8487924226752249856_n

 

Pompozzi ha poi spiegato nel dettaglio: “Abbiamo diviso i percorsi, in modo indicativo in Valle del Tenna e Valle dell’Aso e abbiamo deciso di proporre un servizio snello dividendo la costa Fermana in due. Ci saranno quattro itinerari che vanno dall’estremo nord (confine di Porto Sant’Elpidio) fino al centro di Porto San Giorgio e altri quattro che dal centro di questa città arrivano a Marina di Campofilone: dunque tutta la costa sarà servita in maniera capillare comprendendo tutti i sei comuni del Fermano che si affacciano sulla costa. Poi il coinvolgimento dei 17 comuni dell’entroterra a partire dalla Media Valle del Tenna e dell’Aso fino ad arrivare all’Ambro. Il servizio verrà offerto nelle giornate di martedì e giovedì di tutte le settimane di luglio e agosto.”

“Ogni itinerario avrà delle tappe mirate e tutto il patrimonio paesaggistico è stato toccato indistintamente da tutti e otto gli itinerari che, ricordo, sono gratuiti – ha spiegato Pompozzi. Parliamo di un servizio di alta qualità in termini di mezzi, collaborazioni e offerta stessa. In tutti gli itinerari appunto saranno presenti guide turistiche abilitate che accompagneranno e intratterranno i fruitori dalla partenza fino al ritorno. Lavoreremo ovviamente in base alle prenotazioni ma la navetta, anche con zero prenotazioni per intenderci, passerà comunque.”

Toni Montevidoni, per Villaggi Marche, ha continuato: “Da un anno la nostra Associazione insiste sul turismo del Fermano e dell’Ascolano, contando un milione di presenze annue. Il nostro principale obiettivo è quello di orientarci verso le esigenze del turista e seguire quindi quello che chiamiamo il trend del turismo esperienziale. Il cliente non vuole più solamente la piscina e l’ombrellone ma desidera altro, desidera un’esperienza. Noi cerchiamo di impattare positivamente le loro aspettative e allo stesso tempo di portare a conoscenza del turista tutto il territorio per ciò che la nostra Marca ha da offrire e mostrare.”

“Il cliente inoltre – ha concluso Montevidoni – richiede anche la naturalità, il contatto diretto. Oltre all’offerta paesaggistica quindi e della natura è importante portare il turista nelle aziende e nei luoghi di produzione delle nostre eccellenze enogastronomiche in modo da fargli vivere una vera e propria esperienza di contatto diretto.”

“Dobbiamo rendere fruibile il territorio e le nostre eccellenze – ha proseguito Daniele Gatti – e il nostro compito sarà quello di promuovere questo progetto gratuito e intuitivo all’interno nostre strutture. Dovremmo essere anche noi bravi a convincere il cliente a dedicare mezza giornata della propria vacanza alla scoperta del nostro territorio. Con la riuscita di questa operazione, riusciremo sicuramente a portare a casa un risultato davvero importante.”

 

36188821_10217260635173999_6327959416674975744_n

 

“Come Confartigianato – ha continuato la Laura Di Marzio - siamo felicissimi di partecipare a questo progetto. “Dal mare ai monti” è qualcosa che avevamo sempre pensato e ora diamo il via a questo primo anno. Parlando anche come azienda presente all’interno di Confartigianato, cercheremo di offrire ai turisti il miglior prodotto e la migliore esperienza possibile nel campo dell’enogastronomia e sono sicura che ce la faremo perché il lavoro sinergico e l’unione delle nostre forze saranno di primo impatto per il progetto.”

“Aver coinvolto in prima persona le guide territoriali, abilitate e professionali – ha commentato Sara Giorgi – è sicuramente un valore importante e sono fiera di questo. Siamo guide del territorio, che non si improvvisano e che soprattutto partecipano da anni e vivono da anni questi borghi, decantandoli e passeggiandoci continuamente. Molti turisti si sono innamorati di questi posti grazie a noi e al fatto che li abbiamo “accompagnati per mano”, solleticando il loro interesse alla scoperta di aziende, paesaggi, tradizioni, sapori. La volontà è quella di fidelizzare la clientela, creando un rapporto costante. Il nostro è un territorio ricchissimo e proprio il turismo esperienziale è ciò che noi cerchiamo di promuovere da anni; certamente puntiamo a un riconoscimento immediato ma è importante renderlo un qualcosa a lungo termine.”

 “Gli attori di questa esperienza sono quelli storici – ha commentato Fabiano Alessandrini – e l’aggiunta delle guide rappresenta quel qualcosa in più. Noi non siamo altro che il vettore per la valorizzazione del nostro territorio, con uno spostamento particolare verso l’interno, verso i luoghi meno conosciuti. Siamo un vettore con responsabilità sociale, un’azienda pubblica che ha i conti a posto e che vuole dare una mano al territorio in cui opera. Stiamo parlando oggi di una mobilità turistica che spero si allarghi anche a una concezione diversa del viaggio e quindi dello spostamento sul nostro stesso territorio. Come Steat abbiamo sempre fatto la nostra parte (collegamenti ogni venti minuti tra Fermo e Porto San Giorgio e collegamenti con l’area montana) e certamente la questione del terremoto ci ha spinto ad esserci e rimanerci finché ce ne sarà bisogno.”

Marca Fermana ha il compito di mantenere, migliorare e offrire i servizi di accoglienza turistica, a prescindere da quello che sarà il successo o meno. Il nostro intento è garantire un livello qualitativo di accoglienza per il turista e sono molto contento perché poco meno di due anni fa, quando il direttivo è entrato, i problemi erano ben altri. Oggi invece siamo qui a presentare questo importante progetto di accoglienza turistica del Fermano” ha concluso Pompozzi.

A partire da luglio sarà possibile prenotare il servizio #marcainbus anche attraverso l’APP.

 

36188741_10217260638014070_8186226439478050816_n

 

maracferm

 

itineraru

Letture:6913
Data pubblicazione : 26/06/2018 15:42
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications