Attualità
Torre di Palme: non solo eventi nell'estate del borgo, cominciati i lavori per il museo archeologico

L'annuncio lo ha dato Francesco Trasatti, assessore alla cultura del Comune di Fermo, esattamente una settimana fa durante la conferenza stampa di presentazione della programmazione estiva di Torre di Palme e Marina Palmense: “I lavori per il museo archeologico sono stati aggiudicati e le ditte entreranno in azione tra oggi e domani”.

Torre di Palme: non solo eventi nell'estate del borgo, cominciati i lavori per il museo archeologico

L'estate del borgo non sarà caratterizzata quindi solo da turisti ed eventi culturali, ma anche da un piccolo cantiere in Via dell'Asilo, nel locale che in passato ospitava per l'appunto la scuola materna e che a breve sarà invece sede di un museo archeologico dove verranno custoditi i preziosi reperti emersi durante gli scavi del metanodotto effettuati tra il novembre 2016 e l'aprile 2017 in contrada Cugnolo, che hanno riportato alla luce una necropoli picena.

 

Continua dunque a prendere forma, un tassello dopo l'altro, quel sistema museale che lo stesso Trasatti aveva illustrato a informazione.tv ad inizio anno: completato con successo lo spostamento dei musei scientifici da Villa Vitali a Palazzo Paccarone (inaugurazione a fine aprile), si procede a grandi passi verso la riapertura della Sala del Mappamondo a Palazzo dei Priori (lunedì sono cominciati i lavori di riposizionamento dei 15.000 libri temporaneamente spostati per permettere le operazioni di restauro), mentre va avanti l'iter che nei desiderata dell'amministrazione dovrebbe ridare vita entro fine anno al Terminal, trasformandolo nel polo della contemporaneità.

In tutto questo la speranza ormai concreta è che subito dopo la stagione estiva si possa procedere all'apertura del museo archeologico di Torre di Palme, un traguardo che impreziosirà ulteriormente l'offerta del borgo e che nelle idee di Trasatti dovrebbe essere incluso tra le tappe del biglietto unico del sistema museale, in modo da incentivare la doppia visita al centro storico e allo splendido incasato palmense.

 

Andando nello specifico dei lavori, l'amministrazione ha stanziato 160.000 euro di fondi comunali per la realizzazione, al piano terra dell'edificio in questione, di un progetto museale articolato in quattro sale, una di ricezione e le altre tre (due sole delle quali apriranno però subito) destinate ad ospitare i reperti della necropoli.

A portare avanti le operazioni la ditta “F.lli Luciani” di Monte Urano per quanto concerne i lavori edili e la CP Elettrotecnica di Fermo per quelli relativi agli impianti tecnologici: 45 giorni dalla consegna dei lavori la tempistica fissata dal cronoprogramma.

Da sottolineare che la Edison, che ha condotto gli scavi del metanodotto che hanno portato alla scoperta della necropoli, si è accollata il costo relativo al restauro dei monumenti e al progetto scientifico e ora ha espresso la volontà di velocizzare il più possibile i tempi. Esigenze di rapidità che coincidono comunque con quelle dell'amministrazione, desiderosa di centrare al più presto l'obiettivo, anche a costo di avere qualche lavoro nel borgo durante l'estate, quindi nel periodo di maggiore affluenza di turisti.

Inoltre, sempre all'interno del nuovo museo archeologico troverà posto anche il punto informativo gestito dalla Cooperativa Tu.ris Marche, attualmente collocato, per il secondo anno consecutivo, nei locali del vecchio ufficio anagrafe e stato civile e aperto tutti i giorni (giovedì esclusi, con l'eccezione del 16 agosto) dalle 19:30 alle 23:30.

 

Questo per quanto riguarda il primo step; il secondo riguarderebbe invece l'effettiva apertura della quarta sala e dei piani sovrastanti dell'immobile, che dovrebbero essere destinati alla Contrada Torre di Palme, all'Associazione Turris, ai laboratori didattici o comunque ad attività per il quartiere. Per questa seconda parte l'idea è di provare a intercettare delle risorse messe a disposizione dal Gal nell'ambito dei Progetti Integrati Locali (PIL), i cui bandi dovrebbero uscire in tempi piuttosto brevi.

Ma non è finita qui, perché Trasatti confessa anche la volontà di provare a recuperare un vecchio progetto relativo al rifacimento della segnaletica del borgo, che a suo tempo non entrò in graduatoria e non ebbe quindi accesso ai fondi.

 

Ex_Asilo_Torre_di_Palme_retro

Letture:1760
Data pubblicazione : 05/07/2018 10:07
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications