Attualità
Amandola, via libera della Regione al progetto per il nuovo ospedale. Lavori in partenza nella primavera 2019?

Giovedì 5 luglio, ore 17:55. Tramite Pec arriva la comunicazione tanto attesa: la Regione Marche ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economia per la realizzazione del nuovo ospedale di Amandola, che vedrà la luce in zona Pian di Contro.

Amandola, via libera della Regione al progetto per il nuovo ospedale. Lavori in partenza nella primavera 2019?

L'iter verso il nuovo nosocomio dei Sibillini fa quindi un ulteriore, importantissimo passo in avanti.

Già, l'ospedale dei Sibillini perché, pur avendo sede ad Amandola, servirà da riferimento per tutta l'area montana che, “a causa della configurazione della rete stradale e dei tempi di trasferimento per l'utenza ai più vicini centri sanitari provinciali (un'ora, un'ora e mezzo in media per Ascoli Piceno e Fermo) – si legge nel testo del decreto 66 - necessita di un ospedale polifunzionale all'interno della rete sanitaria regionale”.

 

Ovvia la soddisfazione del sindaco di Amandola Adolfo Marinangeli e della sua amministrazione, che già da stamattina, tramite l'ufficio tecnico, è al lavoro per iniziare tutte le procedure formali relative alla necessaria variante urbanistica e all'esproprio dell'area. “A meno che – svela il primo cittadino – non si arrivi ad una cessione bonaria. I proprietari fin qui sono stati estremamente disponibili, ci hanno autorizzato a procedere con rilievi e sondaggi, quindi è una soluzione che potrebbe effettivamente concretizzarsi”.

“La Regione si è impegnata a predisporre il progetto definitivo entro i primissimi giorni di settembre – prosegue il primo cittadino – per poi fare la gara in autunno. Come abbiamo sempre detto, l'obiettivo è cominciare i lavori a primavera del 2019”.

 

Lavori che da cronoprogramma dovranno essere eseguiti entro tre anni e che costeranno 18 milioni di euro, cinque dei quali verranno finanziati dalla donazione della compagnia petrolifera russa Rosneft. “Ad inizio novembre del 2016, subito dopo che ci fu notificata l'inagibilità dell'ospedale, sia Ceriscioli che Cesetti dissero che si sarebbe realizzato una nuova struttura e da lì è partito l'iter che è poi proseguito senza un attimo di tentennamento – ricorda Marinangeli –. Fin qui sono stati rispettati i tempi ed è stata un'operazione collegiale: da Ceriscioli che ha agito con determinazione a Cesetti che non ha mai mancato di telefonare e di informarsi sulla situazione fino al senatore Verducci, che lui pure ha seguito sempre da vicino l'iter intervenendo nel momento cruciale”.

 

Modellino_ospedale_Amandola_2

 

Il nuovo ospedale verrà costruito nel rispetto di criteri di sostenibilità energetica e sorgerà su una superficie di circa 10.000 mq distribuiti su due piani fuori terra, ad eccezione del nucleo centrale che si svilupperà su tre piani in elevazione.

L’area di accoglienza, al piano terra, sarà costituita da spazi destinati agli ingressi, alle hall, alle attese, ai servizi destinati al pubblico, ai bar e alle aree relax.

Il piano terra ospiterà invece altre aree quali quella interventistica (blocco operatorio, pronto intervento, prelievo), quella diagnostica e terapia, quella diurna e ambulatoriale (la dialisi, gli ambulatori medici e la riabilitazione).

Al primo piano troveranno posto l’area degenze, l’area RSA con i relativi servizi di degenza, alcuni uffici e i servizi territoriali, mentre il piano interrato ospiterà la cucina, il deposito farmaceutico, la morgue, gli impianti, gli spogliatoi centralizzati, altri servizi per il personale tipo la lavanderia e infine gli ambulatori veterinari che hanno necessità, per questioni igieniche, di dividersi con il resto della struttura.

L’area esterna, infine, sarà adibita a parcheggi, aree verdi, giardino terapeutico, aree di relax e di sosta, caricoscarico merci, mentre alcune parti saranno adibite ad impianti.

 

“Nel frattempo - conclude Marinangeli – stiamo anche lavorando per far rientrare Medicina ad Amandola. Regione e Comune stanno lavorando a braccetto e il nostro obiettivo è che per la primavera del 2019, quando dovrebbero partire i lavori per il nuovo ospedale, tutti i servizi del vecchia struttura siano rientrati in città”.

Modellino_ospedale_Amandola_3

 

Modellino_ospedale_Amandola_4

Letture:2324
Data pubblicazione : 06/07/2018 11:27
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications