Attualità
CIIP, Tennacola e Astea. Firmato questa mattina il Contratto di Rete “Unione Idrica Marche”. “Servizio sempre migliore per la comunità”

Presentato questa mattina in conferenza stampa presso la sede di Fermo della CIIP spa, il contratto di rete tra l’azienda fermana, il Tennacola e l’Astea, denominato “Unione idrica Marche”.

CIIP, Tennacola e Astea. Firmato questa mattina il Contratto di Rete “Unione Idrica Marche”. “Servizio sempre migliore per la comunità”

Oggi abbiamo firmato un atto che ritengo estremamente importante, un accordo di programma che non impegna nessuno ma credo che dia a queste aziende una prospettiva nuova e la possibilità di un servizio idrico futuro sempre migliore. Si è creata una nuova realtà che speriamo sia in grado di interfacciarsi con quelle già esistenti nelle Marche per un servizio che io ritengo vitale per la nostra comunità. Ringrazio il parterre di Amministratori che oggi sono qui, dai sindaci Calcinaro, Loira, Franchellucci, Ciaffaroni, Mircoli, oltre al Sindaco di Osimo e al vice Presidente della Provincia Pompozzi" le parole del Presidente CIIP Pino Alati.

Si è allargata l’unione delle Marche – le parole del Presidente Tennacola Daniele Piatti – ma è la naturale e logica conseguenza del rapporto che c’era tra le nostre aziende. Questo progetto ha un duplice valore: la condivisione delle buone pratiche per risolvere i problemi che si presentano ogni giorno e la condivisione di richieste che quotidianamente ci fanno le autorità nazionali in modo da poter dare una risposta condivisa che riguarda una buona parte del territorio marchigiano.”

Con questo contratto di rete siamo in grado di agire localmente e di rafforzare la nostra presenza sul territorio per un bene fondamentale quale è l’acqua, oltre al poter dare un ampio raggio di risposte ai cittadini e agli utenti” ha concluso Piatti.

Quest’oggi abbiamo segnato un'altra tappa – il commento di Fabio Marchetti, Presidente Astea – e questo è il risultato del lavoro fatto da queste nostre tre società, ognuna presente sul proprio territorio. Tempo fa ci siamo conosciuti e abbiamo iniziato a discutere di problematiche comuni: ci siamo quindi resi conto di quanto ognuno di noi tenesse alla propria società e del fatto che fosse una realtà viva e presente sui vari territori.”

Insieme siamo più grandi e abbiamo più forza e da questo presupposto è nato il progetto. Un gruppo questo che sarà in grado di condividere ogni tipo di questione e dare quindi determinate risposte alle autorità sul come fare, sul cosa fare, e sul dove fare, a favore sempre dei nostri utenti.”

 

38032815_10217570450119179_8492485396121255936_n

 

Ma in cosa consiste il contratto? Indubbiamente nelle commissioni per parlare e discutere insieme i vari argomenti dal punto di vista tecnico e amministrativo e ci sono già un paio di progetti sui quali si sta lavorando come l’utilizzo di un software comune, un metodo di fatturazione uguale. Partire insomma dal pratico per poi dare degli indirizzi più strategici nel giro di due, tre anni, in modo da ottimizzare e migliorare il servizio per gli utenti.

Una crescita congiunta ma all’interno della quale ognuno di noi non perde la propria identità” il commento unanime dei tre Presidenti che hanno spiegato come il contratto non prevede una personalità giuridica ma a rotazione i tre firmatari rivestiranno la figura del portavoce. “Non è un progetto chiuso il nostro, anzi siamo aperti alle altre realtà della Regione Marche per una condivisione.”

Il padrone di casa ha concluso sottolineando “l'importante valore della visione da parte degli amministratori che hanno avuto la capacità e la sensibilità di una prospettiva diversa, priva di campanilismi, e volta a offrire un servizio sempre più efficiente nell’interesse della comunità. Fornire ai turisti e a chi viene a visitare queste zona un ambiente degno del suo nome è un tipo di cultura che ci appartiene” ha concluso Alati.

 

sindaciccip

Letture:1284
Data pubblicazione : 01/08/2018 15:23
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications