Attualità
Ex Allievi ITI Montani. Premio Marcello Seta: stamattina la cerimonia al MITI per ricordare la sua “passione per l’insegnamento ma soprattutto la sua umanità”

Questa mattina si è svolta, al Museo MITI dell’Istituto Tecnico Tecnologico Montani di Fermo, l’ottava edizione del Premio Marcello Seta, un’iniziativa voluta dall’Associazione Ex Allievi del Montani, presieduta da Stefano Luzi.

Ex Allievi ITI Montani. Premio Marcello Seta: stamattina la cerimonia al MITI per ricordare la sua “passione per l’insegnamento ma soprattutto la sua umanità”

Marcello Seta, illustre docente di chimica e studioso di tutte le scienze e della letteratura mondiale, fu vice-preside del Montani per molti anni e tutti gli ex allievi della scuola, non solo i suoi, lo ricordano per le sue doti di comprensione e umanità e soprattutto per la sua misericordia nel castigo. In quegli anni non si è mai voluto allontanare neppure quando, nel dopoguerra, ha ricevuto la proposta di insegnare all'Università di Bologna.

Questa mattina, alla presenza dei tre figli del Professor Seta, dopo il taglio del nastro, una studentessa della classe di chimica ha scoperto la targa “Largo Marcello Seta. Insegnante dantista scienziato” che si trova all’ingresso delle Officine dell’ITI Montani.

Presenti alla cerimonia del taglio del nastro i figli e i parenti del Professor Seta, il vice sindaco di Fermo Francesco Trasatti, l’Assessore Francesco Nunzi, la Preside dell’ITI Montani Margherita Bonanni.

 

42763191_1716916025083976_4986824061381246976_n

 

Presso il Museo MITI poi, l’ideatore del Premio Marcello Seta nonché memoria storica dell’Istituto Carlo Giuli, ha parlato di questa manifestazione come di un “momento importante perché per la prima volta, dopo otto anni, abbiamo tutti i figli del Professor Seta presenti.”

La Preside dell'ITI Margherita Bonanni ha ringraziato tutti i presenti, dal Conte Montani ad Alessandra Vitali Rosati, AD della Carifermo, dall’Arma dei Carabinieri al Comitato Piccola Industria, dal sindaco Ceroni al Presidente del Conservatorio Verducci. “Questo è un momento di grande gioia che serve a riconciliarci un po’ con tutta la società dopo un momento di smarrimento: il Montani non morirà mai – le prime parole della Bonanni. C’è una grandissima coesione del territorio e siamo qui per proseguire questa offerta formativa strabiliante che dà una preparazione scientifica e culturale.”

“Voglio ricordare il Prof. Seta – ha proseguito la Preside – perché ha portato in questo Istituto l’innovazione didattica, la modernità e la novità, oltre al fatto che ha saputo trasmettere agli studenti la sua grande passione per l’insegnamento. Il Professore ha percorso strade di inclusione e di apertura verso i ragazzi e noi, come ITI Montani, continueremo a seguire questa via.”

“Mi associo ai ringraziamenti della Preside Bonanni – le parole di Francesco Trasatti, vice Sindaco di Fermo. Quest’anno, oltre al ricordo e alla celebrazione del Professor Seta, possiamo anche aggiungere la fisicità di un Largo della Città a lui intitolato. Mi piace pensare che quella targa sarà lì quotidianamente come rimarrà lì lo sguardo di un Professore che ha saputo trasmettere passione ai suoi allievi. Non ho avuto il piacere di conoscerlo, ma posso viverlo dagli sguardi, dai ricordi e dalle parole di chi lo ha vissuto” – ha concluso Trasatti.

Il Presidente Stefano Luzi ha ricordato “l’umanità e la disponibilità del Prof. Seta con i ragazzi: l’insegnamento per lui non era un lavoro ma una missione e sarebbe bello che oggi fosse così per tutti i docenti. Non è solo una giornata in ricordo del Professore ma è anche una giornata per voi – ha concluso Luzi rivolgendosi ai ragazzi presenti – perché ricevere un attestato di merito è una garanzia nel saper affrontare le sfide del futuro.”

 

42746822_671065416627488_3832703818517184512_n

 

La parola poi al figlio del Professor Seta, Marco, che si è detto “onorato a nome di tutta la famiglia”.

“Ho dei ricordi precisi di mio padre. Aveva una cultura grandissima ma soprattutto era un grande dantista, aveva delle intuizioni che lui stesso diceva era lo stesso Dante a consegnargli in sogno - ha ricordato con il sorriso. Oltre a Dante però aveva anche due grandi amori, mia madre che ha sempre chiamato “sposa mia” e Fermo. È sempre stato orgoglioso di questa città ma soprattutto di questa scuola.”

“Penso sia una bella iniziativa istituire questo premio in una società avara di riconoscimenti -  il commento di Remigio Ceroni, sindaco di Rapagnano. Ho avuto la fortuna di conoscere il Prof. Seta perché sono stato allievo del Montani dal ’69 al ’74, un professore mitico non solo per la sua qualità nell’insegnamento ma per la sua umanità: sapeva dialogare con gli allievi tramite la comprensione.”

Ceroni ha infine voluto lanciare un importante messaggio. “Da questa crisi che stiamo vivendo penso si possa uscire solo recuperando l’importante valore che ha la scuola e il suo ruolo nella società, qui dobbiamo investire e da qui dobbiamo ripartire” ha concluso Ceroni.

“Non sono stato allievo del Montani ma ho conosciuto la grandezza del Professore Seta che a Fermo e all’Istituto ha dato tutto – il ricordo di Carlo Verducci, Presidente del Conservatorio Pergolesi. Il mio augurio è che il Professore sia per gli studenti una figura importante; è fondamentale non perdere la memoria perché lo stesso passato è ciò che ci prepara al futuro.”

Prima della premiazione delle “migliori Pagelle degli Allievi del 3° anno” il Conte Montani ha voluto sottolineare, come discendente di chi ha istituto questa Scuola, il suo “orgoglio nel vedere i risultati che l’Istituto ottiene anno dopo anno”.

Luzi si è infine augurato che per l’Istituto si possa continuare a lavorare tutti insieme come comunità: “c’è una carenza di laboratori, di cui abbiamo molto bisogno dato che la chimica oggi è una vera e propria eccellenza. Spero infine che si possa recuperare la parte ancora inutilizzata del MITI”.

 

Sono stati 14 i ragazzi premiati durante la mattinata per le migliori pagelle: Massimiliano Ceci, Annalaura Luciani, David Ercoli, Danilo Calcinaro, Emanuele Corsi, Leonardo Iantomasi, Tommaso Bassetti, Letizia Gatti, Marco Santori, Paolo Gregonelli, Francesco Pompei, Weronika Maria Bachan, Angelica Vesprini e Daniele Palombi.

Consegnata una targa ricordo anche alla maestra Fiorella Mazzanti, ai Professori Guglielmina Rogante, Bruna Tamburrini, Danila Angelici e Paolo Baleani e al Dottor Giovanni Zamponi.

 

“Era per noi un impegno, quello di intitolare il Largo al Professore Seta, che abbiamo portato avanti per il rispetto della sua figura. L’ITI Montani è nel mio DNA; mio padre era vicepreside e conosco la grande passione e il grande lavoro degli Ex Allievi” – il commento del Sindaco Paolo Calcinaro che ha voluto chiudere rivolgendo un particolare saluto ai ragazzi presenti e un incoraggiamento per l’anno scolastico appena iniziato.

Letture:2125
Data pubblicazione : 29/09/2018 16:39
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications