Attualità
Rinforzi di Polizia. Arrigoni (Lega): "Entro febbraio, 26 poliziotti in più a Fermo ed è solo l'inizio"

"Entro febbraio 2019 arriveranno 54 nuovi agenti in tutte le Marche. Il Governo e in particolare il Ministro Salvini ha infatti confermato la volontà di rafforzare e di migliorare l’organico di tutte le questure d’Italia”. A darne notizia è il Senatore Paolo Arrigoni, Responsabile della Lega nelle Marche e Questore a Palazzo Madama, che riporta quanto annunciato dal Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Rinforzi di Polizia. Arrigoni (Lega):

“In particolare – specifica Arrigoni – da qui a febbraio arriveranno 10 poliziotti in più in provincia di Ancona, 4 in provincia di Ascoli Piceno, 26 in provincia di Fermo, 8 in provincia di Macerata e 5 in provincia di Pesaro e Urbino. Inoltre l’Arma dei Carabinieri ha previsto l’assegnazione di 46 carabinieri per il Comando Legione Marche”.

“Questo è solo l’inizio di un aumento complessivo degli organici - prosegue Arrigoni - che toccherà ogni anno del prossimo quinquennio 2019-2023 e che sarà inserito nella legge di bilancio tanto contestata dai burocrati di Bruxelles, portando l’organico finale della Questura di Ancona a 388 operatori rispetto ai 377 ora in servizio e quello della Questura di Ascoli Piceno a 218 dai 199 di oggi; a Fermo gli agenti passeranno da 76 a 168, a Macerata da 174 a 218 e a Pesaro Urbino da 215 a 268”.

“Si tratta di un considerevole aumento degli organici delle forze dell’ordine finanziato con una parte dei forti risparmi conseguiti grazie all’azione rigorosa del Ministro Salvini sulla gestione dell’immigrazione, che punta a stroncare non solo la criminalità organizzata ma anche gli interessi dei furbi e il business dell’accoglienza”, continua il Senatore.

“Nelle Marche tutto questo porterà sicuramente ad una particolare attenzione verso l’Hotel House. Degrado e illegalità non sono più tollerabili. Saranno quindi circa 8mila gli uomini e le donne in divisa che miglioreranno la sicurezza in tutta Italia. Dalle parole ai fatti grazie a Matteo Salvini e all’azione di governo della Lega" ha concluso Arrigoni.

Letture:1634
Data pubblicazione : 26/10/2018 12:09
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • Ancora un po' di conti

    29-10-2018 09:26 - #3
    Touche' e complimenti, scrivendo - come al solito - di fretta ho aggiunto un "2" davanti al 4 che non c' entrava niente..... se divido 26 (uomini) per 6 (ore di servizio) ottengo 4 con resto di 3 periodico...Condivido tutte le osservazioni, compresa la mania italica di tirare a fregare ma mi vengono delle osservazioni in mente. Pienamente d' accordo sul fatto che in genere non ci si cura manco di smaltire bene la "monnezza" ma non mi pare un gran sistema quello di farti pagare la TARI a sangue, aggiungendo poi la predica perchè non separi la plastica dei tappi di bottiglia da quella della bottiglia stessa senza peraltro riconoscere manco uno sconticino dello zero virgola se qualcuno si preoccupa di farlo. Riguardo le coppie regolarmente sposate e conviventi che hanno due residenze separate sulla carta, e' abbastanza noto che il "buon esempio" viene dalle stesse precise ed incisive note ministeriali che ribadiscono in ogni modo la possibilità di residenze separate anche tra coniugi regolarmente conviventi. Quando si è cercato di far riferimento a norme del Codice Civile che citano la "residenza della famiglia" si è stati trattati (sempre dalle suddette autorità vigilanti ministeriali) da maniaci ignoranti di legge o poco meno. Ribadisco peraltro le mie convinzioni: se il nostro è il paese dei furbi e degli ignoranti nulla autorizza il primo Salvini di turno a fare mirabolanti promesse di "Adesso cambierà tutto in meglio " che si concretizzano - quando va bene - in 4 unità lavorative in piu'.... Certo che 4 è meglio di niente, ma rimane sempre e solo 4... preferirei un Ministro che dicesse "Faremo quanto possibile: da qui a tre mesi cominceremo a mandarvi 4 unità in più alla settimana, fino ad integrare l' organico..." un po' più di concretezza e meno trionfalismi.... meno promesse e chiacchiere al vento, quando poi succede che in pieno centro di Roma, a 100 metri dalla Università, tiriamo su uno slum a cielo aperto che manco la Chicago di Al Capone .... o quando ci accorgiamo che la TAP non puo' essere sospesa perchè (ma chi lo sapeva e chi lo avrebbe mai sospettato? ) ci sono contratti e commesse internazionali già firmati.... E cosa aspettano a spiegare che per gli stessi motivi della TAP - e magari qualcosa d' altro anche più importante - non verra' interrotto l' acquisto degli aerei F35? Vogliamo dire che i "precedenti governanti" erano migliori? Niente affatto, ma dare la colpa a chi c' è stato prima è un comportamento ridicolo anche nelle amministrazioni comunali, figuriamoci al Governo...adesso tocca ad altri e sono altri a pigliarsi tutte le LORO responsabilità.
  • Don Chisciotte

    28-10-2018 17:06 - #2
    Sicuramente Tria saprà che 26 diviso 6 non fa 24 ma solo 4 con il resto di 2. Pazienza ! Tiriamo un sospiro di sollievo per lo scampato pericolo della collettività qualora, il commentatore 1 fosse rimasto nell'arma ed adiamo al pezzo. I conti fatti sono della così detta serva infatti nell'arco della giornata che ricordo al nostro interlocutore dura H24 abbiamo una pattuglia in più e questo non è poco, rispetto ad ora che neppure ci si muoveva per le chiamate. Meglio rispetto a prima ? Poco ma meglio sicuramente ! Se poi il nostro interlocutore vuole dire che prima e cioè niente è meglio di adesso libero di pensarlo ma è semplicemente malafede politica. Le forze dell’ordine sono poche? Si. Le forze dell’ordine sono male utilizzate ? Si. Le forze dell’ordine sono qualificate per il loro compito ? No. Le problematiche sono molteplici e per dirla tutta occorre sul tema serietà. Nel tempo per i soliti inauditi vincoli di bilancio non si è rinnovato il personale addetto alla sicurezza che man mano è diventato sempre più eseguo e molto spesso mal utilizzato. Tra imboscati, personale addetto alle scorte, personale destinato agli uffici ecc.ecc. gli operativi sono sempre meno e la delinquenza dilaga. C’è da dire inoltre che la preparazione non è il massimo per gente che è in prima linea con l’utenza. Spesso manca ogni base necessaria per affrontare le più disparate situazioni che la società presenta. Siamo all’anno zero della preparazione del personale, con vecchi metodi e cultura della divisa, manca una preparazione specifica che non è solo fatta di norme o di armi ma soprattutto di psicologia . Spesso l’arroganza è preminente sul buon senso e dialogo, cosa che fa incazzare la gente e poi occorre essere onesti. Il problema non è Salvini o Di Maio, o altri, il problema che noi,fondamentalmente siamo un popolo insofferente al confronto, pronto a criticare tutto e tutti e poi siamo i primi a fare le peggio cose. Un esempio su tutti. I rifiuti e la raccolta differenziata ! Cosa banalissima e semplicissima che in altre nazioni fanno da anni e anni. Da noi no, non si riesce ad affrontare seriamente un tema che riguarda tutti ed il futuro dei nostri figli. Altro che il debito pubblico ! Ci stiamo ammazzando da soli pensando di essere i più furbi del mondo lasciando rifiuti di ogni specie nei luoghi più disparati. L’importante è disfarsene poi qualcuno ci penserà ! Tutti pronti a lamentarsi che non funziona, ma quanti sono quelli che realmente la praticano nel vero senso della parola ? Forse il 30/40%, e volete sapete chi si lamenta il 60/70% di chi non ci pensa neppure a separare la carta dall’organico ! E questo vale per tutti i settori, a partire dall’evasione delle tasse ! Gente che non paga un euro e pretende libri gratis, trasporti gratis, case popolari, sanità gratuita . Ma vi sembra un paese normale e serio questo ? Un ultimo dato il 70% delle famiglie Italiane detiene la doppia casa, entrambi esenti perché una intestata al marito e l’altra alla moglie con residenze fittizie e compiacenti. Domando quanta evasione fiscale si nasconde dietro questo semplice giochetto ? Dai 6/8 miliardi di euro che guarda caso sono una parte consistente di una finanziaria che dovrebbe aiutare i più poveri e che tutti ci dicono che non si può fare perché non ci sono soldi. Perché fino ad ora nessuno ci ha messo le mani e non è difficile scovare i malfattori ? Semplice per convenienze elettorali. Siamo il paese dei Gattopardi tutto cambia purchè tutto resti uguale come giustamente Tomasi di Lampedusa chiaramente descrive il credo Italiano. Quindi in conclusione e tornando a Salvini e C. occorre, prima di urlare ,pensare a come noi ci comportiamo e per poi giustamente pretendere. Sicuramente ci eviteremo di parlarci addosso per non dire nulla e far credere di essere persone a modo! Buona speranza a tutti.
  • Dunque, un po' di conti...

    26-10-2018 13:10 - #1
    Dunque, un po' di conti: 26 diviso 6 (il normale orario di un turno di servizio, almeno così era nel 1983 quando ero Carabiniere di leva...) fa 24 con resto di 3 periodico... Diciamo che ad organico pieno la Questura di Fermo avrà disponibili ogni giorno 4 (Diconsi QUATTRO) uomini in più. Uno al centralino, uno di piantone, due vanno in giro con l' auto di servizio.... Meglio che niente, d' accordo, intanto il primo di una serie di passi successivi, va bene. Basta solo che sia - appunto - il PRIMO di una serie di passi.... non l' ultima chance prima della campagna elettorale. Sicuramente sarebbe stato meglio qualche chiacchiera di meno di Salvini e qualche trionfalismo di meno ma su... non possiamo pretendere tutto dalla vita. Per gli altri conteggi sullo spropositato aumento di uomini delle Forze dell' Ordine che alluvioneranno la provincia di Fermo e le Marche tutte rivolgetevi al Ministro Tria, che i conti li sa fare senz' altro meglio di me.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications