Attualità
"Potenziamento del personale per l'ufficio rifiuti della Regione Marche" la mozione del consigliere Bisonni

Lo chiede il consigliere Sandro Bisonni attraverso una mozione. "Attualmente la struttura si avvale di una sola unità operativa. Rilevata la presenza di una persona che risulta essere già in pensione. Interrogazione per sapere se esista un rapporto di lavoro in essere ed, eventualmente, quale sia la natura del contratto."

Potenziamento del personale per l'ufficio rifiuti della struttura "Bonifiche, fonti energetiche, rifiuti e cave e miniere" facente capo al servizio "Tutela, gestione e assetto del territorio" della Regione Marche. Lo chiede il consigliere Sandro Bisonni attraverso una mozione dove vengono evidenziate le attuali carenze, che si ritiene siano imputabili anche "alla sottrazione di personale dirottato in altre strutture competenti per le questioni del sisma".


Bisonni fa presente come "nonostante l'indubbia importanza da attribuire agli uffici e ai servizi che si occupano dello stesso sisma, il settore rifiuti sia da considerarsi strategico per le Marche e vada garantito il suo pieno finanziamento nella massima efficienza ed efficacia possibili. La struttura in questione non può svolgere adeguatamente le competenze attribuite con un'unica unità operativa, così come accade attualmente".


Partendo da queste considerazioni, dunque, la mozione impegna il Presidente e la Giunta regionale ad attivare un serio potenziamento delle risorse umane.
L'attenzione di Bisonni si sofferma nuovamente sull'ufficio in questione per una situazione piuttosto singolare, rappresentata nell'ambito di un'interrogazione. "Nel corso di una visita effettuata lo scorso 27 novembre per chiedere alcune informazioni, ho registrato la presenza, oltre del funzionario addetto, di una seconda persona, che risulta essere già in pensione, intenta ad operare su regolare postazione dotata di computer."


Nell'interrogazione si chiede di sapere a quale titolo sia prevista questa presenza, se esista un rapporto lavorativo in essere con la Regione e, nel caso di riposta affermativa, quale sia la natura del contratto ed il relativo compenso. Infine, Bisonni chiede se tale risorsa sia coperta da assicurazione sugli infortuni.

Letture:794
Data pubblicazione : 16/01/2019 09:39
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications