Cronaca
Maltempo. Il presidente Cesetti chiede alla Regione Marche di avanzare la richiesta dello stato di emergenza per il territorio del Fermano. IL BILANCIO DELLE STRADE DANNEGGIATE E CHIUSE

Il Presidente della Provincia Fabrizio Cesetti ha oggi proposto alla Regione Marche di avanzare richiesta al Governo nazionale della dichiarazione dello stato di emergenza per il territorio del fermano. Gli eccezionali eventi meteorologici avvenuti in questi giorni hanno, infatti, colpito in maniera massiccia e diffusa l’intero territorio della Provincia di Fermo ed hanno causato moltissimi e consistenti danni alla rete della viabilità provinciale, alle infrastrutture pubbliche, alle aste fluviali, in particolare a quella dei Torrenti Ete Vivo e Ete Morto, e alle opere su di esse presenti, determinando una condizione di pericolo per la pubblica incolumità.

Maltempo. Il presidente Cesetti chiede alla Regione Marche di avanzare la richiesta dello stato di emergenza per il territorio del Fermano. IL BILANCIO DELLE STRADE DANNEGGIATE E CHIUSE

"Il tempestivo e continuo monitoraggio della situazione, l’impegno profuso dalla struttura provinciale, dalla protezione civile e dalle organizzazioni di volontariato, hanno permesso di fronteggiare eventi di straordinaria intensità ed estensione - spiega il presidente Cesetti - Le potenti raffiche di vento e le abbondanti precipitazioni piovose, nonché l’enorme portata di acqua affluita verso i fiumi, rendono necessari, urgenti e non rinviabili, interventi sulle aste fluviali per ripristinare tutte le opere idrauliche compromesse. L’emergenza dovuta all’avverarsi di frane e smottamenti che hanno interessato numerosi tratti della viabilità provinciale, causando gravi danni alle infrastrutture pubbliche e private della Provincia, non può essere affrontata con i normali mezzi, organizzativi e soprattutto finanziari, di cui questa Provincia dispone. Quanto prima verrà trasmessa alla Regione Marche una prima ricognizione dei danni accertati ed una stima degli stessi, sia per quanto concerne la condizione dei fiumi che per quanto riguarda la viabilità provinciale".

Il Presidente Cesetti ha anche rimesso alla Regione Marche un primo elenco delle strade provinciali interessate dalle frane e dagli smottamenti e della presente situazione della viabilità provinciale.

 

ECCO l'ELENGO DELLE STRADE INTERESSATE DAL MALTEMPO DI IERI:

Strada provinciale 112 Val d’Ete Vivo – Chiusa al km 2+000, al km 9+000, al km 10+000 e al km 16+000 a causa delle numerose erosioni del torrente Ete Vivo;
Strada provinciale 61 Montottonese – Chiusa per frane tra il km 14+000 e il km 14+500 circa;
Strada provinciale 169 Collina Bassa – Chiusa al km 0+400 circa per cedimento scarpata di valle;
Strada provinciale 164 San Rustico - Chiusa per tracimazioni del torrente Ete Morto;
Strada provinciale 114 Contro - Chiusa per tracimazioni del torrente Ete Morto;
Strada provinciale 110 Val d’indaco - Chiusa per cedimenti del corpo stradale;
Strada provinciale 152 Crocifisso- Chiusa per cedimenti del corpo stradale;
Strada provinciale 180 Fonte Moscovia- Chiusa per frana di monte al km 0+500 circa;
Strada provinciale 247 Valle Rengone - Chiusa per erosione del fosso Rengone al km 0+700 circa;
Strada provinciale 219 Ete Morto - Transito a senso unico alternato regolato a vista al km 6+000 circa a causa di erosioni del torrente Ete Morto;
Strada provinciale 39 Madonna del Buoncuore - Transito a senso unico alternato regolato a vista in corrispondenza del ponte sul torrente Ete morto;
Strada provinciale 100 Alteta - Transito a senso unico alternato regolato a vista in diversi tratti per la presenza di frane;
Strada provinciale 37 Maceratese - Transito a senso unico alternato regolato a vista al km 10 circa per la presenza di frane;
Strada provinciale 145 Selva - Transito a senso unico alternato regolato a vista dal km 0+500 al km 0+700 circa per la presenza di frane;
Strada provinciale 238 Valdaso - Aggravamento cedimento di valle al km 36+300;
Strada provinciale 25 Dell’Ete Vivo – Transito a senso unico alternato regolato a vista per cedimento scarpata di valle;
Strada provinciale 56 Monterubbianese – Transito a senso unico alternato regolato a vista per cedimento scarpata di valle al km 27+000;
Strada provinciale 52 Montegiorgio - Transito a senso unico alternato regolato a vista al km 5+200 circa, in prossimità del centro abitato di Montegiorgio a causa della presenza di frane di monte;
Strada provinciale 52 Montegiorgio - Transito a senso unico alternato regolato a vista al km 4+500 circa per presenza di frana di valle;
Frane di monte lungo le Strade provinciali 56 Monterubbianese, 66 Petritoli, 69 Ponzanese, 104 Ponte Maglio, 238 Valdaso (al km 36+000) e 162 del Cimitero.

Letture:1833
Data pubblicazione : 06/03/2015 14:46
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • mendicante

    07-03-2015 12:07 - #1
    Orbene, l'altro ieri ha piovuto. Un giorno, o poco più. E' marzo, in genere d'inverno piove, ma anche d'estate. Eppure Cesetti chiede lo stato d'emergenza per il Fermano. Insomma, viviamo in piena dittatura dell'emergenza, perché mettere in sicurezza un territorio non rende tanto quando speculare sull'emergenza. Andrebbero arrestati tutti, altroché...
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications